martedì, dicembre 30, 2008

Il mattino dopo alzandomi per andare a salutare Pyoshin (il pesce gatto) mi resi conto del disastro universale che era accaduto nell'acquario : i pesci rossi erano fuggiti!

natzuka

lunedì, dicembre 29, 2008

finché c'è qualcuno che si bacia così la fine del mondo si allontana

Mafe

domenica, dicembre 28, 2008

Se questi politici col pepe a culu mi vietano perdavvero le intercettazzioni posso finalmente accendere e taliare il beddissimo Haifone TaccScriin Accolori che mi regalò la mugghiera devota per il Santo Natale.

da I Pizzini, di bernardop

sabato, dicembre 27, 2008

Ho sempre considerato una cattiveria gratuita mettere il crocifisso nel raggio visivo del Gesù Bambino pisolante nel presepe. Al di là di tutto. No?

mirumir
Christmas tree and Chanukah lights - dubbel feest
Albero di Natale e luci di Chanukah - doppia festa



foto di @ikbendaf

mercoledì, dicembre 24, 2008

Infine c’è il Natale con la tua famiglia, i tuoi figli, i tuoi nipoti. Quelli che studiano lontano, lavorano lontano e li vedi sempre poco, troppo poco.
Il Natale che vorresti durasse tutto l’anno, in cui hai finalmente intorno tutti i tuoi affetti; che ti da la dimensione di ciò che sei stato e di ciò che rimarrà di te. Perché sai che il Natale non è infinito. E lo apprezzi ogni anno di più.
Il Natale in cui, dei regali, non ti interessa un accidenti.
Averli tutti intorno a te è il tuo regalo.

novecento (via friendfeed)
quelli che mostrano la giacca di renna nuova di pacca
ai figlioletti di cinque e sette anni
e dice loro: lo vedete,
lo capite perché quest’anno babbo natale non riesce a venire?

Arsenio Bravuomo
In the last 8 years, I've a Christmas tree up for about 6 hours total. Thanks cats.
Negli ultimi 8 anni il mio albero di Natale è durato 6 ore in tutto. Grazie gatti.

karyhead su blip.fm

martedì, dicembre 23, 2008

la stronza vita ti porta sempre indietro da dove sei venuto, all'inizio, quando ancora non sapevi, per sperimentare e imparare, e dio sa se ci riesci.

pispa

lunedì, dicembre 22, 2008

Tendiamo a giudicare le azioni in maniera assoluta, come se fossero sospese al di fuori del tempo, mentre nella realtà questo è impossibile.
È come voler studiare il volo di una farfalla guardandone una infilzata su uno spillo: non solo non capiremo niente, ma ci saremo anche preclusa la possibilità di capire.

Angelo della Zonker's Zone

domenica, dicembre 21, 2008

when people ask how they can find their passion, the answer is that your passion finds you, as long as you can free up your schedule from the "must dos" enough to let it in.

Scott Adams


per chi si domanda come si trova la propria passione, la risposta è che è la passione a trovarti, purché tu le faccia abbastanza spazio tra le priorità in agenda.

venerdì, dicembre 19, 2008

Aujourd'hui, mon copain m'a demandé de lui envoyer un message le jour de mon anniversaire (jeudi) pour qu'il se rappelle de me le souhaiter.

VDM


Il mio compagno mi ha chiesto di spedirgli un sms il giorno del mio compleanno, così non si dimenticherà di farmi gli auguri.

traduzione a cura di Blogorrea

giovedì, dicembre 18, 2008

i bambini si avvicinano ai semafori dopo le nove di sera e nessuno ne ha fatto ancora scandalo, poi vengono le iene tra due anni e tutti si meravigliano

ilcavaliere nei commenti di flounder

mercoledì, dicembre 17, 2008

Sembra tornare il sole
poi scompare
dobbiamo cogliere l'attimo
e farlo durare



caffè a colazione

martedì, dicembre 16, 2008

Finale di partita (iva)

Eh, il magazzino.
Allarga le braccia
dondola il capo
prende in mano una tazzina
guarda la tazzina
come se non fosse una tazzina
ma un componente elettronico
un multimetro
una stazione saldante
un oscilloscopio
un rifrattometro
tutta roba che fa reddito,
e ammettiamo che sia anche un valore,
ma reddito,
lì ferma in magazzino.
Immobile.
Tu lo sai, dice,
lo sai che chiudere
è più difficile che separarsi?
Ha la faccia stanca
di uno che ha dormito in auto
davanti alla casa dell'ex.

mirumir

lunedì, dicembre 15, 2008

ora mi lavo mi vesto mi trucco mi siedo e aspetto dio.

LaCeciarelli

venerdì, dicembre 12, 2008

- Gesù Bambino porta doni ai bambini buoni.
- E a quelli cattivi?
- Armi.

stanlaurel

giovedì, dicembre 11, 2008

Che mi dite di tutti quei Babbi Natale nei centri commerciali? Non è fantastico mettere i propri figli sulle ginocchia di uno sconosciuto travestito?!

David Letterman (segnalato da Fra della Zonker's Zone)

mercoledì, dicembre 10, 2008

Il fatto è che voi non ve ne accorgete che il tempo passa, se qualcuno non ve lo dice. Tutti presi a creare prodotto interno lordo (facendovelo fumare da Lehman Brothers), sposarvi, condurre alla sconfitta la vostra squadra di ammogliati (ché, se siete scapoli, avete di meglio da fare – o almeno così credete, poveri illusi), crescere pargoli, creare immortali calembour che su FriendFeed moriranno entro le prossime ventiquattr'ore, sognare di fare sesso con Sarah Palin o, in alternativa, Maria Vittoria Brambilla. Fermatevi, dannazione. Se non ve ne siete accorti, Natale è arrivato, puntuale come l'influenza di ceppo asiatico, l'incremento della rata del mutuo, la lettera di un'adolescente morta tra atroci sofferenze inviata a Uolterveltroni. Come il Post sotto l'Albero.
Eccolo qui.

Squonk

domenica, dicembre 07, 2008

sarà un viaggio con imprevisti, non si può programmare tutto. Il fatto è che solo quando arrivi in qualche posto comprendi la strada che hai fatto. Inutile chiedersi cosa manca in valigia.

studium

sabato, dicembre 06, 2008

measuring the truth based on volume is almost certain to get you in trouble.
...
Figure out what's loud merely because it's angry and personal, and what's loud because it's important.

Seth Godin


quasi di sicuro, misurare la verità in base al volume ti darà problemi.
...
Distingui tra quel che fa rumore per una singola arrabbiatura e quello che lo fa perché è importante.

venerdì, dicembre 05, 2008

Il valore del tuo social network sta nel valore delle persone che ci lasci entrare.

Mafe De Baggis

martedì, dicembre 02, 2008

- Mamma, lo sai che secondo il galateo le invitate al matrimonio non potranno mettere il cappello se non lo metti tu?
- Ah. E se non metto le mutande?

saramon

lunedì, dicembre 01, 2008

...

I captured a butterfly in a jar
I opened that lid and allowed it to go
And it flew away far from me
It left me yearning for that summer day

I captured a butterfly in a jar
But maybe it captured me
Because ever since that butterfly flew away
I have never again felt free

Joe Rivas (cit. da @ikbendaf)


Catturai una farfalla in un vaso
aprii il coperchio permettendole di andarsene
e volò via lontano da me
mi lasciò ad anelare quel giorno d'estate

Catturai una farfalla in un vaso
ma forse fu lei a catturarmi
perché da quando quella farfalla è volata via
non mi sono mai più sentito libero

giovedì, novembre 27, 2008



Retouramont

mercoledì, novembre 26, 2008

i ricordi - certi ricordi - e alcuni inevasi bisogni di accudimento hanno la stessa sostanza delle credenze mistiche di un popolo primitivo.
pur senza mai essere verificati, se non nell'ambito di un sistema di prove che li confermeranno inequivocabilmente, si ripresentano carichi di presagi, di minacce, così da confondere l'individuo che li sperimenta e lasciargli credere che potrà morire di dolore o di paura al verificarsi della data condizione temuta e mai affrontata.
le credenze mistiche hanno qualcosa di profondamente tossico.

Flounder nei suoi commenti

lunedì, novembre 24, 2008

La vita è un cammino. Il problema sono le attese fra un treno e l’altro.

Gianni Lombardi di Yogasutra

giovedì, novembre 20, 2008

Un pianeta d'azzurro scarlatto

Ha gli occhi grandi, ma davvero grandi,
larghi, e misteriosi, che mi sembra
che mi guardi anche quando non mi guarda.
E ha le orecchie strane, fatte strane,
non so se belle, a me piacciono molto,
non so se belle secondo le regole
terrestri di bellezza delle orecchie,
ma a me piacciono molto. Forse è aliena,
con gli occhi così larghi e con le orecchie
strane e con altre cose belle e strane
che qui non dico. Forse è aliena o forse
non è affatto aliena, è una normale
ragazza bella, alieno sono io
con i miei occhi e le mie orecchie che
non sanno mai se il colore che sentono
è un colore inventato o è il colore che è.

Ma in fondo tutti i colori qualcuno
deve averli inventati. Lei di certo
ha gli occhi grandi, sì, davvero grandi,
e ha le orecchie strane, fatte strane,
e forse siamo alieni tutti e due,
e magari una volta ci troviamo,
c'era una volta che ci ritroviamo
in un pianeta d'azzurro scarlatto
dove nessuno s'è mai domandato
se un colore è inventato o è il colore che è.

