venerdì, novembre 30, 2007

Tu non sai:
ci sono betulle
che di notte levano le loro radici,
e tu non crederesti mai
che di notte gli alberi camminano o diventano sogni.

Pensa che in un albero c'è un violino d'amore.
Pensa che un albero canta e ride.
Pensa che un albero sta in un crepaccio e poi diventa vita.
Te l'ho già detto:
i poeti non si redimono,
vanno lasciati volare tra gli alberi
come usignoli pronti a morire

Alda Merini, citata da Orlando

giovedì, novembre 29, 2007

nostalgia
Etimologia: Comp. del gr. nóstos 'ritorno' e -algia, propr. 'dolore del ritorno'; in orig. voce della terminologia medica
Definizione: s. f. desiderio intenso e struggente di una persona o una cosa lontana: la nostalgia dei figli, del paese natio; soffrire di nostalgia.

memoria
Definizione: s. f.
1 facoltà della mente di conservare e richiamare alla coscienza nozioni ed esperienze del passato
2 idea o immagine di cose, fatti o persone che si conserva nella mente

Garzanti Linguistica, Dizionario d'Italiano

mercoledì, novembre 28, 2007

La nostalgia è il contrario della memoria. È un modo di utilizzare il passato contro il presente. È un modo di dimenticare questo passato, e di non agire nel presente.

Cristina Comencini (cit. da HangingRock nei suoi commenti)

martedì, novembre 27, 2007

su ebay ho acquistato una schiuma da barba al profumo di figa

Doug

lunedì, novembre 26, 2007

estamos hechos de olvido

(Jorge Luis Borges)


siamo fatti d'oblio

sabato, novembre 24, 2007

sotto casa mia una signora albanese ha aperto una piccola sartoria rammendi

[ leggi tutto ]

elena petulia

venerdì, novembre 23, 2007

[ vorrei che il tuo tempo trovasse spazio dentro di me ]

e.l.e.n.a. per A-Tempo

giovedì, novembre 22, 2007

"E dunque mi piace ripetere, con quieta allegria: dieci milioni di firme ai gazebo sono solo una ridicola bugia. Bugiardo chi la ripete, sia esso politico o giornalista. Bugiardo, bugiardo, bugiardo. Dieci milioni di volte bugiardo."

Michele Serra su Repubblica via Wittgenstein
Cecilia Bartoli - Exultate Jubilate / Alleluia (Mozart)

martedì, novembre 20, 2007

Hypatia™ Sans Font:
Sviluppati per i clienti che registrano Adobe Creative Suite® 3. Questi originali e stilosi caratteri si ispirano agli anni 20 e 30. Scarica i nuovi caratteri della famiglia Adobe del valore commerciale di €199 , gratuitamente.

dalla registrazione dei prodotti Adobe

lunedì, novembre 19, 2007

Centralino delle lingue
É una programma che aiutavi trovare un socio chi intona le tue esigenze. Fa armicizie internazionale, e goda della varietá culturale di FB!

dagli annunci pubblicitari dentro Facebook

sabato, novembre 17, 2007

1. Rifiutiamo la dicotomia sinistra/destra e proponiamo in sua vece l'utilizzo di: Stanlio & Ollio, Tondo & Aguzzo, Tanti & Pochi o qualsivoglia altra opposizione possa esprimere una differenza

2. E' Stanlio chi e solo chi si batte per affermare il seguente principio: se ho una fetta di torta e due affamati, uno taglia e l'altro sceglie quale fetta mangiare.

dal manifesto di ISBN edizioni
Meglio sogni che male accompagnati.

Rockit Newsletter

giovedì, novembre 15, 2007

[...]
Potresti già aver passato il tempo dello sbattere le ali
ed invece adori il tanfo del tuo bozzolo statico.
[...]

