giovedì, dicembre 31, 2009

Se riusciamo a prendere congedo da tutte le nostre storie. Dal nostro essere carnefici o vittime.
Solo allora, forse, potremo salvare il mondo.

Chuck Palahniuk citato da tandream
(su segnalazione di flounder)
a me sta cosa che i dirigenti di una importante televisione andassero al supermercato, quella volta che li ho ascoltati mentre me lo dicevano mi sembrava come scoprire che la mia maestra delle elementari faceva la pipì.

Sid
chi rifiuta uno strumento che aumenta a dismisura le nostre possibilità dirette di accesso ai contenuti e ai nostri pari non sta rifiutando il “computer” o la “tecnologia”, ma sta dicendo no alla collaborazione, alla socialità, all’impegno, alla libera espressione.
Oggi più che mai: chi ti dice che vuole regolare “Internet” si sta autodenunciando come qualcuno che vuole regolare la tua libertà di comunicare, informare, partecipare, agire senza dover chiedere il permesso a un potere centralizzato.

Mafe

mercoledì, dicembre 30, 2009

ecco
mi hanno spiegato che è stata colpita la zona aracnoidea
dove partono tutti i nervi
e che il mio cervello si sta riavviando
io temo che il dispiegarsi dell'attività cerebrale
impieghi lo stesso tempo riscontrabile nell'evoluzione del bambino
c'è pure un'evoluzione ghiandolare che invece è a posto
ma i bambini devono imparare a muovere un corpo di una decina di chili
e sembrano disegnati apposta per cadere
io invece no

Prikedelik

martedì, dicembre 29, 2009

L'immensità di quanto poco me ne fotte mi dà le vertigini.

Lia

lunedì, dicembre 28, 2009

se gli enti locali producessero in casa sistemi bio ingegneristici si creerebbe lavoro e si sconfiggerebbe una buona porzione di corruzione legata alla mafia degli appalti innescando un circolo virtuoso che gioverebbe a tutti.

Diario della coltivazione

domenica, dicembre 27, 2009

Little girl with large nose and pink jacket: Mommy, why is it cold out?

Mom with large nose wearing blue parka: Because your father is an asshole!

da Overheard in New York

--

Ragazzina con nasone e giacca rosa: Mamma, perché fa così freddo?

Mamma con nasone e parka blu: Perché tuo padre è un coglione!

mercoledì, dicembre 23, 2009



lo farò, è tempo che i bambini sappiano la verità su babbo natale e su come la pensa sulle droghe leggere. - hotel messico

Santa Dude. - Alessio Bragadini

lunedì, dicembre 21, 2009

Eckhart saw Hell too. He said: The only thing that burns in Hell is the part of you that won't let go of life, your memories, your attachments. They burn them all away. But they're not punishing you, he said. They're freeing your soul. So, if you're frightened of dying and... and you're holding on, you'll see devils tearing your life away. But if you've made your peace, then the devils are really angels, freeing you from the earth.

(Louis)
È tempo di tempi lenti.
È ora di fissare una foglia che cade e tutte le giravolte che fa. Fissarla e innamorarsene, avere il tempo e 'fanculo a tutto il resto.
[...]
Fotogramma per fotogramma vado piano, sento tutto. Ho la testa libera come mai prima.
E affiorano tutti i segni e tutte le parole. Tutta la presenza scolpita dentro. Sento esattamente dove quei segni mi hanno modellata.

laVale

domenica, dicembre 20, 2009

L'immaginazione non la uccidi, se non da piccola.

Rillo

venerdì, dicembre 18, 2009

Andare, voce del verbo cantare.

Sghembo

giovedì, dicembre 17, 2009

Si vantava di riuscire a tenere molto a lungo presso di sé i domestici e si faceva un dovere di curarli personalmente quando si ammalavano. Una volta Madeleine aveva avuto la tonsillite: le preparava i gargarismi con le sue mani. Poiché durante la giornata non trovava un momento libero, lo faceva alla sera, dopo il teatro. Madeleine, svegliata di soprassalto, testimoniava la sua riconoscenza solo a posteriori e per di più in termini alquanto freddi, pensava la signora Péricand. Ecco come sono quelli del popolo, mai contenti — e più ci si dà da fare per loro, più si mostrano volubili e ingrati.

Irène Némirovsky, Suite francese (traduzione di Laura Frausin Guarino)
La democrazia regna per permettere ai grandi di organizzare tranquillamente il nostro suicidio collettivo.

su twitter Corinne Le Page, vicepresidente della commissione europea ambiente

mercoledì, dicembre 16, 2009

Babbo Natale, tu, tu che la notte di Natale prendi la slitta e le renne con il naso rosso e fai il giro del mondo senza ritardi, tu che hai quei sacchi senza fondo, tu che passi dai camini anche con quel pancione, tu che ti vesti uguale 365 giorni l'anno da quando sei nato e non puzzi mai.
Tu? Perché non esisti?

Winnie (in Post Sotto l'Albero 2009, pag. 49)

martedì, dicembre 15, 2009

Le cose come stanno non stanno mai ferme. E dirle è un filo infinibile di nastri di colore diverso, pieno di nodi all'incastro tra pollice e indice.

Elena Petulia

sabato, dicembre 12, 2009

là nella piazza sedici morti

Yu Kung - Luna Rossa

giovedì, dicembre 10, 2009

la grammatica è un sistema per impadronirsi del tempo; scrivere “lui era”, “lui è”, “lui sarà” vuol dire afferrare il passato, il presente e il futuro. Per intero; non lasciarsi più portar via.”

Nadine Gordimer (citata da Residuo secco)

martedì, dicembre 08, 2009

Stanotte non mi strucco.
Non è pigrizia.
Metti caso che ti incontro in un sogno erotico, almeno non sfiguro.

Irrisolta

lunedì, dicembre 07, 2009

Everyone is asked their opinion about every detail in order to prevent them from having one about the totality.

Raoul Vaneigem, citato da Strelnik

A ciascuno viene richiesta un'opinione su ogni particolare per impedirgli di averne una sull'insieme.

domenica, dicembre 06, 2009

Miles de personas despiden y cantan a Víctor Jara en un funeral popular
El cantautor chileno recibe el homenaje popular 36 años después de su asesinato

Más de 12.000 personas acompañaron ayer el cortejo fúnebre de quien 36 años después de ser torturado y asesinado por los militares pudo recibir homenaje y despedida. La viuda del cantautor, director teatral y versátil artista chileno Víctor Jara le había dado sepultura de manera semiclandestina en septiembre de 1973, acompañada de dos personas, en un modesto nicho del Cementerio General, el mayor de Santiago. Fuera del camposanto, la capital vivía bajo el miedo y la persecución de la dictadura del general Augusto Pinochet.

Manuel Délano - Santiago - 05/12/2009, El País

[segnalato da Poldo]
---

Santiago del Cile - “Vi sembra normale che abbiamo dovuto aspettare trentasei anni per seppellire dignitosamente Victor Jara? A cosa sono serviti vent’anni di democrazia?”. Così ci aveva detto alcuni giorni fa, Rosa Ramirez. Una domanda senza risposta, quella dell’attrice icona del teatro cileno. Eccolo allora, il funerale postumo del grande cantautore, vittima simbolo del golpe. Come un sommovimento del cuore, nella sede della Fondazione a lui intitolata, in Plaza Brasil, da giovedì migliaia e migliaia di persone si sono accalcate a dare l’ultimo saluto e ad accompagnarlo oggi al cimitero di Santiago.

Victor Jara era stato torturato e ucciso durante il golpe, sepolto in silenzio, accompagnato solo dalla sua compagna Joan.

Fabio Bozzato in Lettera 22

sabato, dicembre 05, 2009

Quando sono ingrassata, mi ha detto che gli piacciono le donne "in carne". Quando poi sono dimagrita, mi ha detto che gli piacciono le donne snelle. Io allora ho capito che mi ama.

aranciaverde

mercoledì, dicembre 02, 2009

Allora si disse che da qualche parte bisognava cominciare, andò al telefono a gettoni dell’ospedale e con due gettoni, e senza respirare, spiegò alla moglie che da quel momento le cose erano cambiate. Non aveva casa, non aveva lavoro, era così povero da sentirsi libero, la moglie non gli poteva togliere niente. Quando il secondo gettone cadde nella pancia del telefono lui le chiese scusa e lei gli disse che era un pezzo di merda, lui le chiese nuovamente scusa e lei di nuovo che era un pezzo di merda, fallito, pezzente, miserabile e mio padre che aveva appena trovato il coraggio si domandò quanto cristo durassero due gettoni.

Hotel Messico

martedì, dicembre 01, 2009

però. che ne sapete voi dello zucchero a velo, delle sue traverse, dei suoi ritagli. che ne sapete voi dell'incavo dei chiodi nel mio legno tenero, del verde come lo vedo io, dei codici a barre che ho stampati a pacche sulle spalle. che ne sapete voi. e che ne so io del verso dei vostri capelli la mattina, dell'odore della vostra pelle col cotone, dei vostri denti da latte sotto i cuscini. che ne so io. che ne sappiamo noi. ma poi, ce ne frega qualcosa? a volte sì.

LaCeciarelli

lunedì, novembre 30, 2009

La poesia si distingue dal linguaggio automatico appunto perché a metà del viaggio ci riscuote e ci sveglia. La parola ci appare allora molto più lunga di quanto credessimo, sicché ci rammentiamo che parlare significa essere sempre in cammino.

Osip Mandel’štam cit. da M.Elena

domenica, novembre 29, 2009

Negli ultimi dieci anni la complicità della vittima è stato il punto focale della mia attenzione, è solo da lì che si può ripartire onestamente per scardinare un meccanismo che non funziona, che genera danno. Accettare la propria complicità permette di adeguare le armi al combattimento, di forgiarle in modo assolutamente non casuale.
Vale per tutto, all’esterno e all’interno. Vale per gli abusi che si subiscono e quelli che ci si autoinfligge. Negli abusi autoinflitti considero anche una somma di eccessi rispetto ai quali perdiamo il controllo e che ci ledono. Più ne abbiamo bisogno e più ci danneggiano.