Carlo Molinaro

mercoledì, novembre 19, 2008

La mia attività onirica bulgakoviana vi è ormai nota. Ultimamente ho chiesto un po' in giro, ché fare così tanti sogni e così strani richiede un minimo di organizzazione. Per esempio, è qualcosa che mangio o che non mangio? Vitamine in difetto o in eccesso? È il latte? Ci sono tracce di LSD nel Sensodyne?

mirumir

martedì, novembre 18, 2008

Affascinante conversazione tra due ottantenni, tema: giorno della settimana in cui è preferibile morire.
Ottantenne con capelli (traduzione da dialetto milanese a italiano): "io no di mercoledì altrimenti la Luigia mi ammazza, è il suo giorno libero."

Arkangel

lunedì, novembre 17, 2008



Riparazioni biciclette in via Anfossi a Milano
(foto di Abragad)

sabato, novembre 15, 2008

Una volta era la Pantera, poi è venuta l'Onda. Il Bruco secondo, la Tortuca scossa, l'Oca al ministero.

spinoza via friendfeed

martedì, novembre 11, 2008

dalle ultime ricostruzioni storiche pare che fosse con una caramella Echt al mentolo ed eucaliptolo che Davide centrò Golia in piena fronte uccidendolo all'istante.

blogorrea

lunedì, novembre 10, 2008



caffè a colazione

domenica, novembre 09, 2008

la madre di tutte le crisi partoriva di nascosto.

LaCeciarelli (da splinder digest)

venerdì, novembre 07, 2008

Tu puoi anche trovare il modo di scovare il numero di telefono di Halle Berry, ma se quando lei risponde non hai qualcosa di efficace e tosto da dire, a cena fuori non la porti di sicuro.

Fabrizio della Zonker's Zone
il tuo posto non è tra i miei pensieri

ma tra le mie gambe

SanCla
Era stanco morto. La commozione, forse, anche. Ma non era mai stato così: così lento, così sbattuto, così sfinito. Ed era ancora fantastico. Improvvisamente non lo trovavi fantastico perché pareva Superman, come finora, ma perché pareva tuo fratello dopo una nottata passata in ospedale insieme, o dopo una giornata a portar su e giù mobili per il trasloco.

[...] Insomma, per dire: sono curioso di vedere quali saranno i suoi primi errori, i suoi primi fallimenti. Ci saranno, per forza. Il repertorio in archivio è vasto: una gaffe sugli ebrei, una scelta economica fallimentare, una stagista, una norma liberticida, un’invasione militare improvvida?
Ma se vedi che sei stanco, fratello, riposati.

luca sofri su wittgenstein

mercoledì, novembre 05, 2008

I residenti all’estero hanno già votato per corrispondenza. Le poste italiane respingono le accuse di disservizi: al momento, lo spoglio dei voti pervenuti dal nostro paese vede Truman in lieve vantaggio.

Spinoza via Bravuomo

sabato, novembre 01, 2008

il divieto aguzza la mente, riattiva i ricordi, accende le metafore.

luisa carrada

venerdì, ottobre 31, 2008

Rail companies will charge the families of those who commit suicide a fee depending on the severity of disrupted traffic

suicide in japan, wiki

giovedì, ottobre 30, 2008



Stiamo vincendo!
2974 Americani uccisi in Iraq da Bush
2973 Americani uccisi l'11/9 da Osama
Adesso possiamo tornare a casa?

mercoledì, ottobre 29, 2008

Mi manca un kilo di pace integrale
E due etti di comprensione
E un cartone d'amore a lunga conservazione
Non rimane che fare la spesa
Continuare a pagare
Per quello che voglio e quello che non ho ancora

Marta Sui Tubi - La Spesa (via Youtube)
La Gelmini è come l'inquinamento. Se sei vecchio te ne puoi fottere, ma se sei giovane è lei che sta sta fottendo te.

Mauro Gasparini

lunedì, ottobre 27, 2008


preso da 7yearwinter
E alla fine gli chiesero: perché ci ha mandato questo qui, che dal nome è cinese?
E lui (che non sapeva niente del mondo) rispose: in effetti è cinese, ma è molto bravo in matematica.
E loro: sì, però lo sa l'italiano?
E lui: no, veramente non tanto. È appena arrivato. Però è in grado di imp...
E loro: ma se non sa l'italiano, come fa ad andare al Liceo?
E lui a quel punto ebbe un'idea. Disse: potreste insegnarglielo voi, l'italiano. Prof d'italiano ne avete.
E loro: ma no! Noi non facciamo queste cose. Doveva iscriversi a ragioneria.
A questo punto lui non disse più niente, ma pensava: è ben curioso che a ragioneria siano in grado d'insegnare italiano a un cinese, e al liceo no.

(leonardo)

domenica, ottobre 26, 2008

...dopo Notte prima degli esami sembra essersi stabilita la moda di fare film tratti da titoli di celebri canzoni adolescenziali. Peccato per la scelta un po' povera, tanto più che in questo film Kiara o Chiara o kome kazzo si kiama, probabilmente nemmeno si MASTURBA come sarebbe giusto e doveroso che fosse in un film che si chiama così.
Ma dico, a quando un film su Freak di Samuele Bersani? Cazzo, quello sì è un film che andrei a vedere, al volo.


kekkoz su Friday Prejudice

mercoledì, ottobre 22, 2008

Stereotipatamente: una donna dà cento euro a tre uomini. Uno se li gioca al più vicino punto scommesse, uno se li spende in giochini per la Playstation, uno li investe in Borsa. Lei sceglie quello che la tratta di merda.

Giulia, nei commenti di Sorelle d'Italia

martedì, ottobre 21, 2008

Il genere magari può risultare inizialmente ostico a chi è votato per il neomelodico napoletano
(guylum bardot parlando di un album punk)

lunedì, ottobre 20, 2008

C'è da chiedersi: perchè Pizzetti non suggerisce l'utilizzo dei nickname per esempio negli elenchi del telefono? Non sarebbe una ottima idea? Solo io potrei sapere che "anatrella63" è mia zia e nessun martire del telemarketing potrebbe chiamare all'ora di cena chiedendo di poter interloquire col signor o la signora "anatrella63". Purtroppo "anatrella63" è uscita - si potrebbe rispondere - ma se vuole può parlare con me che sono "sepultura85".

Massimo Mantellini

domenica, ottobre 19, 2008


Modern complications... geeky girl.

Le complicazioni moderne di una smanettona.

sabato, ottobre 18, 2008

Aujourd'hui, j'ai constaté que mon copain a enlevé la photo de nous deux que j'avais mise en fond d'écran sur son portable. Il a préféré remettre l'ancienne photo qu'il y avait : un tracteur.

Vie de merde

--

Oggi ho constatato che il mio compagno ha tolto la foto di noi due che avevo messo come sfondo sul suo portatile. Ha preferito rimetterci la vecchia foto che aveva: un trattore.

--
(vedi altri esempi tradotti su Blogorrea)

venerdì, ottobre 17, 2008

Mentre appallottolavo la mia stupida lista di domande e la gettavo nel cestino mi vennero in mente le immagini del combattimento fra Mohammed Alì e George Foreman, nel 1976 a Kinshasa, per il titolo mondiale dei pesi massimi.
Il più straordinario combattimento della storia del pugilato.
Nei giorni precedenti l'incontro Foreman aveva detto che avrebbe messo Alì al tappeto in due o tre riprese. Era in grado di farlo e cominciò l'incontro picchiando come un ossesso. Sembrava che non sarebbe durata. Che non potesse durare. Alì cercava di schivare, si riparava, andava alle corde, prendeva pugni al corpo, come sassate.
Senza reagire.
E però, parlava. Non si potevano sentire le parole, ma era chiarissimo a tutti che, nel mezzo della tempesta di violenza scatenata da Foreman, le labbra di Alì si muovevano continuamente. E la sua faccia non era quella di uno che sta prendendo un sacco di pugni e sta perdendo l'incontro.
Contro ogni previsione Alì non andò al tappeto nelle prime riprese e nemmeno dopo. Foreman continuava a picchiare con rabbia, ma i suoi colpi erano sempre meno devastanti. Alì continuava a schivare, a ripararsi, a incassare. E a parlare.
Nel mezzo dell'ottava ripresa, quando ormai Foreman respirava dalla bocca e alzava le braccia a fatica dopo centinaia di colpi inutili, Alì uscì all'improvviso dalle corde e piazzò una incredibile combinazione di colpi a due mani. Foreman andò al tappeto, e quando si rialzò l'incontro era finito.

Gianrico Carofiglio, Ragionevoli dubbi, 2006

martedì, ottobre 14, 2008

Differenze fra l'opera e i concerti pop:
- all'uscita nessuno vende le magliette di Wagner

personalitaconfusa

lunedì, ottobre 13, 2008



PostSecret

--

Il mio blog con le mie foto di nudo riceve più visite del blog di mio marito. È la mia vendetta. Vorrei avesse più tempo per me che per il suo computer.

sabato, ottobre 11, 2008

Partita subprime del Due Madonne con il Rondone.

Massimo Morelli

mercoledì, ottobre 08, 2008

this picture is not me you know.
it's a photograph of me.
really, i have no idea who you are and you have no idea who i am.

the world is often very heart breaking.

.kalie.

