venerdì, settembre 30, 2005

Dente perdente. Autobiografia di un pugile scarso ma vendicativo.

[Marquant, nei commenti di Séverine]

giovedì, settembre 29, 2005

Ormai è chiaro che non serve più nessuna abilità per andare in tv se non il fatto di essere vivo. A meno che non parta il realityshow "Il cimitero dei famosi", con 5 VIP morti che si decompongono con calma e tu ti guardi i vermi che pasteggiano.

Lasciato là da spiritum

mercoledì, settembre 28, 2005

Sono soli contro l'umana specie, in genere con un Venerabile Maestro (= intellettuale di riferimento, nel gergo blogosferico) che portano come mirabile esempio di virtù e di indiscutibile talento, e peccato che il Venerabile non sembri neanche in grado di localizzare l'Idroscalo sul Tuttocittà.

Posted by BabsiJones

domenica, settembre 25, 2005

A poco a poco avvolgiamo le persone - certe persone, cioè quelle che ci diventano care - in un bozzolo fatto di memoria. I ricordi si appicciccano a loro come vestiti, anzi come una seconda pelle, che non possiamo più strappargli di dosso e che per noi finisce per costituire una parte essenziale della loro identità. Quando li vediamo, in loro vediamo il nostro passato, la nostra vita e quindi noi stessi. Perdere qualcuno di loro - anche soltanto perderlo di vista per le circostanze dell'esistenza - è davvero perdere una parte di noi stessi. Morire a rate, in piccoli frammenti. Ogni separazione è un lutto: piangiamo noi stessi, per lo più.

cadavrexquis

giovedì, settembre 22, 2005

Il programma minimo di un ministero del welfare del prossimo governo qualunque sia dovrebbe essere: sganciare progressivamente il welfare dal lavoro per indirizzarlo al singolo e ai suoi legami sociali liberamente scelti.

postato da b.georg

lunedì, settembre 19, 2005

"Fantastico". Clare ride. "Allora qualsiasi cosa succeda devo solo restare calma e aspettare che la situazione maturi?"
"Proprio così."
Lei mi sorride e io ricambio. Lasciamo che le cose maturino.

Audrey Niffenegger, La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo (trad. Katia Bagnoli)