Flounder

venerdì, novembre 27, 2009

Che certe volte io mi sveglio nella notte e mi chiedo: ma com’è che l’ho conosciuto questo qui che mi russa accanto part time?

Isa Dex

martedì, novembre 24, 2009

O ssaje comme fa 'o core

Tu stive 'nzieme a n'ato
je te guardaje
e primma 'e da' 'o tiempo all'uocchie
e' s'annammura'
già s'era fatt' annanze 'o core.
A mme, a mme
'o ssaje comme fa 'o core
quanno s'è annamurato.

Tu stive 'nzieme a mme
je te guardavo e me dicevo:
"Comme sarrà succiesso ca è fernuto?"
ma je nun m'arrenn'
ce voglio pruva'.
Poi se facette annanze 'o core
e me dicette:
"Tu vuo' pruvà?
E pruova, je me ne vaco!"
'O ssaje comme fa 'o core
quanno s'è sbagliato.

Massimo Troisi (video)

lunedì, novembre 23, 2009

Vi chiedo solo - scusate l'invasività della richiesta - la media dei vostri amici o parenti sotto i 40 anni ammalati di tumore. Nel frattempo vado a vomitare.

mafe

video del tentativo di intervista all'Ing. Riva (proprietario dell'ILVA di Taranto)

domenica, novembre 22, 2009

Le favole non dicono ai bambini che esistono i draghi, i bambini già sanno che esistono, le favole dicono ai bambini che i draghi possono essere uccisi.

Gilbert Keith Chesterton (cit. da fraublucher)

venerdì, novembre 20, 2009

spiegare le battute a chi non le capisce è un po' come dire "sposta quella lingua" a chi non sa baciare

Adamo Lanna

giovedì, novembre 19, 2009

sai come si chiama il piu grande nutrizionista giapponese?
     
Hommangiato Seifiki
     
e il suo nipote e cliente?
     
Hoccagato Seifiki
Sono bastate due pagine che già chiudi il libro, che hai capito il perché di questo strano appuntamento, in questa strana notte che per un attimo ti eri illusa di riuscire a dormire presto. Ti risuona in testa una frase di Irving arrivata a tradimento nel pomeriggio, una frase capace di far riaffiorare tutto quello che è successo da quel mare in poi.

mastrangelina (in Felicemente disadattati)

mercoledì, novembre 18, 2009

Practise the shrug; eventually you will be able to do it in such a way as to suggest that, not only has the witness not hurt you, but that the witness is beneath the contempt of the civilized world.

K.F. Hegland, citato e tradotto da Gianrico Carofiglio

Esercitatevi nella scrollata di spalle; alla fine sarete capaci di praticarla in modo tale da suggerire non solo che il teste non vi danneggia, ma che quel testimone è al di sotto del disprezzo della gente civile.

lunedì, novembre 16, 2009

Se questa maligna volontà di vendetta è ciò che ha prodotto Strasburgo per favore riattaccategli i crocifissi nelle aule, che si tengano la loro crudeltà di fondo ben esemplificata da un morto dissanguato trafitto di chiodi esposto a bambini dai tre anni in su, che godano della loro superiorità su tutte le altre religioni e dei loro privilegi all'interno di una scuola pubblica che di laico non ha niente, ma lascino in pace i bambini dell'età del mio

Sable

domenica, novembre 15, 2009

e se ve la trovaste di fronte hellokittizzata (o simili) a sopresa al primo o secondo appuntamento? - blimunda

al terzo mi presenterei con la felpa dei gormiti - confuso

(da friendfeed)

sabato, novembre 14, 2009

– Io scrivo versi!- (Pam! Sentono questa parola per la prima volta, sorridono senza capire, e quando me ne andrò diranno che sono un tipo strano, che non faccio contenta la mamma, che sono un buono a nulla e che sarebbe meglio se facessi qualcosa di pratico). Sorrido, ma c’è poco da ridere.
Gente simile è un muro intorno all’anima e di muri siffatti ce n’è a milioni, quante sono le stelle, impenetrabili, massicci, ignari. Sbattici contro e se ne stacca una pietruzza appena, e il piccolo buco subito si riottura. Questa gente ha vissuto molto più a lungo di me, ma non ha visto, non ha sentito e non ha provato niente tranne il suo muro.
Io anch’io ho il mio muro, certo. Ma questo muro mi opprime almeno, almeno mi soffoca, almeno mi cade addosso. Sono un cattivo lavoratore, il mio muro è forato, pieno di buchi, è come una visione del cappottino di Rimbaud – non è quindi orgoglio ciò di cui ti parlo.
Ma amo molto i ciechi, che imparano ad andare senza il bastone bianco. Che cadano, che inciampino, ma procedano appoggiandosi a se stessi!

Jiri Orten, 22 luglio 1940 - da viadellebelledonne

venerdì, novembre 13, 2009

Benati, Silenzio in Emilia



da Phonkmeister

giovedì, novembre 12, 2009


Noisy Alphabet di Tom Gauld
Giro il mondo, vi prego di credermi: la gentilezza, fino a qualche tempo fa, era il nostro marchio di fabbrica, e attirava più stranieri di Venezia e del Colosseo.
Non so cosa ci stia succedendo, e cosa possiamo fare per rimediare. Forse considerare l'aggressività per ciò che è: non lo stile dei forti, ma il marchio dei falliti.

beppe severgnini su Italians
A ogni buon conto, se non volete considerare i taglietti con la carta alla stregua di un infortunio sul lavoro, dateci almeno dei cerotti che rimangono attaccati, per la miseria.

Catriona Potts

mercoledì, novembre 11, 2009

Non è felice chi gode, ma chi è convinto che godrà ancora.

splendidi quarantenni

martedì, novembre 10, 2009

1870: A.G.Bell inventa il telefono.
1871: Antonio Meucci afferma che il telefono lo ha inventato prima lui e gli fa causa.
1872: A.G.Bell telefona alle 2 di notte a Meucci e gli spiega nei dettagli come è fatta la patana della mamma.
1873: Meucci scrive sul muro grande della stazione “vuoi chiavare? telefona…” e mette nome cognome e numero di telefono della mamma di G.Bell.
1876: Viene inventato il primo telefono a disco.
1877: Adesso cani e puorci riescono a utilizzare il telefono.
1878: Adesso pure i sciemi.
1880: Adesso pure le femmine.
1881: la Sip accumincia a mandare le bullette.
1891: Guglielmo Marconi costruisce la prima radio.
1891: (la sera) gliela fottono da dentro alla machina.

Gianfranco Marziano (grazie a Hotel Messico)

lunedì, novembre 09, 2009

Da ragazza abitavo tra un querceto e i binari di una ferrovia.
Il passaggio dei treni dava l’ora a mia madre, che si regolava con littorine, treni merci e campane.
Non mi facevano studiare, non c’erano soldi. Ero a servizio presso un pittore. Mi chiedeva di spolverare, specie scaffali aperti su cui erano sparsi libri che poi mi prestava. Un giorno mi lasciò il libro di un russo, Tolstoj si chiamava.
Una domenica mattina ero a casa mia, e non c’era niente da fare.
Buttai pane in una borsa di canapa, presi il libro di Tolstoj, andai al querceto.
Cercai l’angolo d’ombra dove Gino mi aveva baciato i capelli, e la schiena, prima di partire soldato.
Stesa su erba secca lessi pagine, spazzolando via ostinate formiche dai fogli. Mangiai pane.
Ore dopo, si sentì lo sferragliare della littorina della sera. Lo scuro nascondeva le parole, gli occhi bruciavano.
Intorno, era buono l’odore delle querce.
Elena G. (sul blog di Sidgi)

domenica, novembre 08, 2009

Oggi ho fatto colazione col vino, ho mangiato noccioline MA ho lavato i piatti.
Poi ho guardato un film.

(zabrini)

venerdì, novembre 06, 2009

tu sei il nuovo mondo scoperto per errore
me credevo ch'eri india invece sei l'amore

LaCeciarelli


(titolo di e.l.e.n.a.: l'uomo di colombo)

giovedì, novembre 05, 2009

Coniuge: I file che mi hai allegato erano sbagliati
Sable: Li ho presi dal tuo PC in casa, dalla cartella che mi hai detto, i nomi che mi hai detto
Coniuge: Ma dentro non c'era quello che volevo
Sable: Non li ho aperti e modificati, te li ho solo allegati!
Coniuge: Non c'è nessuno degli aggiornamenti che avevo fatto
Sable: Quelli che hai fatto ieri lavorando sul PC dell'ufficio?
Coniuge: Sì
Sable: Te lo ripeto lentamente: gli aggiornamenti che hai fatto ieri sul PC dell'ufficio, lì dove sei ora?
Coniuge [dopo considerevole riflessione]: Ah già, forse non sono in casa
Sable: Forse. Ciao [riattacca il telefono e cerca il numero di un avvocato divorzista in gamba]

mercoledì, novembre 04, 2009



a chi subisce violenze da uomini e da mali. A chi se ne va.

caffè a colazione

martedì, novembre 03, 2009

Ci sono momenti nella vita in cui, per la tutela psicofisica propria e dei propri figli, si rendono necessarie azioni che non vorresti compiere. Purtroppo la stupidità umana mi ha messo in pericolo, e da oggi le mie identità virtuali cesseranno di esistere. Non fatemi domande, non posso rispondervi.
Staremo bene, sia io che i cuccioli. Magari un giorno tornerò, a tempo debito, se tutto andrà per il verso giusto. Grazie per le parole di conforto, per il supporto, per esser sempre stati qui ad ascoltarci. Mi mancherà questo scambio, ma non posso fare altrimenti e non per mia volontà.
A presto, spero.
BlackCat

lunedì, novembre 02, 2009

Due pezzi rotti incollati, sembrano un pezzo intero, anche se un poco più strano

francesco, qui
L'alta definizione sarà la rovina della vostra fantasia, signori. Improvvisamente vi accorgerete che le gnocche dei vostri sogni sono donne normali, truccate e illuminate bene.