--

questa foto non sono io, sai.
è una mia raffigurazione.
davvero, non ho idea di chi tu sia e tu non hai idea di chi io sia.

spesso il mondo fa spezzare il cuore.
o semplicemente perché voglio che qualcosa diventi proprio mio e allora non c'è miglior modo che scriverselo.

luisacarrada

martedì, ottobre 07, 2008

stasera che fai?
se non sai cosa fare, vieni a torino, in piazza carlo alberto, proprio davanti al museo del risorgimento, vieni e risorgi anche un po’ tu, ché ce n’è di bisogno, e emanuele sta organizzando un flash-mob per ricordare e ricordarci Anna Stepanovna Politkovskaja. volendo, dite che partecipate via facebook.
ne parla anche l’ottimo pasteris.

arsenio bravuomo

lunedì, ottobre 06, 2008

Profumo ammette tuttavia che la crisi internazionale non ha eguali: "Per trovare una situazione paragonabile bisogna tornare al 1929". "Dateci tempo" ha dichiarato La Russa.

stark

domenica, ottobre 05, 2008



caffè a colazione

venerdì, ottobre 03, 2008

Buongiorno, io mi chiamo... scusate un attimo, la memoria non è più quella di una volta. Vado giù a leggere il citofono.
...
Eccomi qua. Che strano, un attimo fa mi sono ritrovato giù in strada in pantofole, chissà dove stavo andando. Dunque dicevo alla mia età certe cose non vengono più così facilmente, mi riferisco a... insomma mi avete capito no? I miei nipoti mi hanno aperto questo bord, blond, o come diavolo lo chiamano sostenendo che io da giovane ne avevo uno, ma io mica me lo ricordo. Però adesso che ho il mio computer ho deciso di dire
tutto quello che mi passa per la testa.

§x senilitaconfusa

giovedì, ottobre 02, 2008

Sono ancora abbronzata e già scassano le balle con halloween.

Albamarina

mercoledì, ottobre 01, 2008


Ma poi c’è la scena del poker sul treno.
Newman e Redford sono saliti su un treno per tendere un tranello a un boss che gioca a poker in un vagone (ma che, ve lo devo raccontare?) È Newman che va a gettare l’esca. Prima però entra in una toilette e si mette a fare gargarismi col bourbon. Che fai, gli chiede Redford. Non lo vedi? Risponde lui. Ci metto un po’ d’acqua. Altrimenti non lo reggo.

Anche se so che non è vero, mi piace pensare che La Stangata sia il seguito dello Spaccone. Che il protagonista sia sempre lo stesso, solo che ora ha finalmente capito il trucco fondamentale della vita: allungare il bourbon. Nella vita non bisogna essere sbronzi. Bisogna sembrare sbronzi. Chi non lo capisce è un fallito, anche se è il miglior giocatore di stecca del mondo. Chi lo capisce non ha più nient’altro da imparare.

Quando Paul Newman arriva nel vagone del poker, col colletto aperto e scravattato, la bottiglia di bourbon in mano e l’aria da imbecille, la partita è sua.
Nello stesso modo (occhi socchiusi, aria da scemo, vestiti spiegazzati: e riflessi pronti, sangue freddo, e lo stesso freddo nel cuore) vorrei sapermi sedere anch’io un giorno al tavolo della vita.

da leonardo

martedì, settembre 30, 2008

Ogni tempo ha il suo fascismo. A questo si arriva in molti modi, non necessariamente col terrore dell’intimidazione poliziesca, ma anche negando o distorcendo l’informazione, inquinando la giustizia, paralizzando la scuola, diffondendo in molti sottili modi la nostalgia per un mondo in cui regnava sovrano l’ordine.

Primo Levi, cit. da Mastrangelina

sabato, settembre 27, 2008

Nei giardini notturni si annida un rospo dalla voce grossa che se lo baci nemmeno ti ascolta ma fugge nei pressi di un solo lui sa ruscello esibendosi in un tuffo plastico col gesto dell'ombrello. Se lo insegui prima ti bagni poi risbuchi da una grotta che in adolescenza credevi morta ritrovandoti disteso ad osservar quello che hai vissuto senza nemmeno poterti rivoltare indietro ma attento: tu non sei più quello.

Mikel. Lo Sghembo

venerdì, settembre 26, 2008

È una sensazione indefinibile, che tutti - purtroppo - prima o poi provano.
Però, nonostante tutto, è anche una sensazione dolce.
Dolce come il fluire della vita, dolce come la certezza di non avere perso nulla; perché la vita che abbiamo vissuta e chi si è amato, non vanno mai via davvero.
Rimangono per sempre.
Con la nostra anima come culla.

Placida Signora

giovedì, settembre 25, 2008

Nelle foto: a sinistra l’avvocato Consolo, l’inventore dell’immunità per i ministri. A destra, il ministro Matteoli, imputato di favoreggiamento e difeso dall’avvocato Consolo.

Alessandro Robecchi

mercoledì, settembre 24, 2008

By 1910, in fact, 25 percent of all American children were employed full-time in the nation's factories.
(from American History)
dice che oggi la luna entra nel leone. a metà mattina ho già capito da dove.

la_Ceciarelli

martedì, settembre 23, 2008

Ci sono libri che inizi a leggere quando hai finito di farlo.

Elena Petulia

lunedì, settembre 22, 2008

Agli equinozi, il sole sorge all'esatto est e tramonta all'esatto ovest.

Wikipedia

venerdì, settembre 19, 2008

Eiaculare combatte il raffreddore - Corriere della Sera
- "Gigino, smetti di soffiarti il naso che diventi cieco!"

dario

giovedì, settembre 18, 2008

L’esemplare maschio continua a sfregarsi, per quanto con maggiore delicatezza, sul corpo dell’esemplare femmina, che reagisce positivamente e non mostra ostilità.

Flounder

mercoledì, settembre 17, 2008

ce n’era uno che a vederlo in foto non sembrava invece è davvero fico, quasi quasi gli chiedevo di andare a fare un giro ma non avevo il Pagerank abbastanza alto per lui.

La Tengi

martedì, settembre 16, 2008

Io,
io ho condiviso con te
Il nostro amore
Pasta e patate che si mangia in cucina
e la sensualità di Roma antica
- è da lì che viene la parola romantica [...]

numero22

lunedì, settembre 15, 2008

La strega Gelmina

Muove la bacchetta e restano macerie.

È vero, non ho più bambini in età scolare, ma di tutte le porcate che fa il governo, questa dei tagli alla scuola elementare mi fa veramente venire le bolle. Di seguito una breve sintesi di cosa succederà in provincia di Modena e in Italia.

La riforma della scuola del ministro Gelmini prevede meno docenti, meno personale, classi più numerose, chiusura e accorpamento delle scuole nei piccoli Comuni, il maestro unico e fine del tempo pieno alle elementari. Nella nostra provincia, tagli di 450 insegnanti e di 10 scuole con meno di 500 alunni.

Un vero e proprio attacco alla scuola pubblica, che in provincia di Modena e in tutta la regione avrà ripercussioni pesantissime sugli alunni e sulle loro famiglie. In provincia di Modena il 69 per cento delle classi nella scuola elementare (937 su 1379) funziona a tempo pieno. Nella sola città di Modena sono 266 su 305 le classi a tempo pieno, frequentate da oltre 6mila bambini.

4500 docenti in meno in tutta l’Emilia-Romagna. A livello nazionale saranno tagliati 87mila docenti e 43 mila non docenti. La scure del governo si abbatterà anche sui piccoli Comuni in quanto il progetto della Gelmini prevede la cancellazione delle scuole con meno di 500 alunni. In pratica verranno eliminate 2590 scuole in tutta Italia.

Alla base di questa politica non c’è nessun progetto, ma solo il tentativo di svuotare e impoverire la scuola pubblica a tutto vantaggio di quei soggetti privati che, a vario titolo, si occupano di sapere e formazione. In questo modo chi avrà le possibilità economiche, sceglierà le scuole private – magari quelle che conservano il tempo pieno – mentre gli altri dovranno rassegnarsi a mandare i loro figli in una scuola pubblica che offre meno qualità di insegnamento e meno ore per l’apprendimento. E non è un caso che la Gelmini abbia iniziato la sua opera proprio dalla scuola elementare, che è il nostro fiore all’occhiello sia a livello nazionale che internazionale.

A fine settembre il PD avvierà una mobilitazione nazionale con presidi e volantinaggi davanti alle scuole. Penso di andare anche io.

Bea della Zonker's Zone

domenica, settembre 14, 2008

David Foster Wallace (February 21, 1962 – September 12, 2008)

Il bastardo si è impiccato, portando con sé il suo mostruoso talento e lasciando senza parole legioni di devoti.
Potete leggere le reazioni in rete su Wikio e BlogBabel, io sono troppo sconvolto per commentare senza apparire irriverente.

Giavasan

sabato, settembre 13, 2008

(8 settembre)

la russa parla di senso dell'onore e di patriottismo. ma quando mai! l'esercito aveva giurato fedeltà al re e allo statuto albertino, mica a mussolini. chi ha scelto la repubblica di salò, ha scelto di stare dalla parte dei golpisti e dei tedeschi che erano truppe di occupazione, quindi contro il proprio popolo. del resto i repubblichini non sono mai stai impiegati come vero e proprio esercito, ma solo polizia interna, macchiandosi di torture e esecuzioni sommarie e spesso di comuni delitti come stupri e rapine.

