venerdì, dicembre 26, 2003

grazie a tequila

(..) si trattava del prodotto d'una civiltà ultrainvecchiata,
maturata con disuguaglianze assurde, una civiltà sotto
molto aspetti marcita senza maturare, nella quale amore
e morte, alto spirito di sacrificio ed epocrisia compiaciuta,
arte vera e sfacciata artificiosità non soltato convivevano,
ma confividevano un'esistenza piena di segrete, e forse
anche inconsce, bramosie di promiscuità, un'esistenza
il cui carattere teatrale diveniva sempre più appariscente
mano a mano che ci si avvicinava al finale tragico.

(Manes Sperber, "alfred Adler", modern verlag wien, 1970)

(parla della Psicologia analitica)

martedì, dicembre 23, 2003

Attenti adulti
hanno da veni' l'Ufetti de boni sentimenti!
E de grante libero sacro cervello.
Bimbi de tutti i blog unitevi, la Fantasia al potere!

mick (da mariemarion)

lunedì, dicembre 22, 2003

sono momenti che capitano a tutti, magari si tratta solo di una crisi passeggera. Ma, quando sei Dio, il momentaneo dev'essere parametrato con l'eternità. Una crisi passeggera dura come minimo tre o quattrocento eoni

da Dio Offresi, by Herzog

domenica, dicembre 21, 2003

scoperta per scoperta.. ottimo.. certo, con 'sto ost mi hai rovinato la vita sentimentale dei prossimi due anni.. (facciamo 48 ore?.. tre minuti?.. un attimo fuggente?.. ok, mi e' gia' passata..)

scritto il 19.12.2003 alle ore 15:37:37
da spad (nei commenti di efraim)

venerdì, dicembre 19, 2003

Poesia Del Giorno - [ TM - Trip Mentali ] DaX @ 01:18:20 - @054

Le foglie cadono,
L'erba cresce
E poi la tagliano.

giovedì, dicembre 18, 2003

[Per la serie: il blog è verità, la vita falsità]

"...dichiaro di avere sonno..."
posted by arkangel

mercoledì, dicembre 17, 2003


(uno strappo alla regola)

lunedì, dicembre 15, 2003

Chi ama è felice dell'altrui felicità.
Chi ama veramente lascia libera la persona amata di essere quello che è.
Loro deridono la tua gioia e la chiamano stupidità, incapacità di vivere, ingenua, fiduciosa idiozia.
Gli regali la tua gioia e diventano cupi, spariscono dalla tua vita perché di quella gioia fatta di niente sono invidiosi.
Finché riappaiono felici del tuo pianto disperato.
Così li credi amici che ti sono vicini nel momento del bisogno.
Non è così, io v'avverto. Chi ama condivide gioia e dolore, condivide tutto, non si fa mai indietro.
Chi sparisce nel momento della gioia era soltanto un invidioso che non era mai pago del tuo pianto e di quello si nutriva fingendosi l'amico che non era.

Bea

domenica, dicembre 14, 2003

Letterine di stagione

Caro Babbo Natale: Sono tre anni che ti chiedo un camion di pompieri.
Per favore, quest'anno portami un camion di pompieri.
Grazie, Luigi

--------

Caro Luigi,
mi fanno incazzare i frignoni, però ti prego di scusarmi, per favore.
Quando starai dormendo incendierò la tua casa. Così potrai avere tutti i camion di pompieri che vuoi.
Babbo Natale

*************
*************

Caro Babbo Natale: Sono stata una bambina molto buona quest'anno.
L'unica cosa che ti chiedo e' pace e amore per tutto il mondo.
Con amore,
Sara

--------

Cara Sara: I tuoi genitori fumano marijuana, vero?
Babbo Natale

sabato, dicembre 13, 2003

Santa Lucia!
Luntano 'a te,
quanta malincunia!
Se gira 'o munno sano,
se va a cercá furtuna...
ma, quanno sponta 'a luna,
luntano 'a Napule
nun se pò stá!

Santa Lucia luntana
di E.A.Mario, 1919

venerdì, dicembre 12, 2003

L'indice di dominanza di ENEL Trade, secondo lo stesso criterio illustrato in precedenza, è compreso fra il 57,7% e il 60%. La struttura del mercato liberalizzato dell'energia elettrica in Italia si presenta, dunque, come un oligopolio asimmetrico ristretto, concentrato e caratterizzato da una elevata dispersione delle imprese marginali.