Giulia B. (da FF)

venerdì, ottobre 30, 2009

il bello delle relazioni umane sta nell’associare le parole alla carne

splendidiquarantenni

mercoledì, ottobre 28, 2009

il mio amico ha l'ifono che non solo lo sveglia ma lo fa anche addormentare

Sba™ (su FF)

martedì, ottobre 27, 2009

i vincenti in realtà sono perdenti che si accontentano
e i perdenti
sono perdenti

(alle durante lo spezzatino)

lunedì, ottobre 26, 2009

Yesterday is history, tomorrow is a mistery, but TODAY is a gift, that's why it's called present.

Kung Fu Panda, cit. da Winnie


Ieri è storia, domani è un mistero, ma OGGI è un dono, per questo si chiama presente.

domenica, ottobre 25, 2009

Certe notti son lì che vado in bagno e prima di buttarmi sul letto a quattro di bastoni mi guardo allo specchio e mi dico “Eh beh, però guarda come ti sei conciato” e allora prendo il BlackBerry che ci ho salvato una foto di Ghedini e passa tutto, roba che spero che il PresDelCons abbia un processo da qui al 2024 così l’avvocato mi si mantiene sempre come benchmark negativo.

Sir Squonk (su Cloridrato di sviluppina)

venerdì, ottobre 23, 2009

Maichemmer non glielo far finire sto cavolo di cosa che stavano facendo, se sai che poi muoiono. se senti uno che ti dice scolta Maic adesso ti dico l'assassino ma prima fammi finire questo centrino all'uncinetto che stavo facendo tu non glielo far finire!

Sid

mercoledì, ottobre 21, 2009

Quello che a noi dispiace sono gli altri comportamenti. a volte caga in casa o piscia nonostante siamo molto attenti a farle fare i bisogni fuori. Poi si mangia la merda. Nonostante gli accorgimenti e anche delle bustine specifiche in farmacia non siamo mai rfiusciti a eliminare questo orribile vizio.

(dal forum di al femminile)

lunedì, ottobre 19, 2009

La parte più qualificante della conversazione non è il dire, ma è l'ascoltare con attenzione, rispetto ed empatia l'interlocutore che hai davanti. Se non c'è ascolto, non c'è conversazione.
Sulla base di questa definizione, ci sono le conversazioni, e poi ci sono (scusa il tecnicismo) gli stronzi. Il bello di internet non è che elimina gli stronzi, è che non ti obbliga a seguirli.

Gaspar Torriero

sabato, ottobre 17, 2009

(..)anche se un giorno volessi mandare tutti a quel paese, dovrei comunque mostrarmi disponibile. Ci vogliono due coglioni così, altrimenti quando ti chiudi dietro la porta di casa vai in pezzi, ti senti alienato dalla tua identità.

(eros ramazzotti)
B. "no ma guarda che ti ricordi male, negli anni 90..."

M. "ma che cazzo vuoi! non eri nato negli anni 90!"

venerdì, ottobre 16, 2009

Un autore può restare impressionato da un altro autore, e proprio per ciò voler fare diverso, e tutto quello che l'altro ha detto o avrebbe potuto dire, evita accuratamente di dirlo; e si può dire in questo caso che l'influenza è enorme, ma non lascia traccia, perché solo uno è il modo di fare uguale, ma infinite le forme diverse.

Ermanno Cavazzoni, Il limbo delle fantasticazioni

mercoledì, ottobre 14, 2009

Non così strettamente edera preme
pianta ove intorno abbarbicata s'abbia,
come si stringon li dui amanti insieme,
cogliendo de lo spirto in su le labbia
suave fior, qual non produce seme
indo o sabeo ne l'odorata sabbia.
Del gran piacer ch'avean, lor dicer tocca;
che spesso avean più d'una lingua in bocca.

Ludovico Ariosto - Orlando Furioso, canto 7 (sul mio iPod touch stamattina)

lunedì, ottobre 12, 2009

No mamma, non lo so. Non lo so cos’è stato, com’è stato, perché è successo. Non lo so e forse se lo sapessi non te lo direi lo stesso. Il casco l’avevo allacciato, sì. Non c’era nessuno, non che mi ricordi – ma non ricordo nulla, mamma. Sì mamma, non ho ancora diciott’anni, credi che non lo sappia? E ho paura, tanta. Tanta che anche se potessi parlare non saprei spiegartela. Adesso mamma, ti prego. Ti prego. Smetti di piangere, e tienimi la mano.

Squonk

domenica, ottobre 11, 2009



Lui: "Ora devo andare, ma credimi: tra noi non è solo sesso..."
Lei: "?" "Scusa, vestito quasi non ti riconoscevo"

sabato, ottobre 10, 2009

il tuo diploma in Fallimento è una laurea per reagire

(afterhours)

venerdì, ottobre 09, 2009

1960
Il bandolero stanco
scende la sierra misteriosa
sul suo cavallo bianco
spicca la vampa di una rosa
quel fior di primavera
vuol dire fedeltà
alla sua capinera
egli lo porterà.

2000
l'impiegato stanco
scende da viale Matteotti
sulla sua fiat punto
dalla tasca una banconota
da cinquanta euro
vuol dire fedeltà
alla sua puttana
egli la porterà.

giovedì, ottobre 08, 2009

Uomo libero, amerai sempre il mare! Il mare è il tuo specchio: contempli la tua anima nel volgersi infinito dell’onda che rotola e il tuo spirito è un abisso altrettanto amaro. (Charles Baudelaire)

mercoledì, ottobre 07, 2009

il capo dice "mandami un report aggiornato ogni settimana"

il capo pensa "non capisco un cazzo del tuo lavoro, quindi per favore lavora un po' meno e perdi tempo per produrre documentazione inutile che mi tragga in inganno su quello che fai"
Come il saggio che alla fine del suo lungo percorso di apprendimento torna nella sua baracca a versare l'acqua nel bicchiere, esattamente così come era partito, ma con la consapevolezza che adesso né l'acqua è la stessa, né lo è il bicchiere, né, infine, lui.

Flounder

martedì, ottobre 06, 2009

Se gli uomini avessero le mestruazioni, gli assorbenti sarebbero distribuiti gratuitamente. Anche quelli interni. Per legge. E, sempre per legge, ogni lavoratore avrebbe diritto a due giorni al mese retribuiti per assenza giustificata.
Ne sono fermamente convinta.

cieloditraverso

sabato, ottobre 03, 2009

Perché se ci pensate, l'estinzione dei mestieri in generale non è solo una perdita di biodiversità, come quando si estingue un certo ramarro cornuto di una esotica nicchia ecologica.
L'estinzione di mestieri è una perdita di accessori. Siamo tutte impiegate, tutte accessoriate da impiegate, l'abbigliamento understated, la bustina con il dentifricio, il buono pasto. E la pala nel baule? E il casco da astronauta? E il pennello piatto e quello a punta? E la beuta?
I bambini non avranno mai visto una mucca, ma gli adulti non hanno mai visto un morso da cavallo, tranne sulle borse di Gucci! Mia nonna aveva visto più cose di voi, e stava a Roncocesi!

venerdì, ottobre 02, 2009

Chi ha inventato i CAPTCHA dovrebbe morire.
Zio Bonino

e che sulla lapide non si capisca il nome
Mauro Altamirano

[da friendfeed]

giovedì, ottobre 01, 2009

la logistica nell'architettura dell'informazione è un effetto, non una causa.

mercoledì, settembre 30, 2009

caro, tranquillo: amami finché te la senti

tengi (da friendfeed)

martedì, settembre 29, 2009

È questo che dà lustro. Non il tempo, ma la qualità di chi me lo abita.

Flounder

lunedì, settembre 28, 2009

secondo me per saper corteggiare le donne bisogna amarle, ma no amarne una, amarle proprio tutte, come "categoria". E amarle, non volercisi infilare dentro

(Sergio Mistro, nei commenti su FF)

sabato, settembre 26, 2009

mi ricordo una trasmissione moooolti anni fa, contro la mafia. era stata organizzata da costanzo e santoro. c'erano tutti. c'era anche falcone. e c'è stato un pezzodimerdarappresentante della regione sicilia che si è alzato urlando che basta con questa cosa della sicilia mafiosa, che erano tutte persone per bene. e ha proseguito dicendo una roba a falcone: giudice c'hai la scorta, sei difeso dallo stato, maccchevvvuoi? falcone ha sorriso d'un sorriso tristissimo e ha scrollato la testa. ancora me lo ricordo quel sorriso lì.

lapiccolacuoca (da friendfeed)
Era come per dire un'altra carezza e non gli senti più il cuore

(il titolo bellissimo di un post di spritz all'aperol )

mercoledì, settembre 23, 2009

Poi stamani mi sono svegliata prestissimo, tranquilla, il sole fuori, e allora ho preso la bici e ho deciso di recuperare un ricordo e una volta per tutte di guardarlo in volto. Ho finalmente attraversato un cancello dove dietro ci stanno tante pietre con tante foto e mi sono fermata davanti a una pietra e a una foto a un anno quasi esatto dall'ultima volta che quella foto si ricordasse ancora chi ero io. E allora ho capito che un pezzettino grosso di me è lì sotto e non lo avrò indietro più, devo solo abituarmi a non cercarlo continuamente.

mastrangelina

martedì, settembre 22, 2009

Sono abbastanza convinto che l'umanità stia ballando mentre affonda il Titanic e tutto sommato è giusto così: solo la nostra estinzione può salvare il pianeta.

Lele

sabato, settembre 19, 2009

Doing something makes you right.

Bre Pettis


Se fai qualcosa hai ragione.

David Orban

venerdì, settembre 18, 2009

E poi attaccava a raccontarmi la storia di Elvira, la puttana che l’aveva nascosto in casa quando aveva sparato nel ginocchio a quello che gli aveva rubato la macchina. L’aveva tenuto in una casa di piazza Nazionale per quattro mesi ed Elvira era innamorata e divideva con lui i soldi. Poi Elvira era morta di una malattia e perciò quando mi parlava della morte si partiva sempre parlando del chiavare, perché lui diceva che morire e chiavare sono la stessa cosa, sono cose che si devono fare per forza.

da Storia corta di Gianni Solla

giovedì, settembre 17, 2009

Secondo me te sei vela dentro, il miracolo di una barca che risale il vento, lo scorrere placido dell'acqua sotto lo scafo, muoversi solo grazie ai mezzi messi a disposizione dalla natura. Chiudere gli occhi e "sentire" il vento che ti accarezza un lato del viso sentendo il movimento della barca attraverso le vibrazioni che trasmette al tuo corpo.