Sergio della Zonker's Zone

venerdì, settembre 12, 2008

Se una persona ha sofferto per mancanza di affetto e di sicurezza in tenera età, per la terapia diventa necessaria non solo l'analisi, ma l'opportunità e i mezzi per acquisire tale sicurezza nel presente. L'analisi non può ridare alla gallina la sua perduta capacità di volare.

da "Aspetto somatico della psicologia dell'Io"
Il linguaggio del corpo, Alexander Lowen
(traduzione di Paolo di Sarcina e Maura Pizzorno)

mercoledì, settembre 10, 2008

Mi domando dove siano finite le buone maniere.
C’era questa vecchietta in piedi sul bus, così mi rivolgo ad un tizio e lo invito ad alzarsi per cederle il posto. Mi guarda, scuote la testa come a darmi del deficiente e senza dire una parola continua a guidare.
Ho dovuto alzarmi io.

[qualcosadelgenere] ospite di Cloridrato di sviluppina

martedì, settembre 09, 2008

Il grembiule per tutti non mi pare un problema, può anzi essere una cosa divertente; potremmo adottarlo anche in consiglio regionale: azzurro per gli assessori, verde per i consiglieri, a righe verticali per i colleghi inquisiti e condannati.

La cosa più drammatica è il maestro unico che non vuol dire solo tonnellate di licenziamenti ma qualità dell’insegnamento: i nostalgici del maestro unico studiavano sul sillabario, ora i bimbi hanno diversi punti di riferimento che offrono la possibilità di un approccio pedagogico, culturale e formativo più completo.

Carlo Monguzzi
(segnalato da Lele Rozza)

lunedì, settembre 08, 2008

Bella quanno te fece mamma tua
penzo che stiede un anno in ginocchione
e poi se messe l'angeli a pregare
bella t'avesse fatto come er sole
poi te mannò da Cupido a imparare
e l'imparassi li versi d'amore
poi quanno cominciassi a compitare
venissi o bella e m'arubbassi er core

[video by tinapikas]

venerdì, settembre 05, 2008

Tentato l'esperimento del milione di scimmie alla tastiera per vedere se esce l'opera completa di Shakespeare. Per ora è uscito solo MySpace. [...]

Vic

giovedì, settembre 04, 2008

Non lasciatevi ingannare: non sta funzionando. È come la facciata finta di un saloon nella scenografia di un film sul far west.

Gianluca Neri

domenica, agosto 31, 2008


[vivo in georegia ma no vedo rusia da nisuna parte neanche suono ma dice che ci sono cari armati mi devo preoccupa?]

da yahoo answers via mirumir
(Risposta: tu vivi nello stato della Georgia. La nazione della Georgia sta dall'altra parte del mondo)

sabato, agosto 30, 2008

L'anno moderno si divide in tre parti: quasi pasqua, quasi ferragosto e quasi natale.

commento di stark a paolo beneforti su friendfeed

giovedì, agosto 14, 2008

ci sono libri abbandonati che però, loro, credono di essere non finiti.

paolo beneforti nei commenti a luca contini su friendfeed
In aggiunta, è consentito portare a bordo gli articoli seguenti, che non concorrono al raggiungimento della franchigia massima:
  • Capi di abbigliamento esterno (giacche, berretti, ecc.)
  • Borsette (dimensioni non superiori a 25 x 30 x 20 cm)
  • Ausili per la deambulazione (bastoni, stampelle, deambulatori, ecc.)
  • Contenitori per il trasporto di articoli salvavita
  • Urne cinerarie
dalle disposizioni per il bagaglio a mano di air canada (il grassetto è mio)

mercoledì, agosto 13, 2008

ho visto sei stelle cadere nella notte di san lorenzo,
ho visto sei stelle e non ho espresso neanche un desiderio.
le ho viste e le ho volute dedicare a sei persone passate presenti future

orlando

domenica, agosto 10, 2008

il miglior amico dell’uomo non è il cane ma il tonno, specie se questi torna da una vacanza con il frigo vuoto

stark

venerdì, agosto 08, 2008

(non persone a caso, i miei amici: gente a cui voglio bene e con cui vorrei anche passare del tempo insieme, ma ahimé non posso perché abitano in altre città)

Vanz

giovedì, agosto 07, 2008

Un'avventura (Battisti - Mogol)

Border Trophy 1996

Sergio Ferrentino

mercoledì, agosto 06, 2008

poco bagaglio infonde calma; libera dal superfluo e consente di spostarsi anche con preavvisi di cinque minuti

Paolo Rumiz (segnalato da @abragad)

martedì, agosto 05, 2008

- Vabbè, - disse il custode, accomodante. - La poesia serve soprattutto a complicare le cose, no? Ma forse complicandole, le si capisce meglio. E capendole, le si semplifica. In fin dei conti.

Fred Vargas, Nei boschi eterni (traduzione di Margherita Botto)

lunedì, agosto 04, 2008

un professore del padre (mio nonno materno) un giorno si presentò in aula con una pistola, che mise sulla cattedra per comunicare le sue intenzioni rispetto alla gestione di eventuali intemperanze. Il giorno dopo gli studenti si presentarono in classe ciascuno mettendo sul banco chi una pistola, chi un fucile, chi una roncola, chi un coltello.

mafe

giovedì, luglio 31, 2008

There ain't nobody here but us chickens
There ain't nobody here at all
So calm yourself,
And stop your fuss
There ain't nobody here but us
We chickens tryin' to sleep,
And you butt in
And hobble, hobble hobble hobble
With your chin

Ain't nobody here but us chickens by Louis Jordan

giovedì, luglio 24, 2008

un elenco delle cose che vorrei qualcuno scrivesse sulla mia lapide.

1. io credo, risorgerò. al solo scopo di rompervi di nuovo le palle.
2. non siate maleducati, è decisamente scortese dire che sono morto. diciamo che sono diversamente vivo.
3. i can’t always get what i want.
4. adesso non rompete con quella cosa del silenzio assenso.
5. beh, potrebbe essere peggio. potrebbe piovere.
6. torno subito.
7. se è per quell’invito a cena, temo che farò tardi.
8. pensavo che una risata mi avrebbe seppellito. invece ci voleva proprio la cassa.
9. fate pure con comodo, mica ho fretta.
10. non siate tristi, su. è comunque sicuramente meglio che lavorare nel marketing.

eddiemac

mercoledì, luglio 23, 2008

Cavolo ma saprai fare qualcosa? O sei bello e basta?

Il dottor StranoWeb
S:
è così
bisogna fondersi con cose di cui ci importa zero
avessi saputo farlo, oggi sarei laureato

M:
e in scienze della comunicazione !!!11

S:
e i miei sogni di popolarità mi deprimerebbero senza speranza

M:
si, ma potresti andare ad insegnare alla holden

martedì, luglio 22, 2008

è quando dobbiamo fare i conti con la stanchezza, il dolore, la disillusione, la mancanza di prospettiva, la tristezza, il gusto perverso e masochista di crogiolarsi nei propri guai di un uomo o di una donna - è allora che tutto diventa duro, molto duro

Squonk

lunedì, luglio 21, 2008

...finalmente posso ridere di me e della smaccata, felice verità...

b.georg

giovedì, luglio 17, 2008

Riflettendo sul totalitarismo, Arendt insegna anche che il “male”, che una lunga tradizione ci insegna a pensare nella forma dell’attività, si annida invece, spesso, nella passività: nell’indifferenza, nel compiere atti banali e apparentemente innocui, nell’obbedire alle istruzioni dei propri superiori senza vagliarli prima al setaccio del proprio giudizio morale.

Lorenzo Bernini

lunedì, luglio 14, 2008

Blood in Pool Water

Germs (e.g., Hepatitis B virus or HIV) found in blood are spread when infected blood or certain body fluids get into the body and bloodstream (e.g., by sharing needles and by sexual contact).swimming pool CDC is not aware of any of these germs being transmitted to swimmers from a blood spill in a pool.

Q: Does chlorine kill the germs in blood?

A: Yes. These germs do not survive long when diluted into properly chlorinated pool water.

Q: Swimmers want something to be done after a blood spill. Should the pool be closed for a short period of time?

A: There is no public health reason to recommend closing the pool after a blood spill. However, some pool staff choose to do so temporarily to satisfy patrons.

Chi dichiara di voler aumentare la sicurezza trae il massimo vantaggio politico dalla diffusione dell'idea di insicurezza.