(link)
il filo nero
Venerdì 12 dicembre 1969:
Milano, ore 16.37: un ordigno, composto da sette chili di tritolo, esplode nel salone centrale della Banca Nazionale dell’Agricoltura, in piazza Fontana, a Milano. Il bilancio è atroce: 17 morti e 88 feriti.
Roma, ore 16.45: una bomba esplode in un corridoio sotterraneo della sede centrale della Banca Nazionale del Lavoro, tra via Veneto e via San Basilio: 13 impiegati dell’istituto rimangono feriti, uno in maniera grave.
Roma, ore 17.16: scoppia un ordigno sulla seconda terrazza dell’Altare della Patria, sul lato che si affaccia sui Fori Imperiali: nessuna vittima.
Roma, ore 17.24: un’altra esplosione, sempre sulla seconda terrazza dell’Altare della Patria, ma questa volta dalla parte della scalinata dell’Ara Coeli: nessuna vittima. Milano, ora imprecisata: un impiegato della Banca Commerciale Italiana di piazza della Scala trova una borsa nera e la consegna alla direzione. La borsa contiene un’altra bomba che non esploderà per un difetto di funzionamento del timer del congegno d’innesco. Misteriosamente, alle 21.30, l’ordigno viene fatto esplodere dagli artificieri della polizia. E’ una decisione a tutt’oggi inspiegabile: distruggendo quella bomba sono stati persi per sempre indizi preziosissimi.
oggi: capitolo ennesimo

Melba

giovedì, dicembre 11, 2003

Monday, October 13, 2003


Scientists in North Carolina have built a brain implant that lets monkeys control a robotic arm with their thoughts, marking the first time that mental intentions have been harnessed to move a mechanical object.
nel supplemento ordinario della Gazzetta ufficiale numero 171 del 25 lug >
corrente anno. Con decreto 13 giugno 2003 il ministro della Difesa >
Antonio Martino - "di concerto con il ministro degli affari esteri >
Frattini, dell'Interno Pisanu, dell'Economia e delle Finanze Tremonti e >
delle Attivita' produttive Marzano" - ha approvato l'acquisto di "agenti >
tossici chimici e biologici, gas lacrimogeni, materiali radioattivi, >
relative apparecchiature, componenti, sostanze e tecnologie". A pag 17 >
l'atto ministeriale specifica che i militari italiani si devono dotare >
di "agenti biologici e sostanze radioattive adattati per essere >
utilizzati in guerra per produrre danni alle popolazioni o agli animali, >
per degradare materiali o danneggiare le colture o l'ambiente, ed agenti >
per la guerra chimica". In particolare si autorizza l'acquisto di gas >
nervini, tra questi il Sarin, il Soman, il Tabun, il Vx. E ancora: >
"agenti vescicanti per la guerra chimica: ipriti e lewisiti". E poi >
continuando....

mercoledì, dicembre 10, 2003

Estemporanea guida all'html

chiudi font, , saiz, strong e tutta l'anima de li mortacci delle tag dei miei coglioni!

a cura di mariemarion

"i video giochi non influenzano i bambini. voglio dire, se pac-man avesse influenzato la nostra generazione, staremmo tutti saltando in sale scure, masticando pillole magiche e ascoltando musica elettronica ripetitiva"

(il Guru inesistente - Kristian Wilson, 1989.)
(via http://babazza.pitas.com/)
Oggetti e materiali non ammessi al trasporto

In particolare è vietato spedire:

monete e denaro in qualunque valuta, carte valori, francobolli, titoli al portatore, assegni (circolari e bancari), cambiali, oggetti d'oro, platino o argento lavorati e non, pietre preziose, gioielli, orologi pregiati, pellicce, tappeti pregiati, oggetti di valore artistico, di antiquariato, di collezionismo e ogni altro oggetto prezioso


armi di qualsiasi tipo o parti di esse

sostanze esplosive, infiammabili, infettive, irritanti, radioattive

animali vivi di qualsiasi specie

materiale pornografico

piante e prodotti alimentari deperibili

molto spesso quello di cui ho bisogno è quello che ho già

7th wave

martedì, dicembre 09, 2003

Scherzetto da blogger

Clicca e diffondi questo miserabile fallimento.

(è una google-bombetta per il cav.atappi)

Vale e Zoee, tra le maglie della rete...



