lunedì, ottobre 31, 2005



domenica, ottobre 30, 2005

Se Pelosi fosse stato solo, Pasolini gli avrebbe come minimo incrinato tre costole, fatto ingoiare qualche dente. All'Idroscalo, infatti, lo scrittore si difese: il corpo reca vistose tracce di colluttazione.

Wu Ming 1

venerdì, ottobre 28, 2005

a Milano

le strade con quei buffi autobus che stavano attaccati al cielo

Viscontessa

giovedì, ottobre 27, 2005

[...] Stremata dal caldo e stupida di sonno mi son lasciata cadere su quel letto, addormentandomi nello stesso istante, mentre ancora la sua mano mi teneva. Mi sono risvegliata - ma forse non del tutto - ore dopo, nel suo goffo abbraccio. [...]

Postato da: sphera

mercoledì, ottobre 26, 2005

non è certo il tempo / quello che ti invecchia / e ti fa morire / ma tu rifiuti di ascoltare / ogni segnale che ti può cambiare / perchè ti fa paura / quello che succederà / se poi ti senti uguale

ma non c'è niente / che sia per sempre

Afterhours, Non è per sempre

martedì, ottobre 25, 2005



sabato, ottobre 22, 2005

Gli sciamani dell'ovest sono un uomo e una donna, si riconoscono dalla pupilla sinistra e hanno poteri smisurati. Comunicano attraverso fibre luminosissime da ombelico a ombelico, fibre visibili soltanto nella Realtà Separata, e grazie a queste fibre si trasmettono interi stock di conoscenza e di esperienza, "reale ed irreale". Gli sciamani dell'ovest sono la pancia del Serpente Alato che deve osare il salto. La testa del Serpente sono gli sciamani del nord. Gli sciamani dell'ovest hanno la responsabilità totale della riuscita della missione. La missione è sempre fallita poiché gli sciamani dell'ovest, capaci di possedere la fusione, innamorati di questa trasmissione inarrestabile, si crogiolano in essa. È una forma di amore inspiegabile. Gli sciamani dell'ovest sanno cosa accadrebbe loro se la missione andasse a buon fine: si fermerebbe il tempo, e la trasmissione resa possibile dalle loro fibre luminose si arresterebbe. Perciò decidono di non permettere al Serpente Alato di compiere il salto. Scelgono di morire lentamente, contaminandosi, in connessione fra loro, come fossero un uomo e una donna "qualsiasi".

123Stella (raccolto da Babsi Jones)

mercoledì, ottobre 19, 2005

Una volta rompevo le bottiglie di vetro contro i marciapiedi e ci bevevo dentro.

Oggi, se per caso rompo una bottiglia, non bevo nulla nel raggio di 20 metri.

Postato da: mariobernardi

martedì, ottobre 18, 2005

Letteratura è rispondere alla domanda di un bambino.

Inviato da: freccianera

Un blog è come uno che si nasconde nel suo stesso culo, convinto di stare chissà dove.

Inviato da: freccianera

lunedì, ottobre 17, 2005

Il Vangelo come strumento per veicolare sottili messaggi che generano solo sensi di colpa.

// posted by Valentina

sabato, ottobre 15, 2005

Bene, si riapre No news, Good News.
Perché lo avevo chiuso?
Perché un'audience non ancora matura non meritava le mie fatiche; insomma perché non mi leggeva nessuno.
Perché lo riapro?
Ma semplice, perché sono invidioso del successo degli altri blog!

- Enrico

venerdì, ottobre 14, 2005

Il grigio è un colore bellissimo, se frutto di una scelta tra una gamma infinita di colori differenti.
Il grigio è un colore tristissimo, se frutto di una daltonica incapacità di individuare colori differenti.

by quarky

giovedì, ottobre 13, 2005

I controlli sono gratuiti per i proprietari degli impianti di potenza inferiore a 35kW (meglio noti come caldaiette unifamiliari) che si sono muniti del BOLLINO VERDE.
E’ possibile acquisire il bollino verde presentando una dichiarazione, su modulo predisposto dal Comune di Milano, che attesti l’avvenuta manutenzione dell’impianto (AUTODICHIARAZIONE).
All’atto della presentazione dell’autodichiarazione, accompagnata da un versamento di 5,16 euro, viene rilasciato il bollino verde.

Controllo impianti termici autonomi - Comune di Milano

mercoledì, ottobre 12, 2005



Il cambiamento non è la morte.
La paura del cambiamento è la morte.


lunedì, ottobre 10, 2005

A.M.: A proposito di sviluppo del Sud: mercoledì scorso proprio in Puglia Prodi ha detto che il rigassificatore tanto osteggiato a Brindisi è necessario costruirlo a Taranto.
N.V.: Lo dico con il massimo garbo, a Romano Prodi: la Puglia non ne ha bisogno. Il rigassificatore non è cattivo se sponsorizzato dal centrodestra per divenire buono se sponsorizzato dal centrosinistra. Era ed è il frutto di pessime relazioni internazionali e di un'idea malata di sviluppo. Su questo punto mi batterò contro qualsiasi governo, fosse anche guidato da Bertinotti, perché esistono scelte che travalicano la soglia della decenza: la domanda di lavoro da noi è disperata, ma non è un buon motivo per creare fenomeni come Brindisi o Taranto, capitali mondiali per le patologie legate agli inquinamenti industriali.

Intervista di Antonio Massari a Nichi Vendola
il manifesto, domenica 9 ottobre 2005

domenica, ottobre 09, 2005

Tra poveri cristi ci si dovrebbe intendere, invece scatta la reazione opposta. Anche la miseria ha le proprie scale sociali. Profondamente ingiuste. Ingiustamente profonde.

postato da fuorimargine

venerdì, ottobre 07, 2005

ALEA IACTA EST

Una cosa alla volta, con calma, e si fa tutto.

da :: NON HO TEMPO ::

giovedì, ottobre 06, 2005

Scatoloni II-nomenclatura

all'alba delle ore 1.30 am inauguro un nuovo scatolone
cose apparentemente inutili, di cui non so l'utilizzo, ma che temo buttare nella spazzatura

Posted by ElenaC

mercoledì, ottobre 05, 2005

I nomi di fantasia utilizzati come mittenti degli spam sono favolosi, se dovessi scrivere un romanzo saprei come chiamare tutti i protagonisti.

Sentenziato da Vic

domenica, ottobre 02, 2005

dopo il sesso non sentitevi obbligati a coccolare tenerosi la lei di turno. ma mollarla sul letto per correre al pc, angosciati da quello che può essere successo al vostro pianeta su ogame, può risultare vagamente scortese. soprattutto se il tempo che dedicate alla vostra produzione di deuterio risulta essere di gran lunga superiore a quello impiegato per farle avere un orgasmo.

scritto da sociopatica

sabato, ottobre 01, 2005

Milano, 24 SET. 2005

La invito a restituire l'opera sottonotata, che Ella ebbe in prestito da questa Biblioteca e di cui è scaduto il termine per la restituzione.
L'INCARICATO

CD n° 85 dal titolo:
LESTER LEAPS AGAIN
AUTORE: YOUNG, L.