Luca De Biase

domenica, luglio 13, 2008

Pur avendo acquistato insulsi libri di testo che mi sono stati imposti, e pagato regolarmente le tasse scolastiche, pur avendo tremato di fronte all'errore ignorante del titolo delle prove scritte, io non ho il diritto di conoscere il risultato scolastico di mio figlio.
Posso però consolarmi leggendo la dichiarazione dei redditi dei suoi professori o le intercettazioni telefoniche osé del capo del governo e della puttanella di turno.

sabato, luglio 12, 2008

Polizia e carabinieri sparano con mitra e moschetti più di 500 proiettili, per quasi tre quarti d'ora, contro gli inermi manifestanti. I morti sono cinque, i feriti centinaia

I morti di Reggio Emilia - I morti del luglio 1960

venerdì, luglio 11, 2008



"Questa sera vincerete tres a uno."
(Mick Jagger, Torino, 1982)

giovedì, luglio 10, 2008

Volere che le cose ci accadano in un certo modo, secondo uno schema prefissato, significa non viverle affatto. Occorrerebbe saper mollare la presa, lasciare che l'esperienza debordi e dilaghi obbedendo ai suoi ritmi naturali.

cadavrexquis

mercoledì, luglio 09, 2008

so che a baden-baden sarà difficile arginare la mia tentazione a parlare ripetendo tutte le parole due volte

Rachele

martedì, luglio 08, 2008

The Magic of a Smile



Ben Heine

La magia di un sorriso

lunedì, luglio 07, 2008

voci che si rincorrono l'un l'altra annunciando la freschezza del pesce, o il profumo dell'aglio, o la saggezza di approfittare del momento.
"Comprate il sale e conservatelo, quando mi cercate non mi trovate" grida il venditore

riccionascosto

giovedì, luglio 03, 2008

Evita in qualsiasi modo che tu o uno degli astanti scriva un verbale di quanto si è detto e lo spedisca a tutti dopo la riunione. Resta comunque difficile che ciò avvenga: nessuno saprebbe cosa scrivere. E poi nessuno ha mai voglia di preparare un verbale. Sarà così necessaria una seconda riunione, ove si tenterà di ricostruire le decisioni della riunione precedente, e poi una terza per cercar di ricordare il contenuto della seconda, e una quarta per ripetere cose dette nelle terza, e una quinta, e così via.

x§ personalitaconfusa

mercoledì, luglio 02, 2008

Le categorie sono poche per quello che sei e troppe quando frullano tutte insieme.
...
Non credo sia ignoranza o conservatorismo. È appiattimento, noia, sedentarietà, come se fosse un bambino cresciuto solo con cose passive, che subisce, ma a cui poi si chiede anche di saper scegliere.
...
La tivù ti abitua a un linguaggio e tutto diventa quel linguaggio lì. Beh, è successo! Il rotocalco ti parla del reality e subito dopo dell’immigrazione, che non è proprio la stessa cosa… Il minuto prima sto pensando di eliminare Tizio dall’Isola del Famosi e il minuto dopo di eliminare il campo nomadi da una città... In mezzo ci deve passare un ragionamento, che invece non c’è.
...
L’integralismo è questo: non scendere mai in mezzo agli esseri umani.

Ambra Angiolini, intervistata da Alessandro Robecchi

martedì, luglio 01, 2008

23:37, 30 giugno, 2008
fiko il bimbo. e tu hai sempre lo stesso sorriso. ciao maz

10:47, 01 luglio, 2008
ho avuto una paresi.
severine

nei commenti di Come As You Are

lunedì, giugno 30, 2008

Diaphragm Training

Respiratory weakness is a problem ultimately affecting all patients with ALS, reducing their quality of life as well as their ability to breathe independently. At the Beth Israel Deaconess Medical Center we have developed a breath training program we call diaphragm training, which is designed to help individuals breathe more comfortably and effectively.

Diaphragm training is a simple, non-invasive technique that helps subjects to control their pattern of breathing in order to breathe more effectively; ultimately, this may also strengthen the respiratory muscles. This study involves eight visits over a six month period of time. The first three appointments test breathing capacity without the training, lasting. The subsequent visits will include the diaphragm training with a speech therapist and specialized pulmonary tests. (...)

Shortness of breath (dyspnea)

Central causes
Loss of consciousness suggests a central (central nervous system) cause. Central causes may present without loss of consciousness. A lot of information can be deduced from observing the pattern of shortness of breath involved.
A. Cheyne-Stokes breathing pattern

Regularly irregular with progressive increase in depth & sometimes frequency in a crescendo-decrescendo manner ends in apnoea (15-60 secs)
Normal in some persons during sleep. It is abnormal when it occurs while the subject is awake (signifies that the respiratory centers are sluggish in their response to variations CO2. Possible causes include aging, obesity, congestive heart failure, neurologic disorders e.g. meningitis, infarction, pontine hemorrhage). It is really more of a folklore than it is a practical clinical sign.
B. Biot's breathing pattern

A variant of Cheyne-Stokes. There is a succession of hyperpnoea, hyperventil, apnoea; but not regular, no crescendo-decrescendo.
Causes include meningitis, medullary compression. It eventually leads to death.
C. Apneustic breathing breathing pattern

Deep inspiration - breath holding - rapid exhalation
This usually signifies the presence of brainstem lesions usually at the level of the pons.
D. Central hyperventilation breathing pattern

Very rapid, very deep (faster than Kussmaul which is mainly very deep).
Found in midbrain / upper pointine lesions.
«In tempi di guerra e di fame, l’America latina ha aperto le porte agli europei con grande generosità. Senza bisogno di visti. Ma quando un po’ di latinoamericani cercano di migliorare le loro condizioni di vita in Europa si scontrano con la discriminazione, il razzismo, il disprezzo e adesso con l’espulsione e il carcere. Cos’è la cosiddetta direttiva rimpatri? Ho sostenuto molte volte che l’Europa è un alleato strategico nella difesa dei diritti umani, però con questo tipo di provvedimenti perdo un po’ di speranza. È un’aggressione contro la vita e l’umanità. È importante dare battaglia contro questo tipo di direttive. Sembra che la globalizzazione sia valida solo per il commercio, guardando al mercato e ai soldi, non agli esseri umani»

Evo Morales, presidente della Bolivia
(cit da Carlo Molinaro)

sabato, giugno 28, 2008

È come svegliare uno che dorme su un aereo che precipita. C’è da stupirsi se s’incazza?

Smeriglia c/o Livefast

venerdì, giugno 27, 2008

Qualifications

- Positive energy. Must be highly motivated, mature and eager to be part of the Pixar team.
- Ability to maintain focus on priorities among multiple assigned tasks in a dynamic work environment.
- Highly familiar with Photoshop.
- Ability to problem solve and multitask.
- Strong attention to detail and ability to work independently.
- Ability to communicate and work with others.
- Ability to read a room.
- Able to handle a fast paced and often stressful environment.
- Familiarity with art materials
- Some knowledge of film production preferred.
- General office skills.
- Must have a car, valid California Drivers License, & proof of current automobile
insurance.


"Anjutka,
io amo solo te!
Kostja!"

"Kostja, ma sei fuori?
Anjutka va nel bagno delle donne!"

mirumir

lunedì, giugno 23, 2008

regole

tu devi lasciarmi fare le cose con i miei tempi. e cioè: dopo.

lisagialla

---

Procrastination (video)

Lev Yilmaz

---

Procrastination is...
(video)

Johnny Kelly

domenica, giugno 22, 2008

She was so beatiful, like someone who you will never meet, but always dream of meeting, like someone who is too good for you.

Everything Is Illuminated, Jonathan Safran Foer


Lei era così bella, bella come una che non incontrerai mai, ma sempre sogni di incontrare, come qualcuna che è troppo per te.

Ogni cosa è illuminata, traduzione di Massimo Bocchiola

---

(guy sits next to perfect stranger)
Guy: Are you dating someone?
Girl: No.
Guy: Can I have your number?
Girl: No.
Guy: Is it because I'm black?
Girl: Of course not.
Guy: Is it because you're a lesbian?

da Overheard in New York


(un tizio si siede accanto a una perfetta sconosciuta)
Tizio: Esci con qualcuno?
Ragazza: No.
Tizio: Posso avere il tuo numero?
Ragazza: No.
Tizio: È perché sono nero?
Ragazza: Certo che no.
Tizio: È perché sei lesbica?

sabato, giugno 21, 2008

coi sensi di polpa dimentichiamo i sensi di colpa

pispa

venerdì, giugno 20, 2008

Per anni dimenticato, ora Piero Ciampi, uno dei più grandi cantautori italiani, viene finalmente riscoperto dalle nuove generazioni. Il Parma Poesia Festival dedica un omaggio al cantautore livornese scomparso nel 1980, dal titolo “E continuo a cantare”. (da soundsblog)
calcio giocato batte calcio guardato

Massimo Morelli

mercoledì, giugno 18, 2008

We'll do more and more reading on screens, but they won't replace paper—never mind what your friend with a Kindle tells you. Rather, paper seems to be the new Prozac. A balm for the distracted mind. It's contained, offline, tactile. William Powers writes about this elegantly in his essay "Hamlet's BlackBerry: Why Paper Is Eternal." He describes the white stuff as "a still point, an anchor for the consciousness."

Mi appassionano molto i dibattiti sulla possibilità che i blog italiani siano portatori di buona informazione, controinformazione, citizen-informazione o piuttosto veicoli di fuffa, rimasticature, autoreferenzialità, seghe mentali.
Mi appassionano molto, e vorrei intervenire e dire la mia, vi assicuro.
Ma, vedete, ho tutti questi articoli di giornale, su quali siano i calciatori più sexy dell’Europeo in corso, ancora da leggere, e tutte queste gallery sulle tifose bonazze e sui tifosi più pazzi, ancora da sfogliare.
Magari la prossima volta, eh.

da akille

martedì, giugno 17, 2008

La più grande risorsa energetica del nostro pianeta è il Sole (...) Sviluppare l’uso dell’energia solare e delle altre energie rinnovabili significa guardare lontano, che è la qualità distintiva dei veri statisti. E’ un guardare lontano nel tempo, perché getta le basi per un positivo sviluppo tecnologico, industriale ed occupazionale del nostro Paese, senza porre pericolosi fardelli sulle spalle delle prossime generazioni. E’ un guardare lontano nel mondo, perché, a differenza dei combustibili fossili e dell’uranio, l’energia solare e le altre energie rinnovabili sono presenti in ogni luogo della Terra e, quindi, il loro sviluppo contribuirà al superamento delle disuguaglianze e al consolidamento della pace.