Sergio Mistro
Ma quale nonnina, io vorrei fare il pirata di stocazz...!

(Mara Maionchi, a X-factor)

mercoledì, settembre 16, 2009

"a man can be crushed by sharp words"

Asashoryu, Mongolian Sumo Champion (interview)

martedì, settembre 15, 2009

D: per imparare il tuo mestiere hai fatto qualche scuola?

R: perito tecnico. Poi in realtà il 90% lo studi da solo, però quel 10% di basi ti serve per rompere i coglioni quando arriva altra gente che ha imparato da sola.
raccogliere i dati fa già parte dell'interpretazione dei dati.

(il marke)

domenica, settembre 13, 2009

Il mondo si sostiene mediante il respiro dei bambini

(trovato da qualche parte)

sabato, settembre 12, 2009

io, una volta, avevo una fidanzata coi capelli rossi a cui univo le lentiggini con il trattopen.
alla ventitreesima costellazione mi ha sfanculato.

gap nei commenti di In the mood for writing

venerdì, settembre 11, 2009

"..infatti a volte percepisco per un attimo la solitudine e lo squallore e la tristezza che emana internet
ed è una cosa dolorosa
che se ci pensassi solo per un secondo in più mi sentirei male"

dalla chat con M.

giovedì, settembre 10, 2009

Se dovessi aprire un ristorante specializzato in pranzi di lavoro lo chiamerei "Risi e Busy".

Alessandro Arcuri

mercoledì, settembre 09, 2009

Mi manca molto, Cecilia.
Una donna alla quale cerchi di spiegare che aver tradito occasionalmente la sua fiducia non mette in discussione la lealtà dei tuoi sentimenti è come uno stolto a cui indichi la luna ma lui guarda il dito.
Dell’altra mano.
Infilato su per il culo di Dino Boffo.
Che guarda la luna.

Qualcosa

martedì, settembre 08, 2009

16. Cara Emily, ho appena sentito alla radio che gli Stati Uniti hanno invaso l'Iraq. Devo inviare un messaggio su Usenet?

Certamente. Il tuo messaggio infatti impiegherà dai 3 ai 5 giorni per raggiungere gli utenti Usenet in giro per il mondo. Non c'è niente di meglio che diffondere queste notizie con alcuni giorni di ritardo rispetto ai mass media. Probabilmente sei l'unico al mondo ad aver sentito il giornale radio, quindi devi assicurarti di inviare un messaggio con la maggior sollecitudine possibile.

[evocata da un twit di Mafe]

lunedì, settembre 07, 2009

non ho mai incontrato un uomo che si fermasse a controllare se gli elastici erano uguali.

sancla

domenica, settembre 06, 2009

non ho lati
non sono un cubo

(a schema libero)
E in fondo quella bella storia di fantasmi stava bene a tutti e due, e la facevano durare, da intenditori, come lo zucchero in fondo alla tazza di caffè.

Fred Vargas, Nei boschi eterni (traduzione di Margherita Botto)

martedì, settembre 01, 2009

L'inserimento è il momento che la mamma va insieme al bambino dentro l'asilo con la maestra d'asilo per non sentire subito così forte la mancanza dei loro bambini

Paolo Nori, da La vergogna delle scarpe nuove
(una cosa verissima)

lunedì, agosto 31, 2009

tg3
prodi in maglietta in piazza santo stefano a bologna
intervistatore:
"professor prodi, perchè il partito democratico ha vinto le elezioni in giappone?"

giovedì, agosto 20, 2009

Non abbiamo tempo per gli amici. Solo i nostri nemici ci lasciano rose.

(Rorschach)

mercoledì, agosto 19, 2009

dopo il secondo refresh è pippa

(dalla chat)

martedì, agosto 18, 2009

kids sit there trying to learn in a drone-like way things of not much interest that have already been figured out.

(sir Ken)
Not available in your country yet

(da pandora, spotify, netflix...)

lunedì, agosto 17, 2009

You may not be able to discern why a person does nothing but if he does something there is always a reason

Dave Brooke (on Rationalization is a trap comments)

lunedì, agosto 10, 2009

"per ogni donna rompicoglioni c'è un uomo che le da insicurezza"

mia sorella
se ti si spezza il cuore, può aggiustarsi male

da Le avventure del topino Despereaux

sabato, agosto 08, 2009

* Occupation: tutto un complesso di cose
* Location: che fa si che io mi fermi qui : questo giorno in arancione
About Me
sto pensando agli affari miei
Interests
* Fará piacere un bel mazzo di rose
Favorite Movies
* vai al cine vacci tu
Favorite Music
* il rumore che fa il cellophant
Favorite Books
* i giornali che svolazzano

Arimortis

venerdì, agosto 07, 2009

"Tomorrow is often the busiest day of the week." - Anonymous
di questo scrivere non resterà nulla
di questa granita che ho tra le mani nemmeno.
resteranno pensieri sparsi nell'aria
né 1 né 0
la vita, se hai culo, è un pareggio.

LaCeciarelli

giovedì, agosto 06, 2009

io, guarda, figa mai! non ce la farò mai! è la storia della mia vita. tutte le volte che mi son sentita figa nella mia vita mi sono scoperta con un pezzo di melanzana in mezzo ai denti... per dire! :)

sid (nei suoi commenti)

mercoledì, agosto 05, 2009

sogna solo bei sogni
sogna di volar via in alto
e di scendere giù in picchiata urlando
senza però sfracandarti al suolo

da fai sogni belli di Guido Catalano

lunedì, agosto 03, 2009

Elis Regina: farfalla nata col chiodo nel corpo, dolcezza disperata, acquosa carta vetrata, zucchero da veleno, spirito legnoso, morte dentro il cristallo.

Daniela Ranieri
Allora ho pensato che forse stavo facendo l'errore giusto e ho cominciato a correre

David Grossman - Che tu sia per me il coltello
(per il concetto illuminante di errore giusto)

venerdì, luglio 31, 2009

qualcuno di proposito sta incasinando internet.

(livefast su FF)
L'artificio della perfezione macchia la bellezza come l'inchiostro i soldi rubati.

Elena Petulia

mercoledì, luglio 29, 2009

Una nuova malattia, dal progresso della scienza medica, denominata l'Influenza

(dai diari manoscritti di Giovanni Soster, 1890)
Date: Wed, 28 Jan 1998 17:04:11-0800
From: postel@ISI.EDU
Subject: Root zone secondary service

Hello.

As the Internet develops there are transitions in the management arrangements. The time has come to take a small step in one of those transitions. At some point on down the road it will be appropriate for the root domain to be edited and published directly by the IANA.

As a small step in this direction we would like to have the secondaries for the root domain pull the root zone (by zone transfer) directly from IANA's own name server.

This is "DNSROOT.IANA.ORG" with address 198.32.1.98.

The data in this root zone will be an exact copy of the root zone currently available on the A.ROOT-SERVERS.NET machine. There is no change being made at this time in the policies or procedures for making changes to the root zone.

This applies to the root zone only. If you provide secomdary service for any other zones, including TLD zones, you should continue to obtain those zones in the way and from the sources you have been.

- --jon.

Jon Postel Internet Assigned Numbers Authority c/o USC - ISI, Suite 1001 4676 Admiralty Way Marina del Rey, CA 90292-6695 Talk: +1-310-822-1511 Fax: +1-310-823-6714 EMail: IANA@ISI.EDU

domenica, luglio 26, 2009

è bastato poco - nulla - per stare bene, e quando basta poco significa che c’è tutto

Sir Squonk

sabato, luglio 25, 2009

Non è facile da descrivere, ’sto paese: è tanto.

Lia

venerdì, luglio 24, 2009

Mi posso permettere? Tu devi fare sesso da sola...Devi toccarti con una certa frequenza

(il premier)

giovedì, luglio 23, 2009

Certe volte le femmine sono proprio antipatiche.
Ma proprio sprucide acide.
Specialmente quando sono simpatica e sorrido
e dico una cosa semplice e divertente.
Dovrebbero chiavare di più.

Guiadixit

mercoledì, luglio 22, 2009



Breve storia della musica moderna afroamericana
(espressa nella notazione standard occidentale)

martedì, luglio 21, 2009

prendere il sole da trentenne è una cosa diversa che da quarantenne. hai tipo questa cosa della consapevolezza che da domani prendere il sole sarà tutto diverso. il concetto mi sembra anche ben espresso. deve essere tutta questa maturità che mi sta capitando addosso.

sid

lunedì, luglio 20, 2009

"il triangolo è la forma geometrica che più mi attrae" (Marzotto jr, autodefinitosi cabalista, su La7)

(via)

sabato, luglio 18, 2009

Lorsque les mots se rapprochent, ceux-ci semblent s’orienter et avoir un sens. Parfois même, les mots s’unissent par un trait d’union, nous croyons donc que ces mots sont complices. D’autre fois, ils s’apostrophent, l’air d’un instant, ils s’accrochent. D’autre cependant se repoussent comme pronom et adverbe, leurs rapports sont bien trop souvent acerbes.

Dans la tête d’Olivier

venerdì, luglio 17, 2009

Noi italiani quando siamo in due parliamo di donne, in tre di calcio, in quattro fondiamo un partito di cui tutti aspiriamo alla presidenza. In cinque, fondiamo un’associazione di vela.

matteo rinaldi


Natalia Estemirova, assassinata il 15 luglio 2009

giovedì, luglio 16, 2009



To do is to be - Nietzsche
To be is to do - Kant
Do be do be do - Sinatra

mercoledì, luglio 15, 2009

La schiena è la base portante della vostra vita, trattatela bene.

(Alle)
Dicono che i sentimenti sono simili ai fiori, infatti quelli finti non diventano grandi mai...

