lunedì, luglio 23, 2012

[...] sotto a tutti i pensieri, schiacciato e tramortito sotto alle tante cose che penso e che ho pensato, e che penserò, proprio lì sotto, sotto a tutto il resto, come un paio di calzini dimenticati da mesi e anni sul fondo della cesta dei panni da lavare, ci sta un dolore. Sta fermo immobile tenuto a posto dal peso di tutto quanto è sopra, ma se svuoto ‘sta cesta, la cesta dei pensieri, dico, magari lui si sveglia e se ne esce fuori, e mi fa paura. Ora però ricomincerò a farlo, credo, a scrivere, dico, almeno un po’, perché se no mi dimentico troppo di quello che penso, di quello che mi piace e che mi emoziona, e di quello che sono, in definitiva.

Zoe

venerdì, luglio 20, 2012

Se qualcuno vi piace, allargate le fauci in un bel sorriso e diteglielo, se vi sta sul cazzo fatevi ibernare fino a tempi migliori. L'odio non va più, fatevene una ragione, ci sono ottime possibilità che sia l'effetto dello zenzero, o di tutti sti bambini nei paraggi, ma mettete da parte la vostra carica di acidità e regalatevi una risata. Farà bene a voi e a chi vi sta intorno e non dimenticate che magari domani ve risvegliate sotto a 'n cipresso.

Stazzitta