...quanto ci ritornerete?

sabato, dicembre 06, 2003

il Rasoio di Hanlon: "Non attribuire a consapevole malvagità ciò che può essere adeguatamente spiegato come stupidità".

grazie a Oltre il giardino



Una persona stupida è una persona che causa un danno a un'altra persona o gruppo di persone senza realizzare alcun vantaggio per sé o addirittura subendo un danno

da Il potere della stupidità

giovedì, dicembre 04, 2003

CHI VI HA DETTO DI NON MANGIARE LA MELA DELL’ALBERO DELLA CONOSCENZA ERA PROBABILMENTE IN COMBUTTA CON IL PADRONE DELL’ESSELUNGA

Il Mullah

mercoledì, dicembre 03, 2003

Siamo di fronte ad un incrocio e dobbiamo scegliere. Il punto rosso porta al centro. Avanti per arrivare in centro facendo la circonvallazione. Sinistra per raggiungere il vecchio campo sportivo o i giardini pubblici mentre a destra per le scuole.

grazie al webmaster del Tour Virtuale del comune di Bedonia, Tedaldi Gian Marco.
Insieme alle stazioni ferroviarie, gli autogrill sono gli unici luoghi di ritrovo ad ingresso gratuito SEMPRE aperti 365 giorni all'anno 24 ore al dì: l'eternità esiste, ed è all'autogrill.

Copirait: x§°nalita' c°nfu§a

martedì, dicembre 02, 2003

L'IMPRESA
Un luogo comune del genere "Pippo Baudo è un professionista" riconosce a Berlusconi come minimo grandi doti di imprenditore. Ma è in realtà solo un equivoco diffuso: non già si tratta di un ottimo imprenditore, bensì di un ottimo impresario.
Sull'accezione spettacolare o funebre del termine, si apra pure il dibattito.

Sentenziato da Vic

"Il vero viaggio della scoperta non consiste nel cercare nuovi paesaggi, ma nell'avere nuovi occhi!"
(M. Proust)

il vento e la luna

mercoledì, novembre 26, 2003

La Sua prenotazione per AUSTRIA, VIENNA (solo soggiorno)
per un totale di Lire Euro 240 (L. 464.704)
è stata ricevuta correttamente.

Il Codice di Prenotazione Internet è: omissis

I dettagli completi per questa prenotazione
possono essere consultati alla seguente pagina:
http://www.lastminutetour.com/l?act=ibo&ibc=omissis
e sono anche riportati più avanti in questo messaggio.

La ringraziamo per aver prenotato un'offerta Last Minute Tour.
Ci metteremo in contatto con Lei al più presto.


Last Minute Tour
Your Internet Staff

Dear Simone Righini,

Thank you for your interest in becoming an Open Directory Project editor.
After careful review, we have decided not to approve your application at
this time. The most common reasons a reviewer will deny a new application
include, but are not limited to,

* Incomplete application. Insufficient information has been provided in some
fields including reason, affiliation and/or Sample URLs.
* Improper spelling and grammar.
* Sample URLs are inappropriate for the category which one has applied to
edit. They may be too broad, too narrow, completely out of scope, poor
quality, or in a language inappropriate for the category. All non-English
sites are listed in the World category. Applications for World categories
that include sites only in English will be denied. Likewise, applications
for World categories that include sample URLs in languages other than the one
appropriate for the applied category will be denied.
* Not properly disclosing affiliations with websites that are, or have the
potential of being, listed in the category.
* Titles and descriptions of sample URLs (and other information provided)
were subjective and promotional rather than unbiased and objective. ODP
editors do not rank or write website reviews. ODP editors provide objective
and unbiased descriptions of websites and their content.
* Self-Promotion. Application which leads us to believe that the candidate is
interested primarily in promoting his/her own sites or those with which the
applicant is affiliated. The ODP is not a marketing tool, and should not be
used to circumvent the site submission process. If this is an applicant's
motivation for joining, then we ask him/her not to apply. Editors found to be
inappropriately promoting their own site will be promptly removed.

Due to the large number of applications we get every day, we are unable to
provide personal responses to every application or to respond to inquiries
about why you were rejected. If a reviewer chose to provide additional
comments to you, they will be given in the "Reviewer Comments" section below.

Your willingness to volunteer is greatly appreciated and perhaps we will be
able to utilize your talent in the future.

Regards,
The Open Directory Project
Ricordo sempre la prima reazione di mio papà dopo l'operazione di cataratta (che si tirava dietro da una trentina d'anni): "Ma dove cazzo stavano tutti 'sti colori???".