(dal facebook dell'erika)
Ho accrocchiato ff, twitter e tumblr, adesso se solo penso di avere fame, suona il citofono il ragazzo della pizzeria.

hotel messico

martedì, luglio 14, 2009

la mooncup è una figata (nel vero senso della parola)

Sara
il disegno di legge Alfano, così com'è, è una schifezza per tutti noi cittadini.

.mau.

lunedì, luglio 13, 2009

"hope is when we feel the pain that makes us try again"

from Paul Wilson Righini's tattoo on right arm
Per molti è lecito e "maschio" picchiarsi a sangue, ma è indecente se due uomini si baciano.

cadavrexquis
women are just slow learners

(dalla chat con Adam)

sabato, luglio 11, 2009

"Nel paese della bugia, la verità è una malattia". (G. Rodari)
sbroccare

giovedì, luglio 09, 2009

Milano viale Certosa alle 6 del pomeriggio fa venir voglia di vivere in Molise.

splendidiquarantenni

mercoledì, luglio 08, 2009

Tener su i capelli con la prima cosa che capita e poi aprire la porta al ragazzo bofrost con in testa le orecchie di Shrek non ha prezzo.

Ippe
In Austria, nella regione della Wachau, i contadini locali mettono in vendita piccoli cestini di frutta lungo la pista ciclabile. La vendita non è sorvegliata, i soldi vanno lasciati nella cassetta gialla. Tutto è lasciato alla buona fede dei ciclisti di passaggio.

[foto]

lunedì, luglio 06, 2009

[l'Idroscalo]
è uno specchio d'acqua sorgiva pura e senza scarichi inquinanti, che serviva per fare atterrare gli idrovolanti, circondata da un gran bel parco, con prati, alberi, percorsi. certo è affollatissimo di persone che cercano refrigerio, ma è anche vigilato. e c'è una spiaggia a pagamento con la piscina - quando non c'è nessuno è un gran bel posto :)
durante il fascismo, quando costruivano le massicciate delle ferrovie, che i milanesi sanno essere tutte sopra elevate, scavavano in questa cava, per prelevare il materiale per riempire le medesime, - secondo voi cosa c'è sotto ai binari della centrale? di lambrate e dei km che le uniscono? bambini morti? ;) - scava oggi scava domani sono arrivati alla FALDA. l'acqua dell idroscalo è FREDDA e a causa delle correnti è sconsigliabile farci il bagno. identica la genesi del laghetto del parco forlanini. quindi una volta ritrovatisi con una cava invasa dall'acqua hanno deciso di usarla. rimandate tutte in storia dell'urbanistica milanese :)

pm10 su ff
La molto rigida ricerca continua.

marquant

domenica, luglio 05, 2009

ho pensato che quello che desidero devo andarmelo a prendere da sola.

l'Asteroide

sabato, luglio 04, 2009

figurati se non va a disturbare i bambini che non vogliono giocare con lui, pretendendo pure di stabilire lui le regole del gioco.

guia

mercoledì, luglio 01, 2009

dago cazzi tuoi

via dagospia

martedì, giugno 30, 2009

"Mi viene in mente quel momento, che capita più o meno una volta all’anno a tutti noi, quello del cambio di cellulare. MA ANCHE A VOI succede, per un esilissimo attimo, di illudervi che insieme a un nuovo apparecchio ci arrivi anche qualcosa di nuovo dalla vita?"

(linus)
I giocatori a somma zero, persistendo accanitamente nell'idea della vincita e del reciproco superamento, facilmente non si avvedono dell'avversario decisivo, di quel terzo che solo in apparenza sorride: la vita, davanti alla quale entrambi sono perdenti.

Paul Watzlawick, citato da laVale
ho paura che dalla parrucchiera ci arriviamo a mezzanotte

(una signora accanto a me in traghetto)

lunedì, giugno 29, 2009

Alessio Bragadini ha bevuto una cosa da una scatoletta piena di scritte incomprensibili, però c'era il disegno di una mela quindi dovrebbe andare bene

era un detergente per tastiere della Apple
mauro gasparini
ho scoperto che gli uccellini cinguettano con più piacere dopo che hanno cacato sul mio davanzale
Adamo Lanna

in realtà stanno twittando che hanno fatto la cacca sul tuo davanzale.
armonicasolar

sabato, giugno 27, 2009

Io è da quando ero piccola che adoro le barchette a remi. La guardo e mi viene voglia di portarmela a letto e dormirci abbracciata.

Lia

mercoledì, giugno 24, 2009

Già nel 1968 Haack precognizzava un tempo in cui le persone avrebbero creato e condiviso la loro musica "secondo modalità elettroniche e senza l'intermediazione delle etichette discografiche, fino alla comunicazione telepatica dei suoni.

(dal blog musicale Guylum Bardot)

martedì, giugno 23, 2009

esistono due tipi di puttanata: quella fatta bene e quella fatta male. Quella fatta bene ha un suo valore intrinseco di intrattenimento, quella fatta male no.

Giulia B. su ff

sabato, giugno 20, 2009

If people really wanted to see you, they'd be at the same social event where you are.

Paola

venerdì, giugno 19, 2009

A causa di un complotto dell'opposizione, presto pioverà.

Yogasadhaka
il mio non è un telefono. è un aggregatore di morosi.

lunedì, giugno 15, 2009

"Sei troppo per me, non ti merito."

La frase può proseguire con "Ti meriti una donna che ti sappia capire ed apprezzare per quello che sei, non una stronza volubile che può solo farti del male. Sai, io sono sempre stata incapace di amare, fuggo da ogni mio rapporto, e se restiamo insieme prima o poi ti spezzerò il cuore. Sei un uomo buono e generoso e non è giusto che tu rimanga con una donna come me." Tutte balle, ovviamente: la "stronza volubile" sarà nuovamente fidanzata nel giro di due settimane, e incinta entro sei mesi.

Giulia B.

domenica, giugno 14, 2009

Consenti a tre reti di far questo per trent’anni e non hai bisogno di metodi esplicitamente violenti per ridurre un popolo a plebe.

malvino

mercoledì, giugno 10, 2009

dopo aver mangiato con Beautiful appicciato davanti, inizio a sbuffare e mi faccio quei cinque minuti di silenzio perchè non mi capacito
io voglio capire come mai se comunque il senso della storia è che tutti chiavano con tutti, perché non fanno un'unica puntata, cinque minuti di posizioni caprettiche in cui alla mamma ci nasce il nipote del figlio, la zia si bacia con la lingua col nonno che ha lasciato la dentiera nella bocca della sorella e poi alla fine ovviamente nascono tutti bambini col corredo ribonucleare sballato che uno è mezzo coniglio ma con la testa della zia di ridge che comunque visto che era nata dal padre che aveva sessuantato la cugina teneva pure lei l'unicorno, come al cavallo mitologico che si era chiavato Brooke nella trecentoventisettesima serie.

pateterna

lunedì, giugno 08, 2009

Ci sarebbero un po’ di cose che vorrei consegnare all’eternità ma ultimamente ho delle difficoltà a reperire il tempo necessario per l’igiene personale, figuriamoci per varie ed eventuali voluttuarie.
Tutta questa real life si sta un po’ troppo allargando…

CV

venerdì, giugno 05, 2009

bellissima la festa c'erano un rumeno una cinese due nomadi un pakistano un moldavo un nero italiano di terza generazione. E i bambini ridevano e non c'erano leghisti nemmeno mia zia che spero che il pancabbestia non le caghi più nel portone così smette di votare lega.

Massimo Morelli

giovedì, giugno 04, 2009

1. no1 b4 me. srsly.

2. dnt wrshp pix/idols

3. no omg's

4. no wrk on w/end (sat 4 now; sun l8r)

5. pos ok - ur m&d r cool

6. dnt kill ppl

7. :-X only w/ m8

8. dnt steal

9. dnt lie re: bf

10. dnt ogle ur bf's m8. or ox. or dnkey. myob.

(i dieci comandamenti in versione SMS inglese)
arriverà comunque quel giorno in cui scoprirai tuo malgrado che i permalosi a livelli se la pigliano a morte per delle poderose minchiate.

La Tengi

mercoledì, giugno 03, 2009

Il tempo non "passa" e basta, rimane sotto la pelle in agguato.

Mariela De Marchi Moyano

lunedì, giugno 01, 2009

Se c’è una cosa che mi appassiona è il giornalismo in cerca di trend. I campioni in questo campo sono sicuramente le riviste giovanilistiche, scritte da 50 enni in contatto mistico coi ggiovani, tipo XL.

(bucknasty)
la tastierista Fiammetta a chi la darà? (...) Coloro che credono in un mondo migliore (ed io tra questi) addirittura sognano un finale gang bang con cameo di Rocco Siffredi.

365 albe 364 tramonti

domenica, maggio 31, 2009

"an hair of pussy has much more pulling power than a common farm tractor"

(italian popular saying)

giovedì, maggio 28, 2009

Per essere chiari, non è il cellulare a farmi felice: è chi c'è dall'altra parte.

Adriano
In her book, Helgoe talks about the French term “flâneur” (feminine, “flâneuse”). It translates literally to “idler or loafer,” but the poet Charles Baudelaire defined it as a passionate observer. Yes, yes! I am a flâneuse. I love just sitting and watching people doing what they do, and even more so when I travel.

(guida per i viaggiatori introversi)

mercoledì, maggio 27, 2009

Quando non riesci a leggere bene le scritte sul vasetto di crema antirughe, è il momento di metterla.

posted by Albamarina

lunedì, maggio 25, 2009

Dicono che una frazione di secondo e un'eternità diventano interscambiabili quando provi emozioni intense,

Jonathan Coe, La pioggia prima che cada (traduzione di Delfina Vezzoli)

sabato, maggio 23, 2009

c'è talmente caldo che anche il basilico fuori dalla finestra è svenuto.

l'Asteroide

venerdì, maggio 22, 2009

La vita di un essere umano è la somma lineare e lunga di tanti dettagli. Questi si susseguono secondo meccaniche più o meno logiche. In questa catena di avvenimenti non mancano i refusi esistenziali. Quei fatti insomma che proprio non riesci a collegare, che non riesci proprio ad incastrare nella sequenza precedente. I buchi neri. L'inspiegabile. Uno specchio che un giorno decide di farsi cadere.

