sabato, novembre 30, 2002


Emotion Eric


a cosa serve una webcam...


Pare che... il mondo giri alla rovescia
[Radici nel cemento]

lunedì, novembre 25, 2002

Arianna Dagnino (ex sleeping Arianna) sui blog italiani

Ci scrive:
carissimi blogger italiani,
volevo segnalarvi che oggi sull'inserto economia del Corriere della sera è uscito il primo mio aritcolo dedicato ai weblog italiani. I prossimi usciranno sul numero 49 del 2 dicembre di "Gioia" e sul numero di dicembre del mensile "Wireless". Vi comunicherò invece più avanti le uscite sul "Corriere delle telecomunicazioni" e sul settimanale "Lo Specchio".
Spero con questo di essermi fatta perdonare la "svista" con cui mi sono aggiudicata il nickname di "sleeping". Ma so che comunque - pignoli come siete - troverete senz'altro qualcosa che non va... :-)
un saluto a tutti e buona serata
arianna

Arianna, nun te preoccupa', oramai ci stai simpatica!
LINK, doppio LINK, straLINK
(che per un blog equivale a SMACK)

giovedì, novembre 21, 2002

Petroliera affonda - vista da Helghi


lunedì, novembre 18, 2002



venerdì, novembre 15, 2002

United Blogzine of WWW

Questa sorta di agenzia stampa virtuale oggi incontra qualche problema tecnico e così il riquadro delle notizie (in italiano: newsfeed) non risulta visibile nei siti che lo ospitano.
Rimediamo presentando qui sotto gli inserimenti odierni (il cui numero, peraltro, è decisamente inferiore alla media abituale):

[UBW] HellB..lob: "il diavolo probabilmente..." by Ankor, su BloboftheBlogs.

[News] Nella notte, retata al sud: decine di arresti tra i No global in Campania, Puglia e Calabria. (Radio Popolare e Repubblica.it)

[UBW] Erroneo.org e' tutto nuovo, si parte con il settimanale!

Cari amici,
Ogni giorno i media ci propinano notizie inzuccherate o invelenite (a
seconda che si parli dei Buoni o dei Cattivi), e ogni giorno milioni di
Italiani, apparentemente ormai indifferenti a tutto, leggono di morti, di
feriti, di attentati, di condoni fiscali, di leggi fatte ad hoc per evitare
le manette ai governanti, di terroristi, di bombe e di kamikaze, di minacce
di guerra "preventiva" che violano qualsiasi costituzione, di politici di
sinistra che lavorano per la destra, di fascisti che fingono di battersi
per i diritti umani... il tutto in un confuso minestrone che viene
puntualmente digerito.

Forse però questa volta si sta veramente toccando il fondo: pochi giorni fa
in un teatro di Mosca è stato commesso sotto gli occhi di tutti un eccidio
senza prececdenti, perchè, per eliminare una quarantina di "terroristi" (i
soliti Cattivi, quelli cioè che dovrebbero morire a casa loro in silenzio
insieme ai loro familiari, invece di andare a farsi saltare in aria
altrove), non si è esitato un solo secondo ad attentare alla vita di oltre
700 persone, di cui più di 150 sono morte subito o quasi. Il bilancio ad
oggi: oltre a quasi tutti i terroristi, 117 morti fra gli ostaggi, di cui
due (DUE!) per mano dei terroristi e centoquindici (CENTOQUINDICI!
finora...) per mano dei Buoni.

Il risultato? Tutti i Buoni del mondo che conta si stringono con
solidarietà e commozione intorno a Putin dimostrandogli quanto lo
comprendano e quanto invece condannino i Cattivi ceceni. I giornali
pubblicano pagine su pagine di foto a colori delle vittime della strage e
qualche timido giornalista pone la domanda (con molto rispetto, però): Ma
che tipo di gas avete usato? Nervino, paralizzante, soporifero?... Diteci,
diteci...

E nessuno, NESSUNO, neppure le organizzazioni umanitarie, fino ad oggi ha
levato con VEEMENZA la voce condannando l'atrocità di quanto è successo. Ma
siamo proprio tutti MORTI????
Scusate lo sfogo.

Grazia Guaschino - Torino

mercoledì, novembre 13, 2002

"come può chi accede alla Rete per soddisfare il piacere della propria onnipotenza percepire la propria impotenza e decidere di farsi aiutare?"
da Repubblica.it

giovedì, novembre 07, 2002

Senza freni
Da ieri, e per almeno i prossimi due anni, il mondo è un posto più difficile da vivere, scrive Marco D'Eramo sul Manifesto. E sono state poche migliaia di elettori in Missouri e in Minnesota che ce lo hanno reso più ostico.
Da ieri infatti il presidente George W. Bush ha le mani libere: controlla sia la camera, sia il senato degli Stati Uniti.

Tah dan!

Con l'ultimo colpo di mano di una lunga serie, accantonando con cinismo l'emergenza in Molise, la maggioranza ha
approvato la legge Cirami giusto in tempo per scongiurare il verdetto di Milano e salvare così l'imputato Cesare
Previti dalla gravissima accusa di corruzione di magistrati. Nello stesso giorno, scrive Curzio Maltese sulla Repubblica, arriva la notizia che il presidente del consiglio e i collaboratori Galliani e Berruti hanno ottenuto il proscioglimento nel processo Lentini. Non perché innocenti ma perché nel frattempo si è provveduto in
parlamento a cancellare di fatto il reato di falso in bilancio. Un reato per il quale l'America di Bush, supposto modello del nostro premier, ha appena elevato la pena fino a venticinque anni di carcere.

mercoledì, novembre 06, 2002



martedì, novembre 05, 2002

A quanto pare funzionano...



...visto che anche stavolta si è salvato il culo!