Vincenzo Balzani, citato da Sylvie Coyaud

lunedì, giugno 16, 2008

La ragazza in pantaloncini e maglietta
che fa ginnastica sull'aiuola verde della rotonda
è un pezzetto di sogno
dimenticato nel caffè. Oppure
vuole farsi linkare su YouTube, vuole.

federica (righepiccole)

domenica, giugno 15, 2008

Ciò che è legale fare offline, deve essere legale anche su Internet.

Massimo Moruzzi

venerdì, giugno 13, 2008

Ho ventinove anni e me ne sento sessanta, e non ho voglia di arrivare a sessanta per sentirmene ventinove.

da Il rumore del tram di Squonk

giovedì, giugno 12, 2008

Microsoft’s official position on piracy has traditionally been one of zero tolerance, but Bill Gates acknowledged this reality to a group of students in 1998. “Although about 3 million computers get sold every year in China, people don’t pay for the software,” said Gates to an audience at the University of Washington. “Someday they will, though, and as long as they’re going to steal it, we want them to steal ours. They’ll get sort of addicted, and then we’ll somehow figure out how to collect sometime in the next decade.”

mercoledì, giugno 11, 2008

S:
e se ti dicessi che il dolore è spesso auto-imposto ?
(spesso, non sempre non raramente)

M:
dovresti leggere la possibilità di un'isola di houllebecq.
Gerontologists highly recommend sex for the elderly because it improves mood and even overall physical function...

Melinda Henneberger

I gerontologi consigliano vivamente il sesso per gli anziani, perché migliora l'umore e perfino la funzione fisica complessiva...

giovedì, giugno 05, 2008

mg - ma tu sei un hacker?

c - eh?

mg - eh dai hai capito. entrare nelle banche, quelle robe lì.

c - ma naturale.

mg - ma com'è che si fa? c'è un programma apposta?

c - certo. si chiama proprio Hacker. lo scarichi, ha quattro grossi pulsanti colorati, "cracka il pentagono", "cracka unione banche svizzere". e gli altri due, beh, gli altri due, se te lo dicessi poi dovrei ucciderti.

cloabell

martedì, giugno 03, 2008

S:
secondo te esiste un corrispettivo semantico di "sublimazione", usato per definire una pulsione umana che tende ad essere esorcizzata, in inglese?
G:
sublimation

S:
speravo ne conoscessi una versione meno colta

G:
più che esorcizzata, però (e questo vale anche in italiano), vale a dire ricondotta nell'alveo di quanto socialmente accettabile (ai tempi di quel bacchettone di freud, poi, di accettabile socialmente c'era troppo poco, da cui le nevrosi di quelle donne falloprive e immagino forzatamente anorgasmiche)
questa è la versione tecnica, psicanalitica, allo stesso livello di quella italiana

(il mio traduttore semantico di fiducia)

domenica, giugno 01, 2008

We’d prefer you to have some experience of project management, and as a highly motivated team player, you’ll be able to work under pressure. You should also be willing to travel and work in a virtual environment.

jobs at shell

sabato, maggio 31, 2008

Caro non-mio governo,
mi dite che il nucleare è sicuro, oggi, e che non ci sono rischi, bene,
[...]
vi chiedo di essere coerenti e prenotare un volo per Chernobyl, dove potrete accertarvi dei passi avanti fatti dal tempo della sciagura, di come la tecnologia di oggi abbia corretto gli errori e riparato i danni. E siccome sarà un accertamento lungo, e coinvolge diversi ministeri una decisione così andateci tutti insieme e restateci per qualche giorno. Lì, sul posto, anzi entrate dentro che vedete meglio. Una settimanuccia. Poi tornate pure, ché ci vogliono 5 anni dite per metter su qualche bella centrale nuova e in 5 anni di cose ne succedono, anche a voi, mi auguro.

Sable(sse)

mercoledì, maggio 28, 2008

Thanks! I will be grateful forever, or for the next ten seconds (whichever comes first)

Gaspar Torriero

martedì, maggio 27, 2008

come creta de fiume
t'hai da sporca' le mano
pe' damme 'na forma

DoveStaZaza

lunedì, maggio 26, 2008

Mood: Ciao, come stai? Bene! (O vuoi che ti racconti?)

Gaspar Torriero
Ultimo episodio dal titolo: "Ultimo episodio"

E - Perché hai chiuso il blog?
Cs - Ero stufa

Fine

Copiascolla

domenica, maggio 25, 2008

Sono stato risvegliato da una ragazza bellissima e seminuda che entrava nel mio letto. Due minuti dopo è suonata la sveglia e mi sono svegliato davvero.

dituttounblog

sabato, maggio 24, 2008

Vorrei poter trasmettere ai miei figli tutta la meraviglia che provo quando li guardo e tutto il rispetto che sento per le loro personalità.

Il mio ruolo in fondo in fondo a ben guardare, è solo quello di un argine.
Non servo più a niente, spesso dico loro scherzando, perché vanno in gita e si allacciano gli scarponi da montagna da soli e vien fuori dai racconti che la bistecca che taglio ancora a pezzettini a casa, in gita se la son tagliata da soli (evvabbè, son patetica...).
E loro ridono e sì, mamma non serve più a niente ah ah ah.

Loro non lo sanno ed è giusto così, che son solo un argine di contenimento che per quanto può (e anche quando crede di non potercela fare) deve limitare la forza delle rapide entro confini non dannosi.
Ma non posso, né voglio deviarne il corso.

laVale

venerdì, maggio 23, 2008

Neoteny is the retention of childlike attributes into adulthood. Such attributes include sensitivity, curiosity, creativity, humor, wonder, joy, imagination and playfulness. We believe having these childlike attributes are essential to identifying and creating value because they enable people and organizations to embrace the intense change caused by the dynamic effects of technology on our society.

giovedì, maggio 22, 2008

Avviso

Giovedì 22 maggio 2008 dalle ore 8.30 alle 11.30 sarà sospesa l'erogazione dell'acqua potabile per lavori in un appartamento.

Vi invito a sopportare il disagio con serena consapevolezza.

Distinti saluti.

L'Amministratore
ciao
non sono morto, anche se mi ero levato il pensiero
attualmente sono sulla sedia
prima o poi ce la faccio.
mi sto comprando un computer apposta per riprendere il forum
ci sentiamo presto
spero.

(prikedelik sul forum di asphalto)

mercoledì, maggio 21, 2008



Stel je voor een stroom aan beelden, geluiden, geuren en emoties, snel en doeltreffend. Onophoudelijk.

Beelddenklog (by Wilg)

--

Immagina un flusso di immagini, suoni, odori ed emozioni, veloce ed efficace. Senza posa.

martedì, maggio 20, 2008

We are a pet-friendly office with a casual and fun start-up atmosphere.
[...] È difficile fare un confronto, stabilire dei parametri. [...]

Leonardo

lunedì, maggio 19, 2008

l'invenzione del secolo: il marchingegno in grado di salvare milioni di dimenticatori di parcheggi. Niente di elettronico, funziona in modo molto semplice: consiste in una carta geografica dell'isolato, schizzata a pennarello sul muro del salotto vicino alla porta, e una puntina da disegno: appena rientrato a casa dopo il posteggio, il dimenticatore dovrà solo indicare la posizione esatta sulla mappa che il giorno dopo, prima di uscire, consulterà. La sera successiva sposterà la puntina e così via. Io stesso da anni utilizzo questa tecnologia con ottimi risultati.

personalitaconfusa

domenica, maggio 18, 2008

E sì,
ho nevicato
l'inchiostro.
Ce n'era
di bisogno.

Sghembo

sabato, maggio 17, 2008

Se uno ama i libri, se ama solo i libri e non tutto quello che c'è intorno, il Salone è una perdita di tempo e un'occasione in più per farsi venire il nervo.

Petarda

venerdì, maggio 16, 2008

"la letteratura è una menzogna che dice il vero"

b.georg

mercoledì, maggio 14, 2008

quella innata attitudine ossessivo/compulsiva che ti porta a cambiare 50 volte le tendine della cucina perché non si abbinano ai riflessi del soffritto

Don Cosciotte, ospitato da Tengi

martedì, maggio 13, 2008

pisicologia infantile
è qu'a cosa che
invece d'annacce loro
te ce portano a te.

DoveStaZaza

lunedì, maggio 12, 2008

(Secondo me, dopo l’ictus, Bossi non ha ancora riacquistato la parola. È Calderoli che è ventriloquo)

stark
Caso unico al mondo, i Direct Message a me indirizzati compaiono nella mia lista pubblica. Occhio a quello che scrivete!

tengi

domenica, maggio 11, 2008

Beniamino Gigli - Mamma
--

Mammeta pensa di essere il giusto parametro per valutare la normalità.
--

Momma by Mell Lazarus
--

- Che differenza c'è tra un avvoltoio e una yiddishe mame?
- Prima di mangiarti il cvore, l'avvoltoio almeno aspetta che sei morto!
(Moni Ovadia)
--

"Mamma, tu da grande che lavoro vuoi fare?"
"Tesoro, mamma è già grande e di lavoro mette insieme persone a parlare di cose che a loro interessano. Si chiamano convegni o fiere"
"No, mamma, io intendevo di lavoro vero"
Mamma per sbaglio
--

il blogger è la mamma del commentatore
(Flounder)
--

Festa della mamma
(Wikipedia)

venerdì, maggio 09, 2008

Moto: "Decalogo dei dieci messaggi copilota-pilota"
Testato e approvato su strada, potete fidarvi ciecamente.