Doug

giovedì, maggio 21, 2009

Ah, se potessimo vivere due vite! Ne vorremmo tre.

Stark

martedì, maggio 19, 2009

Me: "Nice haircut. [looking at it] Are you no longer spiking it in the front?"

Tom: "I usually do, but I didn't today."

Me: "Oh, I like it this way. This says 'I'm a casual guy.' When you spike it, the message is, 'I'm a high-maintenance metrosexual."

(Niniane to her brother)
quello che gli succede agli animali prima o poi gli succederà anche all'uomo.

(un capo indiano)

lunedì, maggio 18, 2009

Gli Altri sono lì, vigili, sempre pronti a dirti cosa devi fare: se c'è un aggettivo che odio è «imperdibile», riferito a un film o a uno spettacolo. Dici che è imperdibile? Bene, io faccio apposta a perderlo, voglio vedere cosa mi succede.

Bruno Gambarotta

sabato, maggio 16, 2009

“Ma forse essere vecchi è avere stanze illuminate dentro la testa, e
dentro le stanze persone, che fanno cose”

Philip Larkin.
comunque non grido quando faccio sesso, se non di incredulità.

dituttounblog

venerdì, maggio 15, 2009

le leggi della fisica che conosco io dicono che:
• un corpo che viaggia nel vuoto assoluto, con moto rettilineo uniforme, dopo un paio di ore comincia a cacarsi il cazzo.
• un corpo incandescente trattiene il calore finche’ ‘nu strunzo non ci mette una mano sopra.
• tutti i corpi tendono a sguarrarsi.

Gianfranco Marziano, cit. da elsecretario71 nei commenti di Flounder

mercoledì, maggio 13, 2009

ho pensato <...azzo vedi, che entusiasmo il ragazzo!>
e invece era il caps lock
"ti ricordo che a differenza delle persone normali, gli sviluppatori riproducono gli errori volontariamente"

"sicuro che ci sia differenza?"
faccio notare che gli ultimi salti della quaglia sono stati duramente puniti
l'abruzzo s'è beccato il terremoto
la sardegna ha perso il g8
si attende pioggia di fuoco a roma per aver eletto alemanno

Prikedelik

lunedì, maggio 11, 2009

non si può parlare con i morti perché sentirebbero lo struggimento e vorrebbero tornarsene qua e sentirebbero la pena perché vorrebbero aiutarci.

egovirtuale

sabato, maggio 09, 2009

“Eurisko was exposing the fact that any finite set of rules is going to be a very incomplete approximation of reality,” Lenat explained. “What the other entrants were doing was filling in the holes in the rules with real-world, realistic answers. But Eurisko didn’t have that kind of preconception, partly because it didn’t know enough about the world.” So it found solutions that were, as Lenat freely admits, “socially horrifying
(eurisko)

venerdì, maggio 08, 2009

felicità è la forza di fare una foto ai propri desideri...
e vederli realizzati prima che la foto sbiadisca...
e prima che sia già cambiata in qualcos'altro.
La Chiesa Cattolica punta molto, nella sua campagna pubblicitaria, sull'aiuto ai poveri e al terzo mondo.

In realtà riceve la fetta più grossa dell'otto per mille (991 milioni di euro nel 2007, dati CEI) ma ne spende solo il 12,1% per beneficenza in Italia e l'8,6% all'estero.

occhiopermille

giovedì, maggio 07, 2009

“If you don’t like change, you’ll going to like irrelevance even less.” - General Eric Shinseki, Chief of Staff, U.S. Army (via)

mercoledì, maggio 06, 2009

errori del giorno:
quello starnuto mentre pisciavo.
Da quanto tempo non fate una capriola?

numero22

lunedì, maggio 04, 2009

graffiti
meglio tardi che mais
(cit. L'inventore del pop corn)

sabato, maggio 02, 2009

manca la bellezza
ma si sa
la bellezza è nell'occhio di chi guarda
e io è risaputo che non vedo un cazzo.

LaCeciarelli

venerdì, maggio 01, 2009

al buio per vederci meglio bisogna chiudere gli occhi

mercoledì, aprile 29, 2009

Passa una coppia sotto un ombrello.
“Guarda la solita stronza che ha il contrassegno rubato con le visite finte, che schifo”
Chiudo le orecchie a mio figlio.
“A testa di cazzo, lo vuoi tu il fottuto contrassegno di merda insieme all’autismo di mio figlio?”

Black Cat

martedì, aprile 28, 2009

beh devo tenere d'occhio la mia immagine pubblica, sa... ho i figli grandi ormai... e poi ho la MOGLIE INGLESE

(silvan dalla sua intervista chiarificatrice)

venerdì, aprile 24, 2009

Frank climbed the mountain and the old man on top said, Life is an illusion. And Frank punched the old man in the face and watched him bleed

Arjun Basu


Frank scalò la montagna e il vecchio che stava in cima disse: La vita è un'illusione. Frank diede al vecchio un pugno in faccia e lo guardò sanguinare.

giovedì, aprile 23, 2009

ho cambiato idea, dio esiste. Altrimenti chi è quello che si diverte a far piovere quando prendo lo scooter?

Massimo Morelli (in FriendFeed)

mercoledì, aprile 22, 2009

Perché mai lo Stato dovrebbe aiutare con soldi pubblici le banche private che hanno speculato sulla pelle dei clienti?
Le banche vogliono essere salvate a prescindere. Che ne è della favola del “libero mercato”, che i capitalisti raccontano sempre per nascondere il proprio cannibalismo? I capitalisti, come si vede, sono i primi a non crederci.

Daniele Luttazzi

martedì, aprile 21, 2009

il sistemista mi risolve l'ennesimo problema con la sola imposizione delle mani:

- Marco, qual'è il segreto del tuo successo?
- Guardavo Automan da piccolo.
Da piccoli giocavamo a pallone sotto le finestre del "mago di Salerno", che invariabimente si affacciava e minacciava maledizioni, se non avessimo smesso di vociare e disturbarlo. La nostra vendetta di solito era tremenda: consisteva nel bussare uno alla volta al citofono, al quale il tapino, inconsapevole, rispondeva: "Chi è?", e lo scugnizzo di turno: "E che cazz' 'e mago si'!"

Mo', in realtà, questo mago doveva stare antipatico a parecchia gente... Possedeva un furgoncino volkswagen, anni '70 - del resto erano gli anni '70! - tutto tappezzato di volantini che ne pubblicizzavano poteri e abilità (del mago, non del furgoncino). Una mattina che avevamo fatto sega a scuola e ci apprestavamo a dargli i tormenti come al solito, lo trovammo in lacrime per strada, a rigirarsi tra le mani un cartello... Capimmo che gli avevano rubato il furgone ed evitammo di infierire. Tuttavia, in seguito, non potemmo trattenerci dal ridere quando leggemmo la scritta sul cartello:
"E MO' VA' TRUOV' CHI CAZZ' E' STAT' !!"

El Secretario (nei commenti di Facebook)

lunedì, aprile 20, 2009

- si... è una meravigliosa persona
- è un Santo...è!
- un Apostolo!
- evviva il nostro direttore
- Evviva!

(Fantozzi e Filini)

domenica, aprile 19, 2009

io se fossi uno scrittore scriverei dentro ai muri

egovirtuale

sabato, aprile 18, 2009

Aujourd'hui, cela fait un an et demi que mon copain, avec qui je vis depuis 5 ans, a découvert le poker sur Internet. Un peu énervée de le voir passer toutes ses soirées sur son PC, je lance l'ultimatum. "Maintenant chéri, faut choisir. C'est ton poker ou moi !" Réponse de l'intéressé : "Tu bluffes !"

VDM


Da un anno e mezzo il mio ragazzo, con cui convivo da 5 anni, ha scoperto il poker su Internet. Stanca di vederlo passare tutte le sere davanti al pc, gli lancio l'ultimatum: "Caro, ti tocca scegliere: il poker o me". Risposta: "È un bluff".

Blogorrea

venerdì, aprile 17, 2009

Oggi un mio alunno ha detto che Giulio Cesare è stato ucciso da Davide e Golia.

Albamarina

giovedì, aprile 16, 2009

GP...

incollatelo... incollalo... reincollalo...
      sto pensando a chat alta
il gesto più semplice può attraversare in un attimo anni di corazza

narsil

mercoledì, aprile 15, 2009

To qualify to vote, one must have made 25 edits to a Wikimedia site prior to March 15.
(via)
Le mie amiche stavano prendendo una brutta piega, o meglio quello che a me sembrava una brutta piega ma che forse era una deriva naturale per qualsiasi ragazzo un po’ alternativo che vive in una metropoli. Poi l’hanno davvero presa seguendo un percorso in crescendo da manuale, rigorose nei loro errori come se volessero dare ragione alle tesi delle mamme antirock e di tutte le associazioni cattoliche. Ecco, io mi sarei trattenuta se non altro per non fare il loro gioco.

milo, A fine tunnel*

--
* curiosa la dicotomia a seconda che il titolo del blog lo si voglia leggere in italiano o in inglese

martedì, aprile 14, 2009

o scrito tamo sula sabia. Se vai a ostia e parti adeso forse trovi ancora quacosa.

LaCeciarelli

venerdì, aprile 10, 2009

Un annuncio!??? Bene, scrivere un annuncio. Un annuncio significa fermare le questioni importanti, chiarire con sintetica esattezza di che si tratta, spiegare chi siamo e dove andiamo e cosa cerchiamo.

Annunci, da inquilinerin

giovedì, aprile 09, 2009

perdi tempo a contare i colori
dei panni stesi alle mansarde

da Contare i colori, di Carlo Molinaro

mercoledì, aprile 08, 2009

se la produzione è perfettamente sociale, perché il reddito è perfettamente privato?

Lunobi (segnalato da b.georg)

martedì, aprile 07, 2009

Are you affected? Are you in L'Aquila, Onna or Castelnuovo? Are you involved in rescue or relief operations? You can send us comments about your experiences using the form below:

You can send pictures to yourpics@bbc.co.uk ,text them to +44 7725 100 100 or you have a large file you can click here to upload .