Franco G.


martedì, novembre 25, 2003

Clara: a Ni', hai visto che jà detto la Guzzanti a Ferrara?
Nino: che è un ciccione?
Clara: sì e pure che è 'na fetecchia!
Nino: e lui che jà risposto?
Clara: che è n'ignorante e che n's'attaccheno l'ebbrei.
Nino: dice che è tutta satira politica!
Clara: allora, pure io se te dico che nun te reggo più e che lo Stato te dovrebbe da rottamà e damme in cambio du' ragazzi de' trent'anni, pure io faccio satira? Satira matrimoniale!

millevocidentro

lunedì, novembre 24, 2003

abbiamo stabilito che figabanana è una parolaccia e come tale verrà multata

Auro, una donna che tenta la fuga

domenica, novembre 23, 2003

La mia casa deve essere un posto in cui MI DIVERTO. Per divertirmi ogni cosa deve essere carica del mio piacere. Oggetti che mi piacciono e che sono funzionali al mio piacere. Il PC non deve dare le spalle alla porta. Appena entrata la casa mi deve dire “bentornata”. Accoglienza. Deve essere anche il luogo in cui mi piace accogliere gli altri. Deve essere lo specchio di me stessa. Un posto MIO in ogni stanza. I miei libri in bella vista. Visione schermo posti più riservati. La luce è mia non devo lasciarmi invadere dal casino degli altri. Butta via tutto, non ti fermare. Non indugiare sul passato. Se un oggetto anche utile ti dà una sensazione un ricordo negativo butta. Ogni cosa è legata ad un momento, a un’azione piacevole. Non c’è l’immagine ma la funzione. La funzione serve a te, non a sembrare. A VIVERE. Il bagno è profumato, il calore è piacevole – lo schermo ti piace, ti senti protetta, in un tuo nido. Un bel divano è il tuo. Indipendenza e decisione. Profumo e musica. COMUNICAZIONE. Dentro e fuori.

Posted by whynot

sabato, novembre 22, 2003

coraggio, il cielo dopo la tempesta è di un colore che prima non aveva

Sergio

(dalla mailing list della
Zonker's Zone)

venerdì, novembre 21, 2003

nessuno può toglierti quello che hai ballato

occhivispi

Che io ho già capito che l'amore è un casino perché mettiamo che ti piace una persona e poi quella persona gli piace un'altra persona tu resti fregato con tanto di naso come Cirano e poi quando quella persona gli piaci pure tu è troppo tardi e muori.

marquantino

giovedì, novembre 20, 2003

Tony: Sai, oggi ho sentito in radio una notizia inquietante...
Gatta: Davvero? E cosa diceva?
Tony: Diceva un esperto che chi dorme abitualmente con una persona che russa, molte volte viene affetto da sordità progressiva.
Gatta: Cosa?
Tony: Chi dorme con uno che russa diventa sordo!
Gatta: Eh?
Tony: Dicevano che se dormi con una persona che russa abitualmente perdi l'udito!
Gatta: Come?
Tony: Bastarda...

Black Cat

lunedì, novembre 17, 2003

La blogosfera, va dato atto, è un'occasione democratica. Chiunque può aprire la porta e gridare Il re è nudo! (o anche Walter Nudo!, a seconda che il background sia monarchico o monoscopico).

Herzog


sabato, novembre 15, 2003

01/11/2003
Basta un infinitesimo niente.
Una mattina di sole che si trasforma in un pomeriggio di pioggia, un uomo che ti guarda come se fossi trasparente, la domanda impertinente di un bambino in fila con la madre alla cassa del supermercato che ti chiede quanti anni hai, un'amica che non risponde al telefono, silenzio su quello che stai facendo e che avresti comunque fatto, un gesto di stizza quando tu sei tristissima.

pensato da blaue | 11:22 |

31/10/2003
Basta un infinitesimo niente.
Una mattina piovosa che si trasforma in un pomeriggio di sole, un uomo che ti guarda dritto negli occhi come se tu fossi bellissima, la domanda impertinente di un bambino in fila con la madre alla cassa del supermercato che ti fa scoppiare a ridere, un'amica che ti telefona perché ha due biglietti gratis per il teatro, un "brava" per quello che stai facendo e che avresti comunque fatto, un abbraccio che ti consola anche quando non sei triste.

pensato da blaue | 10:19 |

venerdì, novembre 14, 2003

I libri che pubblichiamo sono il nostro contributo ad un mondo che sta emergendo, basato sulla cooperazione piuttosto che sulla competitività, sull'affermazione dello spirito umano piuttosto che sul dubbio del proprio valore, e sulla certezza che esiste ua connessione fra tutti gli individui. Il nostro fine è di toccare quante più vite è possibile con un messaggio di speranza in un mondo migliore.

