venerdì, maggio 31, 2002



E 'STI CAZZI!
ottobre 1999 - Malatesta & K.D.A. Autoproduzioni

contiene: tuti i truzzi al rogo, tutti morti sotto al pogo; nati strani; N.A.T.O. per uccidere; lo sceriffo; ubriaco; negazione; la casetta; lo scemo; avoid; ubriaco (versione alterata)

"E 'sti cazzi!" è stato registrato con un budget bassissimo non più di due/tre mesi dalla nascita dei Malatesta. La tecnica è basilare ma nel complesso non è male.



sul sito anche una bella esposizione di mp3 da scaricare...
uno per tutti: Pulotti Suini

giovedì, maggio 30, 2002

Gentilissimo Sig. Simone,
rispondo con questa e.mail alle Sue domande.

Ho trovato il Suo indirizzo e.mail e le Sue poesie sul sito www.alidicarta.it e sul Suo sito personale (almeno credo) http://abottle.tripod.com/untitled/capitolo00.htm

La nostra società è sita in Trinitapoli, provincia di Foggia ma la sede operativa è a Parma in cui vengono svolte diverse attività, come può vedere nel nostro sito www.crisopolis.com.
Per quanto riguarda l'editoria consulti l'altro nostro sito http://web.tiscali.it/dominaeditrice dove troverà i vari nostri recapiti. Oppure, se ritiene opportuno, può fornirci un Suo recapito telefonico così La contatteremo noi direttamente.


Per poterLe fare una proposta ci occorre visionare e sapere la quantità di componimenti che avete eseguito.

In tutti i modi se il contenuto delle Sue composizioni lo reputiamo interessante, potremmo sottoscrivere un contratto nei seguenti termini:
avendo più di 100 opere possiamo pubblicare un libro con le seguenti caratteristiche: copertina 300 grammi a colori plastificata, pagine interne in bianco e nero (con possibilità di immagini in b/n) di 120/150 grammi, cucito in filorete.
Su ogni volume faremo un preventivo al prezzo di costo senza margini aggiuntivi per numero 1.500 copie che saranno pagate dalla Vostra persona.
Noi provvederemo alla distribuzione di tali volumi sul mercato e stipuleremo una royalty in base al valore ed al contenuto. Tale royalty permetterà di recuperare le spese ed ottenere un ricavo.

Facciamo presente che tali opere saranno distribuite sul territorio nazionale.

Nel caso ci fossero poche opere o Lei vorrebbe scegliere alcuni dei Suoi componimenti, si potrebbe fare un'antologia di più autori distribuendo i costi in più persone mantenendo inalterato quanto sopra detto.

Per tutti coloro che collaboreranno con noi, automaticamente dedicheremo una pagina sul nostro sito web.tiscali.it/dominaeditrice con alcune opere e la presentazione grafica del volume pubblicato o che andremo a pubblicare.

In attesa di una vostra risposta o per ulteriori chiarimenti, distintamente salutiamo.

per DOMINA EDITRICE
Daniela Dall'Ara
parmesan cheese from Parma Italy

mercoledì, maggio 29, 2002



http://www.abruzzosocialforum.org

lunedì, maggio 27, 2002

"Siamo venuti da un altro sistema solare ed abbiamo creato scientificamente ogni forma di vita sulla Terra , incluso l’uomo a nostra immagine… Ci avete scambiato per degli Dei…

Vi abbiamo amato come foste nostri figli ed vi abbiamo inviato la saggezza attraverso i Profeti… Avete distorto il nostro insegnamento e lo avete usato per condurre delle guerre…

Ora che potete comprendere chi siamo realmente, vorremmo stabilire un contatto in un’Ambasciata ufficiale."

- Estratto dal Messaggio degli Elohim all’umanità, 13 Dicembre 1973.

la Verità

venerdì, maggio 24, 2002

Conversion, software version 7.0,
Looking at life through the eyes of a tire hub,
Eating seeds as a past time activity,
The toxicity of our city, of our city,

New, what do you own the world?
How do you own disorder, disorder,
Now, somewhere between the sacred silence,
Sacred silence and sleep,
Somewhere, between the sacred silence and sleep,
Disorder, disorder, disorder.

More wood for their fires, loud neighbors,
Flashlight reveries caught in the headlights of a truck,
Eating seeds as a past time activity,
The toxicity of our city, of our city,

New, what do you own the world?
How do you own disorder, disorder,
Now, somewhere between the sacred silence,
Sacred silence and sleep,
Somewhere, between the sacred silence and sleep,
Disorder, disorder, disorder.

New, what do you own the world?
How do you own disorder, disorder,
Now, somewhere between the sacred silence,
Sacred silence and sleep,
Somewhere, between the sacred silence and sleep,
Disorder, disorder, disorder.

When I became the sun,
I shone life into the man's hearts,
When I became the sun,
I shone life into the man's hearts.

giovedì, maggio 23, 2002


Bush e Blair sono a cena alla Casa Bianca.
Ad un certo punto uno degli ospiti si avvicina e chiede di cosa stiano discutendo.
"Stiamo organizzando un piano per la terza guerra mondiale" dice Bush.
"Wow" - dice l'ospite - "E qual è il piano?"
"Abbiamo intenzione di uccidere 14 milioni di musulmani e un dentista" risponde Bush.
L'ospite sembra un po' confuso.
"Un ... dentista?!? Perche ucciderete un dentista?!?"
E Blair, dando una pacca sulla spalla a Bush: "Cosa ti avevo detto? Nessuno chiede dei musulmani ..."

martedì, maggio 21, 2002



engrish

lunedì, maggio 20, 2002

"Se per un istante Dio si dimenticherà che sono una marionetta di stoffa e mi regalerà un pezzo di vita, probabilmente non direi tutto quello che penso, ma in definitiva penserei tutto quello che dico."

dal commiato di Marquez

sabato, maggio 18, 2002

Scusate l'assenza, ma l'orto succhia energie, e le porta via....
Frattanto la chiesa battista ha chiesto a Britney Spears di pentirsi dei suoi peccati!
(Repubblica 15 maggio)

Generatore di musica



Strings collection

Arte e tecnologia e comunicazione

venerdì, maggio 17, 2002



M: Tarapia tapioco. Prematurata alla supercazzola o scherziamo!
V: Prego?
M: No, mi permetta. No, io; eh scusi noi siamo in quattro. Come se fosse antani anche per lei soltanto in due, oppure in quattro anche scribai con cofandina; come antifurto, per esempio.
V: Ma quale antifurto, mi faccia il piacere! Questi signori qui, stavano suonando loro. Non si intrometta!
M: No, aspetti, mi porga l'indice; ecco lo alzi così… guardi, guardi, guardi; lo vede il dito? Lo vede che stuzzica, che prematura anche. Ma allora io le potrei dire anche per il rispetto per l'autorità che anche soltanto le due cose come vicesindaco, capisce?
V: Vicesindaco? Basta così, mi seguano al commissariato!!!
P: No, no, no; attenzione! No, attenzione antani secondo l'articolo 12 abbia pazienza, sennò, posterdati, per due, anche un pochino antani in prefettura…
M: …senza contare che la supercazzola prematurata, ha ha perso i contatti col tarapia tapioco.
P: Dopo…