1- Carezzina alla gola = ho sete
2- Carezzina alla panza = ho fame
3- Doppia pacca sul petto = tutto OK
4- Pugni al petto tipo Tarzan = paesaggio fico, gasamento del pilota (che risponde impennando)
5- Strusciatina alle braccia = ho freddo (capire: fermiamoci all'autogrill = 1/2 h di ritardo sulla tabella di marcia)
6- Strusciatina alle cosce= mi sto congelando fermati ti ho detto
7- Colpi ripetuti alle reni = Cazzo fermati sto svenendo dal freddo!
8- Pacca al pacco = devo fare pipì (o più se affinità)
9- Tastata stritolante al pacco = ti ho detto che devo pisciare cazzo
10- Tastatina globbbale (massaggi circolari ripetuti) al pacco = fermati e sbattimi sui cespugli (questa funge sempre al primo colpo)

spora

giovedì, maggio 08, 2008

L'otto maggio è anche il giorno di nascita di Keith Jarret.
Io, Franco Baresi (con cui condivido anche le iniziali) e Keith Jarret.
E infatti io ho preso un po' di tutti e due.
Suono il piano come Baresi e gioco a calcio come Jarret.
Gasp.

Fab

mercoledì, maggio 07, 2008

In viaggio almeno una volta piango disperata, perché ogni rinuncia è insopportabile, e c'è sempre il momento di rinunciare e tornare a casa.

Mafe

martedì, maggio 06, 2008



Geek And Poke

- Nella nostra azienda abbiamo assolutamente bisogno di un social software tipo Facebook
- Assolutamente
- ...
- ...
- ...
- Perché?
- Primo: oggigiorno bisogna essere un'impresa 2.0...
- ...
- ...
- ...
- E secondo: voglio sapere quali ragazze sono single qui
- Capito

Ci sono 1000 buoni motivi per l'impresa 2.0

domenica, maggio 04, 2008

Io me ne vado dall'Italia.
Me ne vado dall'Italia, dall'Alitalia, dal centro Italia e dalla bassa Italia.
Me ne vado dalla Cisitalia, dalla Farmitalia,
dalla Giovane Italia, dai fratelli d'Italia e dall'Alitalia.
Me ne vado dalla Repubblica Italiana,
dal Divorzio all'italiana, dalla commedia all'italiana, 
dal caffè all'italiana, dai giardini all'italiana,
dal western all'italiana e dalla Notte italiana.
Me ne vado da questo bel paese
di Cittadini al di sopra di ogni sospetto con le Mani sulla città.
Questo paese di ladri e guardie, di Ladri di biciclette,
di Soliti ignoti, di Accattoni,
di Banditi ad Orgosolo, di Gattopardi,
di Ultimi imperatori, di Cadaveri eccellenti.
Me ne vado da questo paese di Mostri di Nuovi Mostri,
di Piovre numero uno numero due numero tre,
di Detenuti in attesa di giudizio.
Me ne vado da questi Italiani brava gente
che si credono Poveri ma belli
e invece sono Brutti, sporchi e cattivi.
Io me ne vado dall'Italia,
viva l'Italia!

remo remotti (post ispirato da una citazione su Internazionale)
Vorrei dirle: «La bellezza c’è ancora
e la difenderemo e ne faremo
dell’altra» – invece dico: «Abbiamo tempo
prima del treno». Penso che ieri
mi ha tenuto per mano – ma era solo
per non perderci nel caos della piazza.

Carlo Molinaro, da Periferie

sabato, maggio 03, 2008

dai su, dai, vieni a casa mia.

ti faccio accomodare sul divano un metro x 50 ricoperto di peli, ti preparo un tè star ustionante da tenere in mano che non c'ho il tavolino, ti faccio vedere la mia collezione di cavi ethernet e alimentatori poi ti preparo qualcosa da mangiare col dolceforno che spaccio per cucina. quando ti sarai finalmente rilassato, grazie all'ottimo tavernello del discount, potremmo risalire la scala traballante, stenderci sul futon da 7 cm e sistemarci in modo da non sentire le palanche di legno del soppalco. faremo l'amore, che emozione, ma solo da sdraiati, per non sbattere la testa al soffitto. ti piacerà, lo so, ne sono sicura. un'ultima cosa: quando vai in bagno, siccome non c'era spazio per il bidet, per lavarti ti devi sedere sul water e girare la manopola dell'acqua che troverai alla tua sinistra facendo però attenzione ai colori del rubinetto che sono invertiti.

t'aspetto.

LaCeciarelli

venerdì, maggio 02, 2008

E provo a immaginare gli amici, questi amici, a muoversi nel pastrocchio a frittata del mondo scivolato giù dal tavolo: Se lo aspettavano loro, e comunque ridono. E poi si muovono loro, non scivolavano prima (e infatti erano sempre un po' lucidamente sfasati rispetto al mondo in slitta) e si muovono ora, piedi nella catatonica frittata.

narsil

martedì, aprile 29, 2008



by random

lunedì, aprile 28, 2008

La direttrice ha chiamato mamma che mi ha guardato brutto ma io mi sono difesa e ho detto che non ce la faccio più a fare la vittima. Non potevano darmi torto: lo sanno tutti che mi fanno martire. La direttrice ha detto che queste cose non si devono fare: potevo piangere e urlare ma non lanciare la sedia. Sono d'accordo, replico: non è educato. Mica ha detto per questo, fa al massimo della rabbia: ha detto che non sono un maschio e le bambine devono imparare a non essere violente. Mia madre ha preso la parola e mi ha difeso non per la sedia ma per la motivazione della direttrice. Insomma, alla fine mi è permesso solo urlare o piangere:
sono una bambina.

...no, non guardo quasi più la tivù, se non qualcosa su sky - sì, di un altro padrone, come ci fosse qualcosa che non ne abbia- e in effetti sto meglio, mi sento più intelligente, reattivo, valuto con più distacco la mia infelicità, tipicamente occidentale, basata sulla insoddisfazione costante; vuoi che si tratti di desideri spirituali - vorrei illuminarmi-, o materiali - vorrei una bella auto e viaggiare molto... continua a leggere.

by cristiano prakash dorigo

domenica, aprile 27, 2008



Anche quando avremo 80 anni ti prenderò da dietro.

sabato, aprile 26, 2008

Ho voglia di mangiarti, perché so che anche tu lo vuoi
Ho voglia di mangiarti e di essere mangiata
Ti aspetto, svegliami.

cieloditraverso

giovedì, aprile 24, 2008

twitters di tutto il mondo, unitevi

Albamarina

--

eccola eccola eccola eccola eccola!

anija

--

style.it afferma che sono un'amante da manuale. ma manuale in che senso?

Claudia

--

solito piattino di sashimi che da alla vita il suo dolce fluire serale ...

Lele Dainesi

--

se non mi fossi già separata, mi separerei.

laflauta

--

ho mosso il sole

roipnol

--

NON MI ARRIVA NEANKE UN SMS..

georgia

--

lo sapevo, arrivo io e twitter passa di moda

caporale

mercoledì, aprile 23, 2008

Mettere da parte i verbi e preferire loro i sostantivi ha un effetto di inutile pesantezza sul testo: i sostantivi in genere sono più lunghi del verbo e spesso hanno bisogno di un verbo a loro volta.

luisacarrada

martedì, aprile 22, 2008

Cagliari, 21 apr. - (Adnkronos) - A 81 anni ha vinto la depressione causata da una serie di lutti e malattie in famiglia attivando un blog con il quale dialoga con centinaia di persone che la cercano per avere i suoi consigli. Si chiama Sebastiana Aru Atzori, vive a Cagliari, ed e' stata eletta 'Donna al Traguardo dell'Anno 2008' dalla giuria dell'associazione omonima. La singolare ed esemplare vicenda della '80ennesprint', questo l'indirizzo del blog, segnalata dalla figlia Alessandra, blogger anche lei, e' stata pubblicata nella nuova edizione delle 'Storie di ordinaria resistenza femminile' assieme ad una selezione di altre storie concorrenti alla settima edizione del Premio delle Donne al Traguardo.
non credo che ci rimarranno gli occhi per piangere, figurati i genitali per accoppiarci.

erbasalvia nei commenti di Freddy Nietzsche

lunedì, aprile 21, 2008

Bertrando Arlazzi era così sfortunato che, non appena disse che gli restavano solo gli occhi per piangere, fu accecato da un fulmine che lo raggiunse dentro casa attraverso la porta che la moglie aveva lasciato aperta per andarsene col suo migliore amico, l'unico che aveva, l'unico che aveva mai avuto, quello di cui era da sempre segretamente innamorato.

aitan

venerdì, aprile 18, 2008

"Le urne hanno sancito la pesantissima sconfitta politica di quelle forze che negli ultimi due anni, dentro il governo, sono state portatrici di una cultura anti impresa e anti mercato, che ha consapevolmente costituito un freno alla crescita economica e alla modernizzazione".