Click here to see terms and conditions

At no time should you endanger yourself or others, take any unnecessary risks or infringe any laws.

(via BBC)

lunedì, aprile 06, 2009

You are eight times more likely to be killed by a police officer than by a terrorist

(via)
accusato di essersi masturbato davanti a una signora fermata per avere informazioni.

(via)

domenica, aprile 05, 2009

Proletari di tutto il mondo nutritevi

mirumir

venerdì, aprile 03, 2009

a san francisco c'è fiducia perchè gli incentivi economici funzionano bene: l'azienda concessionaria della raccolta (differenziata) si occupa poi di riciclaggio e compostaggio ma non è proprietaria della discarica. Quindi quando portano in discarica i rifiuti residui pagano i loro concorrenti.

(paul connett)

giovedì, aprile 02, 2009

se sposi una scimmia, non puoi lamentarti della puzza di banana

(da un film)

mercoledì, aprile 01, 2009

make love not www

(from the web)
   È possibile che le storie, al di là del loro accadere, del loro esistere, vogliano anche dire qualcosa? A dispetto del mio scetticismo, era rimasta in me qualche traccia di superstizione irrazionale, ad esempio proprio quella strana convinzione che le vicende che mi capitano abbiano un senso ulteriore, significhino qualcosa; che la vita con le sue vicende racconti qualcosa di sé, ci sveli gradatamente qualche suo segreto, stia davanti a noi come un rebus il cui senso è necessario decifrare, e le vicende che viviamo siano la mitologia della nostra vita e in questa mitologia stia la chiave della verità e del mistero. Si tratta forse di un inganno? È possibile, è addirittura probabile, ma non riesco a sbarazzarmi del bisogno di decifrare continuamente la mia vita.

Milan Kundera, Lo scherzo (traduzione di Giuseppe Dierna)

martedì, marzo 31, 2009

I nostri utenti hanno fiducia nell'obiettività di Google e nessun guadagno a breve termine potrebbe mai giustificare il tradimento di tale fiducia.

(da 10 cose)

lunedì, marzo 30, 2009

"come hai conosciuto il tuo ragazzo?"
     
"eh, ha commentato una foto dove c'ero anche io"
    
due ragazzine (16-17 anni) sedue di fronte a me sul treno stamattina. (ps: si riferivano a facebook)
- Lei è licenziato.
- Io non lavoro qui.
- Quante volte l’ho sentita questa! Ora scommetto che attaccherà con l’elenco dei figli.
- Ho sedici anni.
- Lavoro in questa azienda da oltre venti minuti, crede che non sappia riconoscere un dipendente?
- Devo solo sistemare la rete.
- Lo dimostri.
- Sto lavorando.
- Lei è licenziato.
- Non sono un suo dipendente.
- Oh, senti senti, signor “independence day”! Se è così indipendente può anche...

[leggi tutto]

Astutillo Smeriglia

sabato, marzo 28, 2009

Stamattina, una pipì che non finiva più. Mai successo. Mi peso e la bilancia segna 54. Petulia dice che erano le lacrime che avevo dentro da settimane e non riuscivano ad uscire. Gli occhi ormai fanno barriera. Il resto evidentemente molto meno.
Vedi. Nella vita c'è sempre una via di uscita.

elena petulia

venerdì, marzo 27, 2009

ti ricaccio nello stomaco ciò che hai appena vomitato

rillo

giovedì, marzo 26, 2009

La focalizzazione sul tempo serve ad aggregare un insieme di significati, di episodi, di eventi. Non è del tempo in quanto tale, che ci interessa, ma dell’esserci calati dentro. Dell’essere dentro il processo. Del darsi una storia e del poterla superare, se non ci piace. Se ci diventa stretta.

Flounder


La compulsione al controllo, il tentativo di controllare l'incontrollabile può portare solo al fallimento, alla frustrazione o - peggio ancora - all'illusione del successo. Quest'ultima, una volta rivelatasi per quello che è, finisce col centuplicare gli effetti dolorosi di ciò che si credeva di controllare...

elsecretario71

mercoledì, marzo 25, 2009

Sono un papà preoccupato. Mio figlio ha 10 anni da pochi giorni. Sono preoccupato come tanti padri per quello che potrebbe succedergli quando tra qualche anno uscirà la sera; l’alcool, la droga, l’auto. Quando torni? Stai attento, non fare stupidaggini. Ti fidi, è tuo figlio... Non puoi mica rinchiuderlo perché hai paura. Ma se diventare grandi non è facile, vederli crescere fa anche un po’ paura.
Ma oggi sono preoccupato perché il mio ragazzo ha la pelle scura.

Marco Formigoni


Ma riuscivi ancora a parlare del futuro, del tuo e del nostro. Dei piani per far crescere PeaceReporter, per uscire dalle secche, per crescere e raggiungere più persone, nella cui testa instillare una cultura diversa da quella che genera odio e razzismo e guerra. Ci mancherai tanto, Marchino, ci mancherà la tua allegria e la tua voglia di vita che non ho trovato in nessun altro mai. E che dava spinte per vivere a tutti quelli che ti circondavano. Sei stato un grande giornalista, ma un grande uomo prima ancora.

Maso Notarianni

martedì, marzo 24, 2009

(...sul seggiolino anteriore della bicicletta porto all’asilo Dorabella, ed è con lei che chiacchiero la mattina. Un giorno, tornando a casa, noto che la bambina rimane con il collo piegato all’indietro, e con l’aria stupita.)

Io: Dorabella, che stai guardando?
Dorabella: Papi, guarda le nuvole, si mòvono! Viènono con noi!

nellacoloniapenale

lunedì, marzo 23, 2009

Innanzitutto, dovresti avere il diritto di venire generato da un padre e una madre che si amino, durante un atto sessuale coronato dal reciproco orgasmo, affinché la tua anima e la tua carne abbiano come radice il piacere.

Alejandro Jodorowsky, cit. da pupa

sabato, marzo 21, 2009


farfalle e pioggia
butterflies and rain

giovedì, marzo 19, 2009

città intasate di auto vuote e parcheggiate. la proprietà privata ci ha demolito.

venerdì, marzo 13, 2009

l’amicizia tra persone dello stesso sesso è una bella cosa: ti conforta, ti rassicura ma non ti fa capire il mondo.

Chiara Tizian

giovedì, marzo 12, 2009

Sono quasi cinque anni che ho iniziato a vergognarmi del giornale su cui scrivo da poco meno di cinque anni.

wollnats

mercoledì, marzo 11, 2009

Le mal imaginaire est romantique, varié; le mal réel morne, monotone, désertique, ennuyeux. Le bien imaginaire est ennuyeux; le bien réel est toujours nouveau, merveilleux, enivrant.

Simone Weil, 1943


Il male immaginario è romantico e vario; il male reale è tetro, monotono, arido, noioso. Il bene immaginario è noioso; il bene reale è sempre nuovo, meraviglioso, inebriante.

martedì, marzo 10, 2009

“Della Seconda Guerra Mondiale non me ne frega niente” (Simone Weil, 1945)

(via ventisettesimomarzo)

lunedì, marzo 09, 2009

"BGhRRROOOOOOOOPhh!!!..."

Charles Bukowski

domenica, marzo 08, 2009

basta con queste feste, pensiamo a berlusconi e alle figure di merda.

pataterna

sabato, marzo 07, 2009

direttamente dall'archivio personaggi passati dal'hotel dove lavoravo:

Elviso Del Nutto
(elviso è il nome, Del Nutto il cognome)

baffoni (che scendono)
basso, magro ma muscoloso, 55 anni.
viene a chiedere il modulo compilato dal commercialista per la disoccupazione,
(ha lavorato qua 2 mesi, poi è scaduto il contratto e non l'hanno rinnovato, quindi ha chiesto per quel modulo)

gli chiedo, beh allora narciso come va?
- èh tutto bene

ma che modulo le serviva?
- èh quello dell'imps, che seno mi tolgono la disoccupazione

ok, chiamo il commercialista

pprronto commercialistaaa
salve mi serve il modulo di Del Nutto, per la disoccupazione,
- aaaaa si glielo faxxoooo?
si grazie, arrivederci.

arriva il fax.

ecco, elviso, sono due copie.
- grazie

ma adesso dove lavora?
- ah, qui al san giacomo.

ah... quello che è anche pizzeria?
- si si, quello

capito, beh arrivederci
- salve grazie.

venerdì, marzo 06, 2009

L'importante è che ci sia la connessione, il resto viene da sé.

Andrea Beggi

mercoledì, marzo 04, 2009

Vizio: azione ricorrente che tende a causare maggiori problemi rispetto a quelli che risolve.

Virtù: azione che tende a rompere i coglioni a chi ha dei vizi.

martedì, marzo 03, 2009

La salute deve distinguersi per l'assenza di un modello tipico di comportamento; le sue qualità sono la spontaneità e l'adattabilità alle esigenze razionali di una situazione. La salute è uno stato fluido, in contrasto con la nevrosi che è una condizione strutturata.

Alexander Lowen, Il linguaggio del corpo

venerdì, febbraio 27, 2009

ogni volta che diamo fiducia alla persona che abbiamo davanti, che la ascoltiamo con attenzione e che crediamo nel senso delle sue parole, oltre a semplificarci la vita diamo una possibilità al dialogo e alla costruzione di un rapporto. se l'altro ci fregherà, non avremo perso nulla di noi stessi, tranne il nostro tempo. se l'altro ci corrisponderà avremo guadagnato tantissimo.

ziadora

giovedì, febbraio 26, 2009

fanculo le medicine

tutto il giorno in silenzio

sento una ruspa fuori

penso, cazzo che bel rumore

apro la finestra per sentirlo meglio

si aggiunge una motosega

che poesia

via
certo, appena schiacciato "post" mi è caduto a terra lo sciroppo, e adesso ho appena finito di pulire, però resto zen, un porco qui e un porco là, ma resto zen. - auro

domenica, febbraio 22, 2009

Em filosofia, o desejo é uma tensão em direção a um fim considerado pela pessoa que deseja como uma fonte de satisfação.

l'etimologia della parola desiderio ("de sideribus") ci rimanda al De bello Gallico: i desiderantes erano i soldati che stavano sotto le stelle ad aspettare quelli che dopo aver combattuto durante il giorno, non erano ancora tornati. Da qui il significato del verbo desiderare: stare sotto le stelle ed attendere.