giovedì, maggio 16, 2002




Il fisico Jacques Bergier, racconta di aver conosciuto nel ’37 un misterioso individuo che gli venne presentato, per l’appunto come un Alchimista.
Costui lo ammonì in una lunga conversazione sulle implicazioni e la pericolosità delle ricerche attorno a certi fenomeni nucleari che si stavano a quel tempo studiando: "Voi siete molti vicini alla riuscita. Posso permettermi di mettervi in guardia? Gli studi ai quali vi dedicate sono temibili per l’intera umanità. La liberazione dell’energia nucleare è più facile di quanto non pensiate. E la radioattività artificiale prodotta può avvelenare l’atmosfera del pianeta in pochi anni. Inoltre esplosivi atomici possono essere fabbricati con pochi grammi di metallo e radere al suolo città intere.
Mi raccomando! : gli alchimisti lo sanno da molto tempo." Bergier comprese tutta la forza e l’importanza di quella profezia solo alcuni anni dopo e molto si dolse di non avere potuto reincontrare quel misterioso signore anche perchè era convinto che si trattasse addirittura dell’ultima reincarnazione del famoso alchimista Fulcanelli.
Di fatto la pila atomica, essenziale per la fabbricazione della bomba, nient’altro è che una combinazione geometrica di sostanze estremamente pure e l’energia che da essa viene liberata scaturisce proprio dalla particolare configurazione in cui vengono a trovarsi gli atomi dei suoi componenti: come magicamente. Da quello che in ultima analisi gli alchimisti avrebbero definito "un mistico agiogramma".
Nel suo principio essa, come aveva detto Fulcanelli, "non impiegava nè elettricità, nè energia, nè la tecnica del vuoto", "la semplice realizzazione della corretta configurazione" era sufficiente a trasformare la materia in energia e l’uranio in piombo, boro, cesio, ecc.

TRANSUSTANZIAZIONE ALCHEMICA E PILA ATOMICA

mercoledì, maggio 15, 2002


da gordo il prowebbio della settimana

non si possono fare i conti senza l'hosting
Proteine


Le proteine sono gli strumenti che la cellula usa per costruire se stessa e per funzionare. Se la cellula fosse il progetto di una casa, le proteine servirebbero a costruire le strutture portanti, cioè; muri, tetti, finestre, ma anche gli oggetti che la fanno funzionare, cioè padelle, rubinetti, aspirapolvere. Le proteine sono fatte da una combinazione di diversi amminoacidi. Se vogliamo fare un paragone gastronomico, diciamo che con un numero limitato di ingredienti (nell'uomo, venti amminoacidi) si possono preparare migliaia di spiedini (proteine) diversi. Quando la mamma prepara gli spiedini deve fare quattro cose importanti.
1) Scegliere, tra diverse verdure e diversi tipi di carne, quali infilare nello spiedino, come nella prima figura (cioè scegliere il TIPO delle diverse sostanze da mettere nello spiedino)
2) Scegliere quanti pezzi di verdure e quanti pezzi di carne infilare nello spiedino, come nella seconda figura (cioè scegliere il NUMERO delle diverse sostanze da mettere nello spiedino)
3) Scegliere come alternare i pezzetti di sostanze nello spiedino, prima il peperone, poi la salciccia, poi l'oliva, come nella terza figura (cioè scegliere la COMBINAZIONE delle diverse sostanze da mettere nello spiedino)
4) Scegliere per quale verso, a partire dal basso o dall'alto, infilare i pezzetti delle diverse sostanze nello spiedino, come nella quarta figura (cioè scegliere la COMBINAZIONE NELLO SPAZIO delle diverse sostanze da mettere nello spiedino) Allo stesso modo, prendendo diversi amminoacidi secondo il TIPO, il NUMERO, la COMBINAZIONE e la COMBINAZIONE NELLO SPAZIO, le cellule costruiscono le proteine.


domenica, maggio 12, 2002

mai più senza:
The A-Team of Haiku Bastards' Livejournal

venerdì, maggio 10, 2002


Hai ragioni, hai ragioni. Tutti hanno ragioni. Quelli che dicono la falda resta com'è e quelli che pure vedono tutta la Maremma incazzata per il decreto che approva il mescolamento degli schifi postindustriali al resto dell'ambiente. Distrazioni tecniche, per il link. Mica non ne capitano. Scusate ma scorsa settimana fuori di me dalla rabbia per questo provvedimento criminale. 12 anni di scazzi e poi passa il terzo traforo. Se mi consentite un giudizio equanime e sereno, Lunardi infame. Tra due anni – termine previsto lavori - dai rubinetti qui escono i detriti dei lavori, altro che la falda non viene toccata. Per il resto, i cinghiali qui intorno distruggono i campi di zafferano, e poi i cacciatori se la pigliano con me. Io diserto, e me la do nel bosco, con gli scoiattoli.
Sto cercando le istruzioni per costruire un sistema idroponico passivo, che stavano in rete in italiano ma non le trovo più, le faceva il conchetta di Milano. So e spero che arriveranno segnalazioni, e vi ringrazio anticipatamente.

giovedì, maggio 09, 2002

mai più senza:
euphemisms for brainwashing

Sorry, ho scordato il link. Del resto questo posto si chiama cut'n'paste...
E un calcio in faccia al Gran Sasso, naturalmente, con la terza canna...

Un calcio in faccia al comitato per la tutela delle acque del Gran Sasso

TIPS FOR PERFORMERS-Playing cards have the top half upside-down to help cheaters. There are a finite number of jokes in the universe.Singing is a trick to get people to listen to music for longer than they would ordinarily. There is no music in space. People will pay to watch people make sounds. Everything on stage should be larger than in real life.

LIFE ON EARTH-Men like pastries, women like custards. Scientists have invented a love drug, but it only works on bugs. Animals like earthquakes, tornadoes and volcanic activity. Nuclear weapons can wipe out life on Earth, if used properly. Dolphins find people amusing, but they don't want to talk with them. People look ridicuolus when they are in ecstasy. Schools are for training people how to listen to other people. Body odor is the window to the soul. Sound is worth money.

LIVING WITH OTHER PEOPLE-Violence on television only affects children whose parents act like television personalities. Table manners are for people who have nothing left to do. Civilization is a religion. Civilized people walk funny. There is always a party going on somewhere. People will remember you better if you always wear the same outfit.

THE SPACE PEOPLE-Space People read our mail. The Space People think that TV news programs are comedies, and that soap operas are news. The Space People will contact us when they can make money by doing so. The Space People think factories are musical instruments. They sing along with them. Each song lasts from 8 am to 5 pm. No music on weekends.

MONEY-People will do odd things if you give them money. When everything is worth money, then money is worth nothing. If you keep your moeny in your shoe, then people will know which bills are yours. If you crumple your money into little balls, it will never stick together. The best way to touch money is by the edges. U.S. money is the worst looking money in the world.

WORLD TRAVEL-Passport pictures are what people really look like. Rich people will travel great distances to look at poor people. Toast is the national dish of Australia. People never travel to look at flat landscapes. People would rather watch things than eat. Looking at postcards is better than looking at the real thing. Looking up is as scary as looking down.

IN THE FUTURE-In the future, women will have breasts all over. In the future, it will be a relief to find a place without culture. In the future, plates of food will have names and titles. In the future, we will all drive standing up. In the future, love will be taught on television and by listening to pop songs.

WORK-Crime is a job. Sex is a job. Growing up is a job. School is a job. Going to parties is a job. Religion is a job. Being creative is a job.

GROWING UP-Drugs affect children the opposite way they affect adults. Adults think with their mouths open.