Luca Cordeo di Montezemolo
"According to Dr. George R. Zug, curator of reptiles and amphibians,
the National Museum of Natural History, 'Well that's, may I say,
bull****. If a frog had a means of getting out, it certainly would get
out. And I cannot imagine that anything dropped in boiling water would
not be scalded and die from the injuries.'"

giovedì, aprile 17, 2008

According to a 2001 UCLA study, 18.8 percent of internet users have
met someone personally that they originally met online.

mercoledì, aprile 16, 2008

Per fortuna, poi, che i nonni sono morti. Che a loro pareva tanto brutta la Democrazia Cristiana.

sphera
Pensò a tutti quegli operai che avevano scelto l'altra parte senza esitazione, come sempre, come quando preferivano un premio in nero ad un estintore nuovo.

aquatarkus

lunedì, aprile 14, 2008

dario va a fare la spesa alla coop finché la coop è ancora legale.
l'exit poll, oltre a essere pericoloso per chi lo fa e per chi lo consuma, è assolutamente inutile. Ventiquattr'ore dopo non se ne ricorda più nessuno - a meno che non sia totalmente sbagliato. L'exit poll è il SUV della statistica: consuma un sacco di energia e credibilità e dà solo problemi di parcheggio.

Leonardo
Affluenza alle urne leggermente in calo, alcuni non hanno potuto votare perché nei giorni scorsi stavano lavorando e sono morti.

Doug

domenica, aprile 13, 2008

Sol chi non lascia eredità d'affetti
poca gioia ha dell'urna

Ugo Foscolo, Dei Sepolcri

*

sabato, aprile 12, 2008

"Lei deve smetterla di essere oggetto di desideri.
Lei deve diventare soggetto di desideri."

elena petulia

venerdì, aprile 11, 2008

In TV la superficialità è un vincolo. Sui giornali è una scelta.

F. Sacco
Pino come hai fatto a perdere tutti i tuoi dischi?

Li ho lasciati a casa delle donne… e lì sono rimasti ogni volta che finiva un rapporto. Io vivo per il presente e per il futuro, non sono legato alle cose materiali e ai ricordi… forse è un male, ma è così! Pensa che gli altri Vanadium avevano a casa loro l’equivalente dell’altarino di San Gennaro sul gruppo, con tutte le foto dei concerti e memorabilia varie… io non l’ho mai fatto!
(il re del metal italiano)
Un saluto a tutti quelli che cercando su google le parole "penna stilografica nel culo" arriveranno qui.

blogghino

giovedì, aprile 10, 2008

Prepariamoci a condividere, a rinunciare, ad arrangiarci senza farci del male.

Ste

martedì, aprile 08, 2008

Custodire qualcosa è una forma di schiavitù.

Sándor Márai, L'isola, 1934 (traduzione di Laura Sgarioto, 2007)

lunedì, aprile 07, 2008

Sceglilmeglio, ovvero: la top ten di CuT'n'PaStE

Ecco le 10 migliori citazioni di questo strambo archivio di incollaggi. La selezione è stata possibile grazie alla collaborazione di chi vi contribuisce direttamente e di alcuni lettori.

---------

17 aprile 2003

Pretendere di capire cosa sono i blog andando ad una Conferenza è come voler sapere tutto sul sesso chiedendolo ad un'inferriata.

la pizia

--

30 giugno 2003

Mia madre, quando mi lamentavo del lavoro, mi diceva sempre: "Tesoro, nessuno va a lavorare fischiettando, tranne quei coglioni dei sette nani".

Giulia A.

--

9 giugno 2004

La Lettera 32 è un marchingegno troppo complicato, per me. Io, per scrivere il blog, ritaglio le lettere dalle riviste e poi le incollo sul video.

Effe

--

21 febbraio 2005

Se entro una settimana non lavo la macchina il protocollo di Kyoto va a puttane.

Hotel Messico

--

1° ottobre 2006

una madre si recò da lui e lo scongiurò di dire al giovane figlio diabetico di non mangiare zucchero poiché gli era dannoso, sperando che il ragazzo avrebbe ascoltato un uomo della forza morale di Gandhi. Con sua grande sorpresa, Gandhi le chiese invece di riportargli il figlio dopo tre settimane. Quando la donna ritornò, Gandhi disse al ragazzo di non mangiare zucchero. Quando gli fu chiesto perchè avesse aspettato tre settimane prima di parlare al ragazzo, rispose: "Tre settimane fa anch'io mangiavo zucchero".

Michael J. Gelb

--

28 marzo 2007

Stazione di R. – Sono qui ad attenderti, col vestito a fiori e la collana luccicante, bella come il sole, come non lo sono stata mai. Una voce nell'altoparlante annuncia l'arrivo del treno proveniente da M. sul binario 8. Ho il cuore in gola. So tutto di te, tranne il corpo. Non ha mai avuto importanza per noi, e non ne avrà oggi. Ci riconosceremo tra mille, lo so, me lo sento. Ti vedrò e saprò che sei tu. Ecco che il treno si ferma, i primi viaggiatori scendono. No, non sei tu. No, nemmeno tu, no. Dove sei, non ci avrai ripensato? E se non ti ho saputo riconoscere? E se mi hai riconosciuta e non ti sono piaciuta? E se fossi tu quello che si sta avvicinando proprio ora, dieci passi, quattro... Sì, non puoi che essere tu. È dunque questa la forma del mio amore. Ti abbraccio, infilo la testa nello spazio tra te e la tua giacca. È qui che voglio morire. Mi stringi, come batte il tuo cuore. Lo sapevo, lo sapevo che sarebbe stato facile trovarsi. Perché ci abbiamo messo tanto a farlo, perché. È tutto così naturale. Mi baci. Come sono morbide le tue labbra. Mi accarezzi la faccia come se fossi cieco. Le tue mani corrono lungo la schiena, con una fame. Usciamo dalla stazione, ci infiliamo nel primo albergo che incontriamo lungo la strada. Appena entrati in stanza facciamo subito l'amore, senza preamboli, senza dire nulla. Mi prendi, ti stuzzico, mi provochi, ti fomento. Alla fine, sfiniti, giaciamo uno accanto all'altra come cani. È stato meraviglioso. Torniamo a parlare di noi, come per chiudere il triangolo. Ci raccontiamo per ore quello che proviamo l'uno per l'altra. Non pensavamo che l'incontro dei corpi avrebbe potuto aggiungere intensità ai nostri sentimenti. Ora che ci siamo trovati non ci separeremo più. Ho deciso: verrò via con te. Il tempo di tornare a casa a fare le valigie e poi via, ti seguirò ovunque vorrai. Mi guardi, mi sorridi, i tuoi occhi sono così pieni d'amore. Sapessi quanto sono felice, quanto, Peppino. Non ti chiami Peppino? Ugo? Non sei l'informatico dell'IBM di F.? Parrucchiere per signora a B.? No, non sono Carmela, mi chiamo Mena, piacere.

HangingRock

--

30 aprile 2007

Non guardiamo dalla costa il mare, né ascoltiamo venti, né carpiamo orizzonti. Ora siamo acqua e mare, spuma e sale, aria e vento, luce e orizzonte. Ora siamo.

Manilo

--

14 ottobre 2007

Arkangel: "Ho fatto un sogno: ti facevi la Hunziker".
Montagner: "Masterizzamelo".

--

30 ottobre 2007

Sono invincibile quando voi mi volete più di qualunque altra cosa al mondo.
Sono vulnerabile quando penso di volervi più di qualunque altra cosa al mondo.


judith cavalera

--

14 novembre 2007

te me sai de fragola d'inverno
de rughe belle da portasse a spasso
de letto sfatto de sonno
dopo che me sei stato addosso


DoveStaZaza

---------
I’m at the Lobby Conference in Hawaii and it’s been great so far, I’ve particularly enjoyed meeting folks here. As I’m relatively new to the tech community most everyone here is new to me. The downside is the internet, which is atrocious. I get 1 second+ ping times to most sites. I’m writing this post via our mobile interface (m.wordpress.com) because normal sites are so slow.
(matt)

sabato, aprile 05, 2008

m'illuppolo d'immenso
10:00 PM April 02, 2008

quanno moro vojo esse fermentato
10:20 PM April 02, 2008

sirsquonk

venerdì, aprile 04, 2008

why does something have had to have happened?
intant io i masterizi la polenta e scanei il frico.

(intanto io masterizzo la polenta e scansiono il frico)

anonimo nei commenti de il furlanist

giovedì, aprile 03, 2008

Fatemi Guardasigilli

Ho la soluzione al problema della Giustizia in Italia:
ogni volta che spengo il pc aziendale si chiudono 53 processi.

Dario Di Ludovico

mercoledì, aprile 02, 2008

evitiamo di attaccarci come le cozze all’ideale perfetto, che nessuno raggiunge mai, e facciamo quel che possiamo nel mondo reale.

Gianni

martedì, aprile 01, 2008

intorno ai 30 è vero che diventa un troiaio, anche per le donne. Si attinge dai 19 ai 60 (messi bene) che è una bellezza.
Al di sotto MOIGE, al di sopra Villa Arzilla, in mezzo:
” caro, ho mal di testa”.

caterina nei commenti a un post di Filippo Facci sul blog di Grazia
Entrare nei locali cagoni vestiti come merde incuranti di alcune troie auto convinte della propria fighitudine e odiare spilorci miliardari sbronzi di vodka inchecchita e bastarda che si allungano con lingue giallastre addosso a donnine fintamente compiacenti e puttaneggianti, baristi cinquantenni con pochi capelli e poca credibilità armati di rolex inebetiti da un andazzo musicale nomade e vagabondo, pelati e parrucchini che si accoppiano cercando interesse lascivo investiti da petardate di scoreggie meravigliose e vivisezionanti , un uomo, basso, con gli occhiali, forse gay, forse, no, bello e gentile, attaccato a due labbra pompose e grottesche, un fardello da portare addosso al suo sorriso ironico, serbatoio della sua malinconia, tenero, solo.

dal teatro invisibile di maxpotter