Desire is a sense of longing for a person or object or hoping for an outcome.

Le désir est une tension issue d'un sentiment de manque et en ce sens on ne désire que ce dont on manque. L'être tend vers un but considéré comme une source de satisfaction.

Così bella. Piena così piena del mio desiderio per te, dell'illusione che basterebbe allungare le mani per raggiungere i tuoi fianchi e farti ridere e ballare ballare ballare.

I wasn't born to lose you.
I want you, I want you,
I want you so bad,
Honey, I want you.

venerdì, febbraio 20, 2009

Il gioco delle macchine di slot non solo richiede l’abilità di tirare il braccio della slot e della preghiera per un miracolo (via NG)

martedì, febbraio 17, 2009

"nonna allora non è vero che c'è mina a san remo, è solo un video"
"ma di' che vadano a girare col video"
Authenticity, for me, is doing what you promise, not "being who you are".

Seth Godin

L'autenticità, per me, è fare quello che prometti, non "essere quello che sei".
Una vigna che sale sul dorso di un colle fino a incedersi nel cielo, è una vista familiare, eppure le cortine dei filari semplici e profonde appaiono una porta magica. (...)
La visione s'accompagna al sospetto che queste non siano se non le quinte di una scena favolosa in attesa di un evento che né il ricordo né la fantasia conoscono. Qualcosa di inaudito è accaduto o accadrà su questo teatro.

(Cesare Pavese, Ferìa d'agosto)

lunedì, febbraio 16, 2009

Tlaxcala mi rassicura perché è piena di gente come me e perché posso andare a dormire sapendo che c'è qualcuno sveglio. Come quando sto in una stanza d'albergo in una città che non conosco, e fuori della finestra c'è gente che fa casino e posso assopirmi. Lo so, gli altri di solito vogliono le camere tranquille, lo scrivono nella mail della prenotazione sotto richieste particolari insieme a non fumatori o piani alti, ma a me va di sapere che c'è gente ancora sveglia. Poi io ricambio, perché mi piace fare le ore piccole, mi piace tornare a casa zigzagando per strade deserte con i semafori che lampeggiano, prendendomi tutte le precedenze, incrociando autobus con la scritta deposito e taxi liberi e camion della spazzatura e metronotte e ciclisti ansanti e solitari. E mentre torno a casa mi immagino quelli che dormono tutti caldi di sonno e un po' sudati, le tapparelle abbassate, le finestre chiuse, e penso "dormite, dai, che se succede qualcosa vi sveglio io". E non so cosa possa essere quel qualcosa.

mirumir

venerdì, febbraio 13, 2009

Lemma puttanata
Sillabazione/Fonetica [put-ta-nà-ta]
Etimologia Deriv. di puttana
Definizione s. f. (volg.)
1 stupidaggine, sciocchezza
2 azione subdola, perfida.

dizionari Garzanti

lunedì, febbraio 09, 2009

(È ovvio che il premier tenga alle persone in stato vegetativo permanente: sono la base del suo elettorato)

Stark

giovedì, febbraio 05, 2009

Il parlamento ormai emette solo editti medievali, che si parli di bioetica o di politiche della famiglia. Ci manca solo una bella pestilenza, e francamente se ne sente il bisogno.

brodo

mercoledì, febbraio 04, 2009

Si è fatto il buio fosforescente che precede le cose. Il velario nero si è incurvato sopra il bosco lasciando libero soltanto un breve varco a occidente da cui viene la luce.

Una gita in barca, Dino Buzzati, 1965

lunedì, febbraio 02, 2009

"oggi è la vigilia di domani" (Iris, cinque anni ancora per sei giorni)

RobGrassilli

sabato, gennaio 31, 2009

Capisci che devi passare meno tempo alla tastiera quando su un tabellone pubblicitario, sotto l'immagine di due tigri, leggi "LOLCATS" anzichè "LOCALS"

Feba

venerdì, gennaio 30, 2009

Ciò che è avvenuto nelle ultime settimane nella striscia di Gaza ci pone davanti a uno specchio nel quale si riflette un volto per il quale, se lo guardassimo dall'esterno o se fosse quello di un altro popolo, proveremmo orrore.

David Grossman (traduzione di A. Shomroni)

giovedì, gennaio 29, 2009

light my fire in veneziano

forsa 'more impissime el fogo, forza 'more impissime el fogo, forsa amore impissime el ...fogooooooo

laflauta

mercoledì, gennaio 28, 2009

Stare sott'acqua con Billie Holiday è una cosa così magica che ti dimentichi di riemergere e respirare.
Secondo me stare nella pancia della mamma è così.
Che non ti interessa di essere pettinata.

elena petulia

martedì, gennaio 27, 2009

Ale Brider

Un mir zainen ale brider,
Oi, oi, ale brider,
Un mir zingen freileche lider,
Oi, oi, oi!

Un mir haltn zich in einem
Oi, oi, zich in einem,
Azelches iz nito bai keinem,
Oi, oi, oi

Un mir zainen ale einik
Oi, oi, ale einik
Tzi mir zainen fil tzi veinik,
Oi, oi, oi

Un mir libn zich doch ale,
Oi, oi zich doch ale,
Vi a chosn mit a kale
Oi, oi, oi!

Un mir zainen freilach munter,
Oi, oi, freilach munter,
Zingen lider tantsn unter
Oi, oi, oi!

Un mir zainen ale shvester,
Oi, oi, ale shvester,
Azoi vi Rochl, Ruth, un Ester
Oi, oi, oi

(Morris Winchevsky, 1856-1932)

lunedì, gennaio 26, 2009

È confortevole sapere che qualcuno può condividere un ricordo sensoriale con te. Ti dà la certezza che fosse vero.

Flounder

domenica, gennaio 25, 2009

Lunedì prossimo è la "Giornata mondiale del ricordo dell’aviaria".

Per commemorare gli anni passati sotto la minaccia incombente degli uccelli migratori verranno sequestrati alcuni allevamenti di anatre scelti a caso e uccisi centomila polli in Belgio.

ste

giovedì, gennaio 22, 2009

Perché nel fluire continuo della vita
Tutti ci siamo in qualche modo già incontrati

Gilgamesh

lunedì, gennaio 19, 2009

La Zygaena sognidorus è una falena che fa parte della famiglia degli Zygaenidae che comprende circa 800 specie di taglia media o piccola diffuse in tutto il mondo.

La caratteristica più nota di questa specie è che più si cerca di catturarla, più ci sfugge. Non è per niente facile prendere una sognidorus. I veri specialisti però conoscono il trucco di entrarne in possesso. Basta dedicare tutti i pensieri a qualcos'altro e autoconvincersi che non ci interessa per niente prendere la sognidorus. A questo punto, piano piano, si avvicina e si posa sulle nostre palpebre chiuse, il suo posto preferito, dove poi - di solito - resta per tutta la notte e ci fa compagnia.

...

Nel nostro mondo la Zygaena sognidorus è in via d'estinzione. Possiamo salvarla solo se cominciamo ad apprezzare le cose che danno veramente senso alla nostra vita e di non pretendere tutto a costo quasi zero.

dal sito fate la nanna

venerdì, gennaio 16, 2009

Questa sei tu, tu e quel sapone buonissimo che hai rubato in albergo e che non usi mai per non consumarlo. Aprilo, butta la plastichina, mettilo nel portasapone. Usalo anche nella doccia, sfiniscilo. Tutto quello che hai tenuto da parte per un momento speciale, usalo o buttalo. Mangia il boccone più buono per primo. Non bere il vino solo perché hai il bicchiere pieno.
Questa sei tu, e il tempo per fare le cose è adesso: hai imparato a godertele quando le fai e ci hai messo 39 anni, non puoi più essere parca di tempo. Apri i tuoi cassetti. Bandisci il nonsisamai, di molto sai, adesso.

mafe

giovedì, gennaio 15, 2009

Sono emozionato, direi sconvolto, tremo tutto. Grazie a Facebook ho ritrovato una persona cara che non vedevo da 32 anni. Ora è una testa di cazzo e vota Berlusconi.

Doug

lunedì, gennaio 12, 2009

Da tempo, ormai, le vere divisioni sociali non sono economiche, ma culturali. Il loro conto in banca è irrilevante: hanno tutti visto gli stessi film e programmi televisivi, sentito gli stessi slogan politici e non letto gli stessi libri.

bucknasty

domenica, gennaio 11, 2009

Grazie a tutti per aver votato, e soprattutto per aver incluso nelle vostre preferenze più di settanta battute diverse: è questo che ci spinge ad andare avanti, oltre alle promesse di favori sessuali che quotidianamente riceviamo via mail.

stark

sabato, gennaio 10, 2009

le sirene cantano sugli scogli di Miseno, anche se le cozze le han sequestrate i Nas

ilcavaliere nei commenti di flounder

giovedì, gennaio 08, 2009

Faccio, farò, come con questa neve: la osservo di sghibescio dalla finestra fingendo quasi d’ignorarla. In verità l’adoro. Mi piacciono i tetti imbiancati, i bordi delle panche rialzati a dismisura, mi piace osservare come s’insinua anche dove non dovrebbe esserci e gli alberi che sembrano piegarsi per depositarla con cura al suolo.
L’adoro ma faccio finta di nulla, come se non m’importasse. Altrimenti, come tutte le cose adorabili, sparirebbe in un baleno.

uzi

domenica, gennaio 04, 2009

Le ragazze che imparano i testi a memoria hanno sempre ragione.

Leonardo

sabato, gennaio 03, 2009

i:ching

impara dalla goccia
il perpetuo lasciarsi andare
la gioia della resa
il cadere nel cadere.
poi però chiama l'idraulico.

LaCeciarelli

venerdì, gennaio 02, 2009

Non importa cosa succede. Importa come la prendi.

Gaspar