Dal booklet di 'Stop making sense'-Talking heads, 1984

mercoledì, maggio 08, 2002


Kournikova in topless? Non era lei



Le foto su Penthouse erano della nuora di Benetton


IL MAGO SILVIAN


Ho una bella favola da raccontare, tratta da una storia vera. C'era una volta il mago Silvian. Sapeva fare tante belle magie ed era molto simpatico perche' aveva una bella faccia da pirla con un bel sorrisetto rassicurante e maliziosetto. La sua specialita' era la magia del dare per avere. Andava presso il pubblico dei teatrini e chiedeva agli ignari "volontari": cosa vuoi di bello dalla vita? Vuoi un bel posto di lavoro? Oppure una bella Ferrari? Perche' non una bella villa con piscina? Facciamo anche un harem di fotomodelle tutto per te se sei uomo o l'intero gruppo dei California Dream Men se sei donna? No aspetta, se sei sentimentale e puro, posso farti la magia di un mondo buono, pulito e felice per tutta la vita. Un mondo dove il cielo e' sempre azzurro e i bambini corrono felici nei prati mentre le mamme raccolgono i fiorellini e i papa' contemplano le delizie del nuovo mondo. Gli ignari volontari, lusingati dalle prospettive, esprimevano i propri desideri e il mago Silvian, prima di effettuare la magia, chiedeva loro una piccola cosina in cambio. Un piccolo pedaggio che avrebbero dovuto pagare prima di godere dei benefici della magia. Era la magia del dare per avere, ricordate? Adesso spiego in cosa consisteva il dare. Il mago Silvian prese uno alla volta gli ignari volontari e li porto' dietro il sipario. Con il solito sorrisetto da pirla chiese all'interlocutore di turno: "Mi consenta... puo' mettersi a novanta gradi e tirare giu' i calzoni (o la gonna, a seconda dei casi)? In genere l'ignaro volontario non aveva il tempo di replicare se non per dire un sofferente: "Ahi, ahi, che male!" Qualcuno aggiungeva: "Poteva almeno usare la vasellina..." Il mago Silvian era velocissimo e precisissimo. Non sbagliava mai! Dopo pochi minuti tutti gli ignari volontari passarono per il sipario e tutti doloranti tornaro a prendere posto in platea. Meno male che le poltrone del teatrino erano dotate di morbidi cuscini, altrimenti chissa' che dolore! Bene, lo spettacolo poteva cominciare e si poteva dar corso alla seconda parte della magia, quella dell'avere. Il sipario si chiuse. Le luci si abbassarono. Una musica tambureggiante, tipica dei momenti di alta suspance, comincio' a lievitare. Era tutto pronto. La platea era carica. Ormai era questione di secondi, da un momento all'altro il sipario si sarebbe riaperto e il mago Silvian avrebbe effettuato le magie promesse. All'improvviso il sipario si apri'. Si accesero le luci e la musica cesso'. Nel palco c'era un televisore. Solo un televisore. La platea si ammutoli'. Il televisore era acceso e su campo azzurro si leggeva la scritta: "Scusate l'interruzione, il programma riprendera' il piu' presto possibile." Stupore e sorpresa furono le prime reazioni della platea attonita. I minuti passavano e non accadeva nulla. La platea si fece rumorosa. Qualcuno comincio' a sospettare il peggio. Qualcun altro comincio' ad incazzarsi. Passarono le ore e tutto rimase come prima. Niente mago Silvian. Sparito. Sul palco solo il televisore con la solita scritta. Ormai la platea si era svuotata, se ne erano andati tutti, chi deluso, chi dolorante, chi inferocito. Il mago Silvian aveva fatto la sua grande magia ma nessuno se ne era accorto. Fine della favola.
Come dicevo all'inizio questa favola e' tratta da una storia vera. Una storia arrivata solo alla fase del dare.


Maurizio Dovigi - Berlusconi Vox Populi


martedì, maggio 07, 2002


buonasera,
avevo scritto una cosa, poi mi è crashato il pc, evvabbè, accontentatevi del

mai più senza #2:
Britney Spears Suspected of Raising Masturbation Levels to an All-Time High

io intanto imparo a scrivere prima le cose sul notepad.

"Un apparecchio innovativo che raggrupperà le migliori caratteristiche di Oregon Scientific sarà un telefono che farà le previsioni del tempo".

Giuseppe Finocchiaro, ad di Oregon Scientific


lunedì, maggio 06, 2002


Alla domanda sull’influenza esercitata dalla sua riflessione, Hannah Arendt aveva risposto a Gaus con molta franchezza: "Se mi consente una chiosa ironica, questa è una domanda tipicamente maschile. Gli uomini vogliono sempre esercitare una grande influenza, ma per me non è poi così essenziale. [...] Io voglio comprendere e se altri comprendono – nello stesso modo in cui io ho compreso – allora provo un senso di appagamento, come quando ci si sente a casa in un luogo".


Archivio Arendt 1. 1930-1948 - feltrinelli


Roma


Lui A - ...in tempi recenti, addirittura Marco ad una festa c'ha provato e c'ha paccato.
Lui B - Mh mh
Lui A - Poi, invece, Enrico mi viene a dire che lei è una ragazza che magari ci esci una volta e lei riesce a capire come sei fatto, poi la chiami, poi gli dimostri che te sei più grande e poi alla fine da lì può nascere il tutto, perchè cambia il rapporto eccetera.
Lui B - Eh, eh.
Lui A - Però poi, vojo di', a me me rode il culo di passarci troppo tempo, cazzo! Capito? Poi per una come lei, vojo di', parlamose chiaro...
Lui B - Eh, in effetti...
Lui A - Basta! ora la chiamo e gli dico...
Lui B - Che vorresti tanto metteje le mani nelle mutande!


Salerno


A - Ma sì che tieni ragione, nonn. 'O president ha vinto l'elezion a forz e' spott. Ma che te vennd nu spott? 'Na cos che ppoi quan 'a compr fa sempre più schiff de comm te sembrav. 'O probblema accà écché la ggent ha capit che 'stu spott nun c'avev manc a' merce da vennere. Solo 'i chiacchere.
B - Eh! 'O dicev Nostro Signore: feriss cchiù la lengua della spad.
A - Allò, nonn! Ma quale lengua? A chissto, si non lo sbatton ammare comm a chillo brasiliano, ciò mett a tutt su do' culo.
B - Eh, i l'ho sempr ritt ca l'italian so tutt' un po' recchion!


Caserta


Lei A - Ma simmangiat pesànt?
Lei B - Beh, ierasser no. Ma l'atr giuorn fuors ho un poc esaggerat au matrimonie e' Ninucc.
Lei A - Ah! Ecc u' peccat! Emmò u' demonie te fa scuntà!
Lei B - (Comincia a piangere) Mamma mia! Mamma mia! Chiddolor! Nummepò trattà cussì! Io aggia ritt tutt'i preghier pe' sett giuorn! Nummepò trattà cussì! Apperché! Apperché?!... (Piange forte)
Lei A - Sint! Sint! Finiscila 'i chiannere! Assuntì! Ascuolt! Sissòl in casa?
Lei B - (Piangendo) No, c'è Tonin!...
Lei A - Bùon! Fallo uscire subbito!
Lei B - Quantsuord t'aggia 'mandà?
Lei A - Lasc perd issuord ca pass 'ii chiù tard. Mammò mann Tonin a o' mercat e diceje d'accattà mezz chil 'e zucc e nu' pacc 'e idrolitin. Poi pigl a zucc a pist cu' sal i 'tta magn co nu cucchiaie d'arcient e subbito topo t'abbevi nu' litr d'acqq ca' idrolitin. Appoi t'ammitt supr a tazz e te sforz 'e scureggià. Ma fort! Devi 'ffà trase for 'o respir do demonie!
Lei B - (Piange)
Lei A - Fa' prist!! Capit!?
Lei B - Sì cummà! Tonin! Tonin!! Vien accà!!