Dietro a questi libri ci sono ore ed ore di lavoro, di ricerca, di cure: dalla scelta di cosa pubblicare - operata dai comitati di lettura - alla traduzione meticolosa, alle ricerche spesso lunghe e coinvolgenti della redazione.

Desideriamo che i lettori ne siano consapevoli, perchè possano assaporare, oltre al contenuto del libro, anche l'amore e la dedizione offerti per la sua realizzazione.

un messaggio ai lettori, dagli editori della Amrita.

giovedì, novembre 13, 2003

Se mai un giorno dovessi avere un parente che mi muore in situazioni spettacolari, e un giornalista (uomo o donna) dovesse venire a intervistarmi, lo avviso fin d'ora che gli rompo il setto nasale con una testata.

Momoblog

Inconsciamente e' come se vivessi due case fa, eppure abito li' da almeno sette anni. Se mi chiedono a bruciapelo a che piano abito, mi viene da rispondere terzo o quarto (come nelle case precedenti), mai secondo. Tornando in macchina, e' da poco che ho smesso di rallentare davanti a casa dei miei, come se mi dovessi fermare li'. E per finire non faccio mai sogni ambientati in questa casa, se non in momenti molto significativi della mia vita.

Severine alle 17:30 del 12 novembre, 2003

mercoledì, novembre 12, 2003

quello che non ho e' di fregarti a carte - io so una cosa che non devo dire a nessuno.
io ho in serbo una recensione scritta su commissione.
io ho una confessione da fare, una denuncia da esporre e un elogio da ricamare.
io ho una caramella in bocca, un pensiero in testa e una perversione che non si puo' raccontare.
non ho rimorsi, non ho rimpianti. gli sbagli li metto sulla bilancia e fanno pari patta con la cellulite.
ah, ecco. si': io ho fatto pace con la tecnologia.
[mais... ho anche una risposta per te. sii paziente. 'bbraccio]

Auro

martedì, novembre 11, 2003

Questa tecnologia di cui vi circondate è sempre meno affidabile e sempre più potenzialmente pericolosa.

i sistemi operativi con i quali governate altre macchine stanno in piedi per un favorevole gioco di correnti d'aria.

fossi ancora vivo in questa civiltà, io tornerei con i piedi per terra.

...da un altro piano, Igor Mendel

"L'uomo, se opportunamente despermizzato, è fedele."

anonima belgradese

lunedì, novembre 10, 2003

Ci sono cose che nessun dibattito sui blog può descrivere e le scopri quando tutte le parole, i pixel, i byte, si trasformano in occhi e movenze.
E' un qualcosa sottilissimo che cambia. In fondo li conosci da tempo, li leggi ogni giorno e passi ore a parlarci su icq. Ma qualcosa magicamente cambia...

Proserpina

- Non leggi mai un libro!
- Meno ne so meglio è, se mai dovessero catturarmi.

Altan

domenica, novembre 09, 2003

Una volta, guardandole gli astri, dissi a una persona: ti conviene chiudere in maniera indolore prima che sia il destino a chiudere per te, poi saranno dolori. Mi rispose: combatterò fino alla morte. Non è morto, ha combattuto invano, ha chiuso per sorta di destino predetto.
Ecco, io vorrei dire a qualcuno che i suoi astri stanno volgendo al meglio ma che al meglio si arriva solo attraverso a rivoluzione che non è mai indolore. Avere il coraggio di uscire dalla bieca e rosata prigione dell'abitudine per affrontare un periodo apparentemente nero per riprendere in mano le sorti del proprio destino e della propria dignità... quello è un vivere da persone intelligenti, libere e consapevoli.