"Cataratte aspre", da A passo d'angelo di Mikel Capelli, Untitl.Ed

mercoledì, novembre 14, 2007

te me sai de fragola d'inverno
de rughe belle da portasse a spasso
de letto sfatto de sonno
dopo che me sei stato addosso

DoveStaZaza

lunedì, novembre 12, 2007

Il miglior servizio reso a se stessi è regalarsi buoni ricordi cui attingere fino alla fine dei propri giorni.

francesco

domenica, novembre 11, 2007

Scoperto il senso della vita.
Era su Google.

Daniele Luttazzi, Decameron, in onda su La7

sabato, novembre 10, 2007

Il cuore rallenta e la testa cammina
in un buio di giostre in disuso
qualche rom si è fermato italiano
come un rame a imbrunire su un muro
saper leggere il libro del mondo
con parole cangianti e nessuna scrittura
nei sentieri costretti in un palmo di mano
i segreti che fanno paura
finchè un uomo ti incontra e non si riconosce
e ogni terra si accende e si arrende la pace

Fabrizio De Andrè, Khorakhané - citato da sauro

venerdì, novembre 09, 2007

I mercati sono conversazioni: e infatti si sentono anche un bel po' di fesserie.

Squonk

giovedì, novembre 08, 2007

"And every breath we drew was Hallelujah"

Leonard Cohen / Rufus Wainwright


E ogni nostro respiro era un rendere grazie
Ottocento bomboniere. Fanculo, fanculo, fanculo, fanculo, e butto.

Agna

mercoledì, novembre 07, 2007

Köln- Polizei lobt Teilnehmer

Kurden und Türken demonstrierten friedlich
Aufatmen bei 600 Polizisten. Denn die beiden mit Spannung erwarteten Kundgebungen von Kurden (Samstag) ...

martedì, novembre 06, 2007

lunedì, novembre 05, 2007

L'Acqua di Colonia (dal francese Eau de Cologne) è una soluzione di olii eterici in etanolo diluito (80-90%) che nell'originale Acqua di Colonia di Giovanni Maria Farina contiene un 4-8% di essenza di profumo, mentre il più conosciuto Eau de Cologne ne contiene un 2-4%.
L'Acqua di Colonia è composta da essenze di limone, arancia, bergamotto, mandarino, limetta, cedro e pompelmo. Inoltre può contenere olio di lavanda, neroli, rosmarino, timo, petitgrain e olio di gelsomino.

Giovanni Maria Farina (Santa Maria Maggiore (Verbania, Piemonte), 8 dicembre 1685 - Colonia, 25 novembre 1766) fu un famoso profumiere italiano.
All'inizio del '700 si trasferisce a Colonia, dove nel 1709 fonda la più antica fabbrica di profumo del mondo. In onore della sua città d'adozione, nel 1714 egli decide di denominare la sua fragranza Eau de Cologne (acqua di Colonia).

+

L'Acqua di Colonia (Una storia profumata, di Placida Signora)

domenica, novembre 04, 2007

Questa storia del pollice opponibile l’avevo sempre sottovalutata. Voglio dire: non può essere che tutta la chiave dell’evoluzione sia lì. Pollice dritto: scimmia, pollice opponibile: uomo. E dai, ci dev’essere qualcos’altro per forza. Mi sembrava evidente, ad esempio, che la perdita di pelo fosse stata molto più determinante, dal momento che ha costretto la specie umana a inventare i vestiti, e quindi lo shopping.

leetah
h2ohatcher

giovedì, novembre 01, 2007

Piu' che ti sguardo

Piu' che ti sguardo vorrei fiocinarti
con punta di polpo, sbatterti a riva
col nero di seppia, in un solo colpo
aggranchiare i tuoi fianchi, farti
aragosta, non gambero inverso,
succhiarti le chele calarti le braghe
e poi farti male.

D'altronde sapevo, gia' in tuffo d'esordio,
che il mare e' miraggio. poi pallido assorto
rimane il fondale.

Luigi Nacci (da: AA.VV. - Di sale, sole e di altre parole)