lunedì, febbraio 21, 2011

Il mio nome è Emanuele, figlio di Giuseppe, artigiano all'epoca della mia nascita, e di Marisa, casalinga. Sono nato nel 1963, primogenito di quattro maschi.
Quando avevo sei anni, alle nozze di mia cugina Graziella, ho trasformato l'acqua in vino e i NAS hanno arrestato il ristoratore per sofisticazione alimentare...

Gilgamesh

martedì, febbraio 08, 2011

bene, adesso che posso accettare il fatto di morire e basta, non mi resta altro da fare che vivere. :D

winnie

domenica, febbraio 06, 2011

se esistono altre dimensioni, sono "immanenti", fanno parte della realta' che sperimentiamo tutti i giorni, non sono un luogo "altro" in cui potersi ritrovare dopo morti. - Roberto gravitazero

(in: Mafe, Antonio Pennacchi - agnostico - spiega meglio che cosa cercavo di dire sulla possibilità di un "aldilà" scientificamente possibile)

e inoltre:

Io voglio i viaggi nel tempo e il teletrasporto, non la pace eterna ai piedi del signore dio tuo. - mafe
per esempio quando faccio le scale
salire con la destra è irreale
mi sembra di sollevatmi solo sulla punta del sinistro
che è quello sul gradino di sotto
e poi penso che è dimitri a sollevarmi
ma non può
ha le mani poggiate sui miei fianchi
e allora?
mi sento come il mago di segrate
'o pebbacco lievito!
sto lievitando!'

prikedelik blog

sabato, febbraio 05, 2011

quando l'allucinazione ha ordinato uno spritz ho capito che era vero - mich in sintesi