Roma


Lui A - Te volevo chiede se me poi accompagnà...
Lui B - 'Desso, no. C'ho da fa'. Alle due vabbé?
Lui A - Ma che cciai 'a diarea? (Ride)
Lui B - No, sto a scrive a Rutelli.
Lui A - Ma che te sei rincojonito?
Lui B - Perché? Ho letto pe' strada che si voi je poi scrive.
Lui A - E che je stai a scrive?, che c'ha le corna? (Ride)
Lui B - No, sur traffico. Ch'è tutta corpa dei pizzardoni.
Lui A - 'Tacci loro.
Lui B - Oh, io ggiro cor motorino e li vedo, eh! Nun fanno 'n cazzo!
Lui A - Nun mo' dì ammé. Ce n'ho due che m'entrano tutti i ggiorni e se fanno cappuccio e lievito aggratis, tutti i ggiorni, eh!
Lui B - 'Tacci loro!
Lui A - E ieri uno s'è preso pure le Mental.
Lui B - 'Tacci sua...


da terziario arretrato: in giusto formato da leggersi sulla tratta Napoli-Roma, o sul tratturo Napoli-Salerno, a scelta.





Il cuore ingannevole di J. T. Leroy arriva anche in Italia
La vita attraverso gli occhi del figlio di una prostituta nel nuovo romanzo del 22enne scrittore americano


Dopo il libro scandalo “Sarah”, bestseller internazionel di cui il regista Gus Vas Sant sta girando la versione cinematografica, esce in Italia il romanzo che ha consacrato J. T. Leroy, 22 anni, miglior scrittore americano della sua generazione. Il titolo del nuovo romanzo è “Ingannevole è il cuore più di ogni cosa” (Fazi, 236 pagine, 12,50 euro) di cui Asia Argento e Nada (sic...) leggeranno alcuni brani il 4 giugno al Festival delle Letterature del Comune di Roma (Foro Romano, nderpiastrella) alla presenza dell’autore che proporrà, invece, un suo inedito. (....)


Il Centro, Quotidiano dell’Abruzzo, 5 maggio


domenica, maggio 05, 2002


Triumph cessa le sue attività in Birmania


"Guerre stellari": 25mila fan in divisa hanno invaso la città di Indianapolis


Continua la mobilitazione del popolo di "Guerre stellari". Circa venticinquemila fan, molti dei quali vestiti da cavalieri jedi, ewoks e wookies, si sono ritrovati venerdì a Indianapolis per la "Star wars celebration II", organizzata in vista dell'uscita di "L'attacco dei cloni", il prossimo 16 maggio...


Corsera oggi

Finalmente Hixon si risente

Una buona domenica a tutti (se riesco a fare i travasi).
Un'altra fabbrica in Birmania ha chiuso i battenti due settimane fa, a seguito campagna internazionale. Altre ce ne stanno. Successo per la giornata della maria a Roma.


Mai più senza:
Britney Spears Guide to Semiconductor Physics: Photonic Crystals



Latin Name: Anadenanthera colubrina
Common Name: yopo, cohoba, vilca
Uses: Hallucinogen


Usage: Black beans and the bark from these trees are toasted, pulverized and mixed with ashes or calcined shells to make psychedelic snuff called yopo by Indians in Orinoco basin in Colombia, Venezuela and possibly in southern part of Brasilian Amazon. Yopo is blown into the nostrils through bamboo tubes or snuffed by birdbone tubes. The trees grow in open plain areas, and leaves, bark and seeds contain DMT, 5-MeO-DMT and related compounds (Schultes 1976,1977; Pachter et al. 1959).The seeds contain mostly Bufotenine which converts to DMT upon roasting.The bark powder does not contain Bufotenine,but does contain DMT and 5-MeO-DMT measured at 1% to 2% of dry weight.This is one of the highest levels of active tryptamines of any plant.


SNUFF:


Traditionally the seeds are made into a snuff. The seeds must first be roasted.
Modern Shaman use a gas oven.The oven is pre-heated to 500 degrees.The seeds are placed in a shallow baking pan that is covered.The seeds will pop just like popcorn.For 30 grams of seed the process takes between 10 and 15 minutes.When the seeds stop popping they are done.The seed is then ground into a fine powder and a little garden lime is added to the seed powder.


THE ETHNOBOTANICAL
SEARCH ENGINE




Uno sguardo, un abbraccio, mano nella mano,
Tutto questo all' improvviso, come è strano l'amore.
E da quel momento, ti ho pensato sempre.
Il ricordo di te si fa sempre + forte ogni momento ke mi 6 lontana.
Xke devo soffrire così, torna da me, amore, e nn andare + via:
6 tu la mia luce, la mia guida.
Quando sto con te i ricordi brutti si trasformano e diventano stupendi.
E all' improvviso 6 arrivata e mi hai allontanato dalla brutta via, Indirizzandomi su quella buona: quella ke mi portò da te.


il poeta hixon




Un semplice strumento di rilevazione



È meglio affidare la rilevazione dei campi di energia geomagnetica agli esperti, ma ognuno, può costruirsi un piccolo rilevatore magnetico in grado di scoprire la posizione dei muri di energia della rete H, con un filo metallico continuo, fatto passare in un sottile tubo di rame, di diametro inferiore a 1 cm, funzionante come maniglia.

Prima di effettuare il rilievo, per eliminare cariche superflue dal corpo, è utile mettere per qualche secondo le mani sotto l'acqua corrente.

Camminando lentamente, tenendo il braccio allungato in avanti e il filo verticale rispetto al terreno, in presenza di una fascia magnetica, lo vedrete ruotare come l'ago di una bussola e sistemarsi secondo la direzione d'orientamento della fascia.

Spostandovi indietro e facendo avanzare nuovamente in avanti il braccio, lo strumento ruoterà in corrispondenza dell'inizio della fascia; ripentendo l'operazione dall'altra parte, potrete determinarne la larghezza. Non è facile effettuare rilievi corretti perchè lo strumento è sensibile a tutti i campi elettromagnetici, alle armature di ferro o a corsi d'acqua e faglie sotterranee.


dal sito Bioarchitettura



sabato, maggio 04, 2002

Les Voleurs



Fuori dallo sgabuzzino e dentro nei musei, biblioteche, monumenti architettonoci, sale da concerto, librerie, sale d’incisione e studi cinematografici di tutto il mondo.
Tutto appartiene al ladro ispirato e devoto.
Tutti gli artisti della storia, dai pittori delle caverne a Picasso, tutti i poeti e gli scrittori, i musicisti e gli architetti, offrono le loro merci, importunandolo come venditori ambulanti.
Lo supplicano dalle dalle menti annoiate dei bambini delle scuole, dalle prigioni della venerazione acritica, dai musei morti e dagli archivi polverosi.
Gli scultori tendono le loro braccia di calcare a ricevere la vita - e danno trasfusioni di carne quando i loro arti amputati vengono innestati su Mister America.
Mais le voleur n’est pas pressé - il ladro non ha fretta.
Deve assicurarsi della qualità della mercanzia e della sua appropriatezza allo scopo prima di impartire il supremo onore e la benedizione del suo furto.
Parole, colori, luci, suoni, pietra, legno, bronzo appartengono all’artista vivente.
Appartengono a chiunque sappia usarli.
Saccheggiate il Louvre!
A bas l’originalité, lo sterile e assertivo ego che imprigiona mentre crea.
En haut le vol - puro, sfrontato, totale.
Non siamo responsabili.
Rubate tutto quel che è in vista.