Bea, nei commenti a TxP

giovedì, novembre 06, 2003

Ci sono legami impossibili a spezzarsi.
Hanno superato le barriere spazioTempo, non conoscono la morte.
Sopravvivono su altre Dimensioni, ogni tanto si materializzano qui, ma il loro filo è eterno anche se ci si perde di vista.
Non hanno più bisogno di parole né dell'ordinaria comunicazione. Essi vivono di telepatia e vibrazioni cosmiche.
Combattere per riannodare questi cammini scrociati è un saper dare alla vita il suo unico valore.
Io ve l'auguro con tutto il cuore.

bea (nei commenti di vocenarrante)


... e per la camicia del lazzo... ip ip, urrà


martedì, novembre 04, 2003

avevo una storia per te ma
non riesco a ricordarla.

zazie in blue

lunedì, novembre 03, 2003



Hanno beccato un giudice mentre si faceva una pippa in aula.
Io sono per la separazione delle carriere: o blogger, o magistrato.

Gianluca Neri

sabato, novembre 01, 2003

"tutto è jugo quindi niente è jugo" è preso da "autopsia dei balcani" di rada ivekovic. è da intendersi in due sensi, secondo l'autrice, e li condivido entrambi: il primo è "siamo tutti a sud/est di qualcun altro, i balcani cominciano sempre un centimetro più in là di noi", ovvero "siamo tutti i terroni di quacun altro", ma anche in senso di impoverimento del termine: racconta la ivekovic come per 50 anni tutto sia stato ossessivamente "jugo" (jugobanca, jugoidee, jugocibo, jugo-macchina, jugopolitica, jugo-tutto), così alla fine il termine 'jugo' ha smesso di avere senso e quando s'è trattato di 'difenderlo' nessuno sapeva più esattamente cosa c'era da difendere. abuso di una parola che smette di avere un significato. è un bel libro anche questo della ivekovic (raffaello cortina editore, 11 e)...

babsi jones

Qui non esiste Dio non esistono né angeli né diavoli - Qui è la mia casa Paradiso ed Inferno personale - Rifugio sicuro e trampolino per spiccare il volo - Qui in nessun altro luogo posso sentire di appartenere a qualcosa... Solo qui accucciata sopra il mio cuore

amabeth

venerdì, ottobre 31, 2003

La meraviglia dell'esperienza è la possibilità, non l'accumulo.

Dedalo

Chi vale sfida se stesso e non certo il vicino di banco.

mariemarion

giovedì, ottobre 30, 2003

mercoledì, ottobre 29, 2003

- Senti, Gauguin, piantala di dir puttanate...

da Valido
• "Miglior lettore di blog che però non ha un blog e non commenta mai, anzi, si fa raccontare i post perchè non ha nemmeno tempo di stare attorno al computer": io voto per mia madre, dovreste sentire come si appassiona al Death Match...

commenti agli GNU Awards

martedì, ottobre 28, 2003

...l'isola pedonale del villaggio globale...

Gonio

due contadini

- MA TE AL SET CUS L'E UN ETERO SESSUEL ?
- SARA' DESMELA METER QUEDER ET FIGA.
Naturalmente, il fatto che quel prodotto sia passato da quel lettore è una informazione di interesse anche per il
gestore del supermercato, non solo per il cliente per poter pagare. In quel momento nel computer centrale del
supermercato viene registrata l’uscita di quel prodotto e l’informazione della quantità presente nel punto vendita
viene decrementata di una unità. Qualora la giacenza passi sotto un valore prefissato può scattare l’ordine
automatico di rifornimento ai fornitori.

La centrale di gestione di tutti i Supermercati “condensa” tutti i dati di vendita scaturiti in automatico dalle casse
in sintesi informative che consentono ai responsabili vendite di fare analisi statistiche, determinare il migliore
momento per una promozione, studiare le correlazioni tra differenti oggetti acquistati dallo stesso individuo (non
necessariamanete abbinando a questi il suo nome o il suo volto), ecc. Tutti questi dati vengono raccolti e
storicizzati per analisi statistiche su dati storici utili a determinare il profilo dei migliori clienti e studiare tecniche
per aumentarne la loro spesa presso il punto di vendita e per aumentarne la fidelizzazione. Questo è lo scopo
delle tessere fedelta dei supermercati: consentire di stabilire correlazioni tra acquisti successivi e favorire il
ritorno dei clienti al punto vendita.

www.equiliber.org

lunedì, ottobre 27, 2003

È una condizione meravigliosa. Ma chi vi si trova, ammonisce il Maestro con un fine sorriso, fa bene a starci come se non ci si trovasse. Solo se affrontata con assoluta imperturbabilità non tarda a ritornare.

Lo Zen e il tiro con l'arco

domenica, ottobre 26, 2003

in questi giorni ho visto giornate così belle che sembrano scene di film: cielo azzurro e limpido, aria fredda che rimescola il sangue, foglie gialle ovunque, zucche colorate, bancarelle traboccanti di crisantemi bianchi, gialli, arancio, rossobordò. vorrei poter uscire sempre con la macchina fotografica e scattare, scattare, scattare...
però ci ho pensato su un po' e credo che la cosa migliore sarebbe provare a far sì che ciò che vedo e percepisco con gli occhi non resti solo un piacere dei sensi, ma entri più a fondo nell'anima.
postato da astridula

Perché per essere felici
È necessario non saperlo?


Fernando Pessoa

da blogging sil

sabato, ottobre 25, 2003

La parola chakra è un termine sanscrito che, tradotto letteralmente, significa "vortici di luce".

venerdì, ottobre 24, 2003

Tra le righe

ti penso spesso ti penso sempre, altro che spesso, dolorosa ossessione, primo pensiero al risveglio, ultima buonanotte, come forse mai ti ho pensato con grande affetto con penosa occorrenza, mezzo annegato in un mare di inutile dolcissima tristezza che le parole si affollano e si fermano all’altezza del cuore, che solo ora capisco Leopardi che di certo trombò e fu lasciato, e l’infinito è tutto il tempo in cui lui più non la vide - in cui tu più non la vedrai e grandi sorrisi, spontanei tanto scioccamente desidero impossibili conversioni che m’illudo le lacrime essere sorrisi & lieto fine della stessa qualità dei lucciconi appunto e ogni volta spero e ogni volta spero che tu sia felice e serena, che tu capisca che lui ti ama come non posso amarti più, ma che non vale un mio capello, una mia briciola d’amore - che torni da me come ti meriti tesoro virgola puttana punto

Prosaico alle 15:20 | commenta (umh...) (4) | TrackBack (0)

giovedì, ottobre 23, 2003

In quel momento la notte aveva vacillato. Quando i nostri bicchieri si erano toccati. E gli occhi grigio blu di Sonia si erano piantati nei miei. Cominciavo a eccitarmi. Così tanto da sentire dolore. Non avevo contato i mesi, ma era un bel pezzo che non andavo più a letto con una donna. Mi ero perfino dimenticato che ci si potesse eccitare, credo.
Bevemmo ancora. Al bancone, poi a un tavolino appena liberato. Avevo la coscia di Sonia incollata alla mia. Bruciava. Ricordo di essermi chiesto perché le cose succedono sempre così in fretta. Le storie d'amore. Vorremmo che accadessero in un altro momento, quando siamo al massimo della forma, quando ci sentiamo pronti per l'altro. Un'altra. Un altro. Mi ero detto che in fondo nella vita non si controlla niente.

Jean-Claude Izzo, Solea
(traduzione di Barbara Ferri)

mercoledì, ottobre 22, 2003

un uomo, una lingua

"Ubaldi mi ha sempre difeso. Se ho potuto portare a termine queste iniziative il merito è anche suo. Mi ricordo che quando abbiamo definito il piano sosta 2001 io ero in rivolta con la città, non potevo più girare per strada perché avevo comitati da tutte le parti, commercianti sul piede di guerra... in quel momento era forte la tentazione di tornare indietro, ma io ho insistito perché Ubaldi mi diceva: "Non ti preoccupare, ti tutelo io". E' Ubaldi quello che devo ringraziare di più. "