William Burroughs



c'è del marcio in danimarca

Amleto

venerdì, maggio 03, 2002


io sono un trucco spaziale
una distorsione che impedisce il passaggio diretto della luce attraverso la zona che voi chiamate corpo
uno scherzo di rifrazione


la luce mi cuce
la luce mi scuce


dal mio libretto blu


~If my poetry aims to achieve anything, it's to deliver people from the limited ways in which they see and feel.

~Whoever controls the media, controls the mind.

~I think in art, but especially in films, people are trying to confirm their own existences.

Jim morrison.
(la seconda cmq era di orwell, qualche anno prima)


IL KEFIR, BLOB DI CASA NOSTRA


di Carlo Presotto e Paola Rossi



Nel marzo 1993 ha cominciato ad assumere dimensioni rilevanti a Vicenza la diffusione del "Kefir d'acqua", un tipo di coltura simile allo yogurt, di origine caucasica, passato di mano in mano accompagnato da una serie
interessantissima di voci sulle sue virtu' benefiche.
Viene solitamente offerto da una amica (la trasmissione avviene principalmente per via femminile) in un barattolo accompagnato dalla fotocopia di un testo dattiloscritto.
Il barattolo contiene numerosi piccoli globuli trasparenti e gelatinosi di circa tre quattro millimetri di diametro, immersi in acqua. La fotocopia contiene una serie di informazioni sulla provenienza del Kefir, su esperienze di uso terapeutico, i dosaggi ed infine la ricetta per coltivarlo in casa.
Il Kefir d'acqua, chiamato anche oralmente "Fungo del Kefir", va tenuto in un vaso da due litri pieno d'acqua, con del limone, dello zucchero ed un fico secco.
Dopo due giorni si filtra il contenuto e si prepara una nuova "infusione", rimettendo la gelati na in acqua rinnovata con nuovi ingredienti. L'acqua filtrata ha un gradevole sapore, e' leggermente frizzante, e va bevuta in dosi diverse a secondo del tipo di cura desiderata.
Il Kefir coltivato aumenta di quantita', e nel giro di circa una settimana arriva a raddoppiare di volume.
Ed a questo punto cominciano ad entrare in campo in modo consistente le "voci".
Il Kefir e' un organismo vivente, ha un'anima e forse una coscienza, per questo motivo non si puo' gettarne via l'eccedenza, ma c'e' chi dice che gettandolo nella fogna potrebbe alimentarsi in modo incontrollato con i liquami degli scarichi, fino ad intas are le condutture.
Ritroviamo in questo motivo una interessante contaminazione tra diversi aspetti del folklore contemporaneo, dalle "catene di S. Antonio" per quanto riguarda il carattere fideistico, quasi fanatico dell'opera di proselitismo svolta dagli "adepti", nonche' per la progressione geometrica della sua diffusione, fino al motivo della "fauna fognaria" imparentandosi con Blob e alligatori ciechi.
Da non trascurare il motivo parallelo della paura (o della fede incondizionata) in tutto cio' che e' estraneo, esotico, misterioso. Viene sempre posto l'accento sul fatto che proviene dal Caucaso, dove le persone vivono piu' di cent'anni. E nonostante da diverse parti la sua provenienza susciti sospetti e contro voci, chi ci crede persiste nella sua pratica, ignorandole deliberatamente anche quando si presentano sotto veste scientifica e documentata dalla stampa. (vedi Il Mattino dell'Alto Adige del 7 aprile 1993).
Tra le controvoci interessante e' quella che accusa il fico secco, in quanto anch'esso prodotto di importazione, di essere un potenziale portatore di microbi, malattie e sostanze estranee. Esiste anche un precedente, documentato a Venezia nel 1953, di diffusione presumibilmente dello stesso Kefir, sotto il nome di "Fungo Cinese", coltivato nel te' al limone zuccherato (nel suo numero del 19 dicembre 1954 La Domenica del Corriere vi dedico ' addirittura la copertina, con un disegno di Walter Molino).
Da sottolineare il fatto che nel 1953 lo si beveva per la sua qualita' di ricostituente e per il suo contenuto di vitamine, mentre oggi viene assunto sopratutto come cura depurativa e disintossicante.
Apparentemente funzioni opposte, in realta' scavando nel discorso si scopre che l'intervistato lo beve e lo beveva perche' fa bene.
Cosa questo significhi in contesti diversi e' dimostrato dale differenti virtu' attribuite allo stesso elemento in rilevazioni distanti nel tempo.
L'attuale diffusione del fenomeno e' capillare nell'hinterland vicentino, al punto tale che una delle intervistate ha avuto difficolta' a reperire il vaso da due litri necessario per la coltura, ricevendo la conferma da almeno due negozianti che le scorte erano state esaurite a causa delle numerose richieste per il Kefir.
Difficolta' anche a reperire fichi secchi, elemento interessante da mettere a confronto con una voce parallela sulla diffusione del fenomeno nel 1953.
Allora c'era chi spiegava il fatto con l'ipotesi che grossisti e produttori di zucchero avessero accumul ato grosse scorte ed avessero necessita' di smaltire, per questo avevano inventato il "fungo cinese" e ne avevano
favorito la diffusione.
Resta il fatto che, quando una delle intervistate si e' rivolta al proprio erborista per saperne di piu', questi le ha risposto in malo modo che lui "Di Kefir non ne sa e non ne vuole sapere niente". L'intervista concludeva
"Forse perche' non ci guadagna nulla...". Un'altra erborista intervistata ha invece fornito tutte le indicazioni, confermando che gli effetti del Kefir sono paragonabili a quelli di uno yogurt preso regolarmente, e che la
presunta dannosita' del fico secco potrebbe derivare dall'alcol prodotto dalla sua naturale fermentazione, che comunque non e' maggiore di quello contenuto in un succo di frutta.
Empiricamente, visto il numero di persone conosciute che lo assumono regolarmente, possiamo confermare che in ogni caso a tutt'oggi (aprile 1993) male non dovrebbe fare.
Una delle intervistate ci ha addirittura detto che, ad una settimana dall'inizio della cura, ha smesso di perdere i capelli, virtu' da aggiungere alle molte del favoloso Fungo d'acqua, il magico Kefir del Caucaso.


LA NATICA SINISTRA DI ORIANA



"Signora mi deve mezzo dollaro". Con i suoi occhi cisposi, i denti cariati, l'alito fetido, l'espressione idiota, la voce odiosa, il salumiere aspettava che gli pagassi la dozzina di uova. Aveva la classica faccia da porco ma da porco vecchio, malato, guasto dentro. II suo negozio era disgustoso. Fuori cadeva, lentissima, una pioggia lercia. Vomitai: una, due, tre, quattro volte.
Dentro le viscere sentivo esplodere la violenza, la meschinità, l'ignominia, la sporcizia, la volgarità, la viltà del mondo: l'orrore mi mordeva lo stomaco, me lo smangiava, me lo corrodeva. Mi accorsi che parlavo da sola, ma a voce altissima: gridando. Mi strappai i capelli, morsicai la borsetta, mi rotolai per terra, diedi fuoco a due scaffali, estrassi una rivoltella e sparai tre colpi in aria, suonai una tromba, feci la cacca, mi congiunsi spasmodicamente con un negro, mi tagliuzzai un piede con una lametta. Poi pagai il conto.
Il salumiere mi fissò con la sua espressione ebete, laida, immonda, turpe, sconcia, triviale, ottusa, empia, cretina, ignorante, cafona, arrogante, offensiva. Io gli fissai le scarpe, veramente bruttissime, e gli allungai il suo schifoso, fottuto, atroce, insolente, blasfemo mezzo dollaro. Vomitai: una. due. tre quattro volte.
"Signora, se viene l'ufficio di igiene passerò dei guai" disse il salumiere. Ma io non lo ascoltavo più: ero già fuori, sotto una pioggia putrida e appiccicosa, con la mia dozzina di uova. Mi doleva la ferita alla natica destra: due pallottole a Città del Messico. Mi bruciava anche la ferita alla natica sinistra. Già: dove, quando, come, perché, in quale vergognoso budello del mondo mi ero ferita alla natica sinistra? Per quanto mi sforzassi di ricordare (e il cervello mi doleva, urlava, impazziva, soffriva, smaniava, piangeva, pregava, guaiva, puzzava), ero certa di non aver mai subito ferite alla natica sinistra.
Eppure mi bruciava - "Signora, scusi, non si sieda sulla mia fiamma ossidrica: potrebbe farsi del male". Così mi disse l'operaio che stava riparando una saracinesca, con la sua faccia criminale e la sua voce da scimmia violenta. Vomitai: una, due, tre, quattro volte. Feci le scale di casa di corsa, mentre tutto l'orrore e l'ingiustizia del mondo mi dilaniavano il pancreas, le reni, i timpani, l'esofago, i talloni, i polpacci, le ascelle, il pomo d'Adamo. Mi buttai dal quinto piano, urlai, piansi, mi fratturai, mi insultai, mi scotennai, mi ficcai un tacco in un occhio, mi estrassi gli intestini dal ventre e feci un nodo Savoia, mi denudai, torturai la portiera, disputai le semifinali di un torneo di ping-pong.
Infine mi ricomposi ed entrai in casa: le uova si erano tutte rotte. Tranne un uovo. Uno, uno, uno solo, un uovo, un uovo, solo uno. Quell'uovo, proprio quell'uovo. Lui. Sì: si può ancora vivere, sperare, provare tenerezza, amore, bisogno, fede, sapienza, bellezza, intelligenza, speranza, giustizia, verità. Ancora guardare il tramonto. Ancora destarsi sereni. Ancora.

Michele Serra


*Questo articolo, uscito su "Internazionale", ripreso dal Foglio dei Fogli, consigliato da Claudio Sabelli Fioretti, fu scritto su "Cuore" nel 1991 e ripubblicato nel libro di Michele Serra 44 falsi (Feltrinelli, ottobre 1991).

giovedì, maggio 02, 2002


Come McDonald's sfrutta deliberatamente i bambini?


Nelle vicinanze di ogni McDonald's la loro pubblicità è orientata verso i bambini. Anche la "personalità" di Ronald McDonald's non è così popolare come i ricercatori della corporation si aspetterebbero (forse perchè è così poco originale), migliaia di bambini adesso pensano ad hamburger e patatine ogni volta che vedono un clown con i capelli arancioni.

La consueta trappola


A nessun genitore bisogna spiegare quanto sia difficile distrarre un bambino da un comportamento o un tipo di cibo abitudinario. La pubblicità dipinge McDonald's come un posto felice, un circo dove sono disponibili hamburger e patatine per tutti a qualsiasi ora del giorno e della notte, intrappola i bambini a pensare che se non ci vanno non sonn "normali". L'appetito, la necessità e - soprattutto - il denaro non toccano mai "l'innocente" mondo di Ronald McDonald.

Pochi bambini sono lenti a riconoscere le sfarzose insegne rosse e gialle che campeggiano nei centri commerciali o nelle strade affollate delle grandi città di ogni nazione. McDonald's sa esattamente che tipo di pressione fa questo su chi deve stare appresso a dei bambini. E' duro non cadere in questo "conveniente" modo di far "felici" i bambini, anche se non si ha molto denaro e si prova ad evitare questo cibo-balordo.

Cibo giocattolo


Per compensare l'inadeguatezza dei propri prodotti, McDonald's cerca di far passare il consumo di pasti come "una cosa divertente". Questo trasforma l'atto del mangiare in una performance dove l'importante è stare da McDonald's ("Così com'è nelle pubblicità!") ed il cibo in se stesso è poco importante. Non molti bambini sono interessati alla nutrizione, ed anche se lo fossero, tutta l'apparenza e le consuetudini fatte di cappellini
di carta, luccichii e palloncini nasconde il fatto che il cibo che loro sono indotti/sedotti a mangiare è, quando va bene, mediocre al peggio velenoso - ed i loro genitori sanno che non è neanche conveniente.

Lo sporco segreto di Ronald


Una volta, raccontavano le fiabe, su come sono fatti gli hamburger ed i bambini erano molto meno pronti a gustarsi le perverse stramberie di Ronald McDonald. Con la giusta prontezza l'immaginazione dei bambini ha trasformato un clown in un orco (un sacco di bambini sono comunque sospettosi verso i clown). I bambini amano un segreto, e quello di Ronald è veramente disgustoso.

prosciutto di parma (parma ham) originale


Roma 12 settembre 2000.


Vaticano: Cardinal Ruini querela il Male.



Santa Romana Chiesa contro il Male. In occasione dell’incontro settimanale con i giornalisti accreditati (gli altri si attaccano al cazzo), Cardinal Ruini spiega la recente querela contro il male: è stato riportato erroneamente il conteggio dei secondi in occasione del discorso del Papa il 15 agosto (Vedi - Il Papa: il male è oscuro). All’affermazione del Sommo Pontefice – TUTTE STRONZATE – gli applausi hanno avuto una durata di 54 secondi e non di 47 come affermato dal mensile satirico, ciò nuoce indubbiamente all’immagine del Vaticano. La difesa de il Male: i tempi sono stati calcolati dall’inizio dell’applauso all’effettiva ripresa del discorso da parte del Sommo Pontefice (e nun ce vonno stà -non ci vogliono stare- n.d.t.).


Research hints at ill Duce's syphilis


Rory Carroll in Rome
Guardian

Thursday May 2, 2002


Benito Mussolini exploited a grenade wound in the first world war to cover up syphilis, according to new research which would explain the Italian dictator's uncharacteristic refusal to boast about his heroism at the front.

Generations of historians have accepted Mussolini's claim that he was hit by shrapnel during grenade practice in February 1917, obliging him to spend the rest of the war convalescing.

However, an examination of records in the state archives in Rome has exposed inconsistencies which suggest Il Duce lied about his condition. Paul O'Brien, an Irish historian, has published the findings in the latest edition of Contemporary Italy, an academic journal.

Mr O'Brien's tracing of medical records shows that two months after he was hospitalised an army doctor declared Mussolini's condition to be "extremely good".

Yet the embryonic fascist spent another four months in the Milan hospital, and then in August was given a year to convalesce. On July 24 the clinic noted his wounds had closed, but later the patient wrote to friends saying he remained bed-bound because the wounds had not closed.

Mussolini also instructed the newspaper he founded and edited at the outbreak of war, Il Popolo d'Italia, not to report on his treatment, and shunned an opportunity to have his his courage and sacrifice hailed.

Mr O'Brien says that either the grenade wound was exaggerated, or the future dictator had an embarrassing ailment he wanted hushed up.

The syphilis theory fits with rumours which circulated in Italy during his rule - and his chronic gastric problems, a symptom of the sexual disease.

The historian notes that Mussolini's personal physician, Ambrogio Binda, was a close friend who could have invented a wound to leg muscles - which other doctors made no mention of - to excuse his mobility problems.

The new research comes just as far-right activists, galvanised by France's Jean-Marie Le Pen, have plastered Rome with hundreds of posters of Mussolini.
   


TNG - miscellanea


  • La maggior parte dei pannelli elettronici della nave e' costituita da pellicole trasparenti disegnate da Mike Okuda e Cari Thomas utilizzando sia Adobe Illustrator sia tecniche piu' convenzionali come i pennini a china. Questi film trasparenti sono stati poi montati su plexiglas e retroilluminati. Quando un pannello deve essere ripreso da vicino, Mike Okuda crea un'animazione su uno dei suoi Macintosh II utilizzando Macromind Director, Pixel Paint della Supermac e Swivel 3D della Paracomp. Il risultato e' visualizzato con una scheda RasterOps e la sezione degli effetti visuali si prende cura di montare le immagini con tecniche digitali durante la postproduzione.
  • La voce del computer dell'Enterprise e' di Majel Barrett Roddenberry.
  • L'inizio della seconda stagione e' stato ritardato al novembre 88 per uno sciopero degli scrittori che e' durato dal 07.03.88 al 07.08.88; terminato lo sciopero, la produzione ha risparmiato tempo riciclando ed adattando alcuni script proposti per Star Trek Phase II.
  • Uno dei 10 slot di 30" previsti durante la prima trasmissione delle puntate della quinta stagione (fine 1991) costava 200.000 dollari.
  • Ecco alcune traduzioni di The Next Generation:
    - Finlandia: Star Trek - Uusi Sukupolvi (Star Trek - La Nuova Generazione)
    - Germania: Raumschiff Enterprise: Das Naechste Jahrhundert (Astronave Enterprise: il secolo successivo)
    - Israele: Masa beyn haKokhavim, haDor haBa (Viaggio tra le stelle, la generazione, la successiva)
    - Giappone: Star Trek '88: SHIN UCHUU DAISAKUSEN (Star Trek '88: Nuove missioni nello spazio)
    - Libano: alrhlt byn alkwakb aljyl alqadm (trasmesso in inglese con i sottotitoli arabi)
    - Messico: Viaje a las Estrellas La Nueva Generacion (Viaggio verso le stelle la nuova generazione)
  • Denise Crosby era stata chiamata all'inizio per interpretare il ruolo di Deanna Troi e Marina Sirtis era stata chiamata per interpretare Tasha Yar.
  • Ogni episodio e' ripreso con macchine a 35mm Panavision, il film viene poi trasferito su nastro magnetico sul quale viene effettuata la postproduzione.
  • I personaggi di Riker e Troi sono basati su Decker e Ilia apparsi in Star Trek - Il Film
  • Nella sigla di testa in un'inquadratura dell'Enterprise si vede qualcuno che cammina dietro una finestra. Secondo Mike Okuda, questa persona e' il capitano Picard.
  • Il modello originale di 2,5 metri dell'Enterprise e' stato utilizzato solamente nelle prime due stagioni. Per la terza stagione e le successive, Greg Jein ha costruito un modello lungo la meta' piu' facile da muovere e piu' dettagliato. Il modello originale e' stato utilizzato in seguito solamente per le scene molto ravvicinate e per le scene della separazione delle due sezioni.
  • Il ruolo di Geordi LaForge era originariamente assegnato a Sidney Poitier che ha dovuto rinunciare per la concomitanza di altri impegni.
  • Il nome della zia Adele di Picard (menzionata in Ensign Ro, Cause and Effect e Schisms) deriva dal nome dell'assistente alla regia Adele Simmonds.
  • Il pesce leone australiano che vive nell'acquario della ready room di Picard e' stato battezzato Livingston dal team della produzione in onore del produttore e regista David Livingston.
  • Questi sono i doppiatori italiani: Alessandro Rossi (Picard), Sergio di Stefano (Riker), Marco Mete (Data), Annarita Pasanisi (Troi), Isabella Pasanisi (Yar), Serena Verdirosi (B. Crusher), Vittorio de Angelis (LaFroge), Claudio Fattoretto (Worf), Daniele Carnini (W. Crusher), Maria Pia de Meo (Pulaski). Marco Mete ha doppiato un altro androide oltre a Data: il T1000 di Terminator II.
  • La didascalia di uno degli indicatori del lettino diagnostico dell'infermeria riporta la dicitura "Medical Insurance Remaining".
  • Una delle diciture dello schema dei motori ad impulso sui pannelli della sezione tecnica recita "Infinite Improbability Generation", un riferimento ai motori della Cuore d'oro, la nave del ciclo della Guida Galattica per Autostoppisti di Douglas Adams.
  • C'e' un alloggio dell'equipaggio con la targa "Lt. Luke Skywalker".
  • Il display dei tricorder riporta la scritta TR580 TRICORDER VII, un riferimento al vecchio computer Radio Shack TRS-80.


  • mercoledì, maggio 01, 2002


    D&D - incidenti magici


    317 - La pelle del bersaglio diviene dura come il diamante (CA 0 di base) per 2 turni.
    318 - Il lanciatore si morde la lingua con forza. 1 punto di danno è l'impossibilità di parlare per 1d6 Round.
    319 - Dissolvere la magia al livello appropriato dell'incantesimo tentato entro 15 metri dal lanciatore.
    320 - Il prossimo incantesimo del lanciatore ha effetto con 1d4 livelli in meno.
    321 - I piedi del lanciatore diventano entrambi destri o sinistri per 1 giorno. Il movimento del personaggio e diviso per 2.
    322 - 1d100 monete doro piovono dal cielo entro un area di 9 metri dal lanciatore, tutti quelli che sono colpiti devono fare un tiro di Destrezza per fuggire o subire 1d6 di danni dalle monete.
    323 - Forte pioggia entro 18 metri dal lanciatore che dura 2d6 turni e si muove con il lanciatore.
    324 - Il lanciatore rimpicciolisce ad 1/12 della sua normale altezza. É concesso un TS al giorno per evitare l'effetto.
    325 - Il bersaglio perde capelli peli o piume che siano, Il Carisma cala a seconda della razza a discrezione del DM. è; necessario un tiro di morale. Dopo una settimana incominceranno a ricrescere.
    326 - l'incantesimo tentato funziona ma sfrutta la carica di un oggetto magico nelle vicinanze.
    327 - Oscurità permanente con raggio 9 metri centrata sul lanciatore.
    328 - I vestiti del lanciatore diventano invisibili causando grande imbarazzo, eventuali invisibilità attive perdono efficacia immediatamente.
    329 - Tutti gli incantamenti su armi ed armature entro 15 metri dal lanciatore invertono i loro effetti per 1d4 Round.
    330 - Una corda appare dal nulla e lega saldamente il lanciatore.
    331 - Il lanciatore tossisce furiosamente per 1d6 Round, in ogni Round di tosse il lanciatore sputa 1d6 rospi.
    332 - La pelle del lanciatore diviene trasparente per 1d4 turni, il suo Carisma cala di 10 punti (minimo1). Al termine della durata il lanciatore può decidere se tornare subito normale o aspettare ancora un po'.
    333 - Il lanciatore viene coperto da uno spesso strato di caramello e guadagna un +1 alla CA. Il lanciatore deve perdere un round per liberarsi del caramello che gli copre occhi e bocca. Se il caramello non viene
    rimosso, dopo un turno si solidifica e immobilizza il personaggio.
    334 - lanciatore e bersaglio scambiano posto, vestiti e ciò che possiedono.
    335 - L'area attorno al lanciatore diviene terribilmente calda.
    336 - Un oggetto del lanciatore incomincia a manifestare apertamente (urlando) il pessimo trattamento a cui il personaggio lo costringe.
    337 - Il lanciatore deve effettuare immediatamente un TS contro paralisi o cadere paralizzato (il personaggio è irrigidito in una posizione imbarazzante e vi rimane per 1d6 Turni).
    338 - Un barile di sciroppo appare sopra il gruppo del lanciatore e si svuota sulla prima persona che lo nota.
    339 - Il primo incantesimo lanciato entro 30 metri dal lanciatore ha effetto quadruplicato o un -4 al TS.
    340 - Il bersaglio profuma di rose per una settimana. Se ucciso il suo corpo non si decompone ed al termine della settimana risorge da solo.
    341 - Lanciatore e bersaglio devono ritirare il loro punteggio di Forza (4d6 scartando il punteggio più basso).
    342 - Il lanciatore diviene mancino (o destro se già era mancino).
    343 - Folata di vento centrata sul lanciatore.
    344 - Per 1d4 giorni il lanciatore si tramuta in un pesce della fauna locale, c'è il 40% che sia un mostro.
    345 - Il lanciatore è ricoperto da cioccolata liquida.
    346 - Uno degli oggetti magici del lanciatore si teletrasporta in mano al bersaglio prendendo il posto di un altro eventuale oggetto (che cade a terra). Se il bersaglio non ha mani l'oggetto giace a terra ai suoi piedi (o nelle vicinanze).
    347 - Tutte le creature in movimento entro 12 metri dal lanciatore devono fare un TS contro incantesimi o inciampare e cadere.
    348 - Creare acqua centrato sopra il lanciatore.
    349 - Il bersaglio è sotto gli effetti di un incantesimo Intermittenza.
    350 - Il bersaglio (se non completamente inintelligente) si infuria come un berserker e attacca corpo a copro.
    351 - Per 1d4 giorni il lanciatore si tramuta in una pianta locale, c'è il 40% che sia un mostro.
    352 - Il bersaglio diviene alto il doppio per 1d4 ore.
    353 - Il lanciatore deve fare un TS contro Soffio del drago o ritrovarsi i polmoni pieni d'acqua. Se fallito non può fare altro che sputare acqua per 1d4 Round.
    354 - Tutti gli incantesimi del lanciatore incominciano a prendere effetto uno dopo l'altro dal primo livello in sù e uno a round. Il lanciatore non ha modo di controllare il tipo di incantesimo in partenza (a meno che non riesca in un tiro di Spellcraft e non faccia null'altro nel Round).
    355 - Tutte le creature entro 100 metri dal lanciatore sono teletrasportate senza errore a caso entro 100 metri
    356 - Per 1d10 turni tutti i compagni del lanciatore diventano verdi se gli si avvicinano a più di 1,5 metri.
    357 - Il bersaglio incomincia a fischiettare un allegro motivetto che garantisce ai suoi alleati un +1 al morale per 1d4 Round.
    358 - Tutti gli incantesimi nella mente del beraglio si scambiano con quelli del lanciatore (se entrambi sono esperti di magia). Se uno dei due non è un esperto di magia l'altro perde i suoi incantesimi e deve memorizzarli di
    nuovo.
    359 - Il lanciatore è illuso (come per la pozione) per 1 Round nel credere che l'incantesimo inteso abbia avuto effetto.
    360 - I capelli del lanciatore prendono fuoco all'improvviso e bruciano per 6d10 turni. L'effetto è un illusione è può essere smentita.
    361 - Il bersaglio è completamente sterilizzato, cattivi odori e sporcizia sono rimossi completamente (1d4 di danni a nonmorti corporei o a creature fatte di fango o terra).
    362 - Appaiono 1d6 oche ai piedi del lanciatore che subito scappano a zampe levate.
    363 - I vestiti del lanciatore divengono per una settimana intelligenti, si lamenteranno se trattati mali e se allontanati dal caldo corpo del personaggio.
    364 - Appaiono 1d4 cani (razza fantasia) che incominciano a seguire il lanciatore ed a comportarsi da cani (abbaiano, delimitano il territorio, etc.) questi cani rimangono finchè il lanciatore non li regala a qualcuno o fino alla settimana seguente.
    365 - Dal terreno entro 18 metri dal lanciatore sale della schiuma di sapone (25%) o di birra (75%) per 2-5 Round a 90 centimetri cubici a Round.
    366 - Il bersaglio è colpito da una cascata di palle di neve, nessun danno a meno che il bersaglio non sia di fuoco o a base di calore, in quel caso subisce 1d12 di danni.
    367 - Una pianta a caso appare e mette radici presso il lanciatore.
    368 - Un fungo giallo cresce dall'orecchio destro del lanciatore, è commestibile ma sa di cera. Il lanciatore è distratto dalla crescita per 2 Round se fallisce un TS contro incantesimo.
    369 - La punta del naso del lanciatore brilla per un secondo.
    370 - Appare un'anguria nelle mani del lanciatore.
    371 - Tutte le armi entro 18 metri dal lanciatore emettono una nota squillante per un Round.
    372 - I vestiti del lanciatore divengono una tuta di aderentissima pelle nera lucida con borchie in argento.
    373 - Per un Round la testa del bersaglio diviene quella di una medusa. Tutti quelli che lo guardano devono fare un TS contro paralisi (a +4) o rimanere pietrificati per 1d6 giorni.
    374 - Il lanciatore parlerà con voce stridula per 1d6 giorni.
    375 - I vestiti del lanciatore diventano simili a quelli di un motociclista
    376 - L'incantesimo inteso sembra non avere effetto, ma prenderà forza al posto del prossimo incantesimo.
    377 - Un campo di funghi 3d6 spunta intorno al lanciatore. Se mangiato, ogni fungo ha il 50% di curare 1d6 PF o di avvelenare per 1d6 punti danno.
    378 - Tutte le zone del cielo coperte da nuvole diventano sgombre, viceversa quelle sgombre diventano nuvolose, grande nebbia per 1 turno.
    379 - Il livello di un incantamento di un oggetto magico a caso del lanciatore viene modificato di 1d6.
    380 - Si verifica una eclisse solare (lunare se di notte) visibile solo entro 1 chilometro. L'effetto dura fino al seguente tramonto o alba.
    381 - Ogni cosa su cui si posa lo sguardo del lanciatore scolorisce ed assume un aspetto grigiastro per 2d6 turni.
    382 - Si sente un forte ZAP!
    383 - Esatto effetto inverso di un secondo tiro (ritirare se non reversibile).
    384 - Il lanciatore e il bersaglio incominciano un duello di sguardi. Tutti gli altri presenti non possono agire finchè uno dei due non interrompe il duello. Il duello viene interrotto quando uno dei due fallisce (con il
    margine maggiore in caso di parità) un T S contro Paralisi. Al termine del duello il combattimento ripende come normale.
    385 - Un'ombra minacciosa oscura il lanciatore (che sia un presagio di morte?).
    386 - Cresce una foresta intorno al lanciatore in soli 3d4 Round. La foresta ha un diametro pari a un chilometro per livello della Surge.
    387 - Una dolce musica si spande per l'aria, proviene da un fiore nelle vicinanze. Questo fiore continuerà a suonare anche se colto e non morirà mai. La musica non si ripete mai.