da www.alicenonlosa.it

il contestatissimo assessore alla viabilità Vignali
Vignali: "Parma un uomo come Ubaldi lo deve ringraziare per sempre"
Esseni
- Una parola ellenizzata dall'Ebraico Asa, un "guaritore". Una misteriosa setta di Ebrei che Plinio diceva essere vissuta vicino al Mar Morto per milia seculorum, cioè per migliaia di ere. "Alcuni pensano si tratti degli ultimi Farisei, altri - e potrebbe essere l'ipotesi giusta - li considerano discendenti del Benim-nabim della Bibbia, e pensano che si tratti dei 'Keniti' o dei Nazariti. Avevano molte idee e pratiche Buddhiste; vale la pena di ricordare che ad Efeso i sacerdoti della Grande Madre, Diana-Bhavani con molti seni, avevano lo stesso nome. Eusebio, e dopo anche De Quincey, li dichiarava uguali ai primi Cristiani, il che è più probabile. L'appellativo di 'fratello' usato nella Chiesa dei primi tempi era Esseno; essi erano una fraternità, ossia un Koinobion o una comunità, come i primi convertiti. (Iside Svelata). Setta ascetica ebraica sorta nel II sec. a.C. e durata fino al I sec. d.C. Sembra che gli scritti di Qumran, i famosi rotoli del Mar Morto, si riferiscano proprio ad essi. La comunità essenica era divisa in classi a seconda del grado di perfezione, ed organizzata in una rigida struttura piramidale. La posizione più alta era quella dei sacerdoti, l'ammissione alla setta era possibile solo dopo un noviziato di tre anni, era praticata la comunione dei beni. Gli Esseni condividevano in larga misura la fede e le speranze dell'ebraismo contemporaneo, ma avevano un accentuato nazionalismo ed antipaganesimo, un'attesa escatologica, un senso del valore purificale del deserto, che li collocava in una posizione poco conciliante. I loro pasti erano consumati in comune ed avevano carattere sacro, frequenti le abluzioni ed i bagni di purificazione, avevano un calendario di 364 giorni, diverso da quello lunisolare farisaico. Abitavano in villaggi e costituivano il terzo partito religioso, con farisei e sadducei (discendenti di Sadok). Erano una specie di ordine monastico che aggregava membri per cooptazione, vivevano del lavoro dei campi e spregiavano il commercio ed il guadagno. Seguivano rigorose norme di purità, si lavavano spessissimo, vestivano abiti bianchi ed avevano riverenza per la luce solare. Distacco dalle passioni, sincerità assoluta, niente schiavitù, li distinguevano dai contemporanei, rendendoli quasi del tutto estranei al giudaismo e simili, per certi aspetti, al pitagorismo ellenistico. Credevano nella rinascita e nelle numerose reincarnazioni sulla terra, come del resto ci credeva Gesù che, quasi certamente, era un Esseno.

da Spiritual Search

lunedì, ottobre 20, 2003


a pron collection by A.Connelly

Quello che chiamiamo Nord del mondo è, in realtà, un coacervo di culture differenti. Ciò che accomuna gli abitanti della parte ricca del pianeta è l'appartenenza alla parte alta delle statistiche sul consumo di materie prime e manufatti. Attraverso i consumi si è definito uno stile di vita "medio" "occidentale" che funziona come vero e proprio principio di realtà. Siamo attaccati al nostro stile di vita come se dalla modifica di certe abitudini irrazionali e nocive dipendessero la nostra identità e persino la nostra esistenza.

di Wu Ming 5 e Wu Ming 1

sabato, ottobre 18, 2003

Queste persone lo sanno benissimo com'è [...], non è che credono a quello che scrivono (sarebbero stupidi, stupidi, stupidi) stanno solo cercando la battuta facile.
Poi, chi diventa aggressivo offensivo, e verso certe persone anche molto, solo per aumentare di due lettori e risparmiare la fatica di scrivere un articolo vero, sta dimostrando di essere noioso, noioso, noioso. Da noi i troll, passati i trenta, smettono.

Momoblog

venerdì, ottobre 17, 2003

Interessante notare che se uno spende quattro ore a imbesuirsi davanti alla televisione è un bravo cittadino, ma se spende un'ora al giorno (e va bene, due) interattivamente sul suo blog è un perdigiorno.

Zia Irene, grande lettrice, mi raccontava sempre di quella sua cognata che trovandola con un libro in mano le diceva invariabilmente "Senti, visto che non hai niente da fare...".

Gaspar Torriero

giovedì, ottobre 16, 2003

ATTO QUARTO
SCENA IX


Macbeth incalzato da Macduff, poi Coro di donne.

MACDUFF:
Carnefice de' figli miei, t'ho giunto.

MACBETH:
Fuggi! Nato di donna
Uccidermi non può.

MACDUFF:
Nato non son; strappato
Fui dal seno materno.

MACBETH:
Cielo!

(Brandiscono le spade e, disperatamente battendosi, escono di scena)
Le sue canzoni sono nuove, inedite e stuzzicanti. Scatenano l'allegria e la gioia in un facile e gradevole ascolto che riconcilia con la vita e i suoi aspetti più veri.

(Robert Thorrion)
33 cose che ami, in ordine alfabetico:
...
quelli che entrando in casa accendono il pc prima di andare a pisciare e prima d’essersi tolti le scarpe hanno già mandato quattro e-mails e uploadato sei files, anche a casaccio.

Babsi Jones, ex-jutopija

http://www.globalrichlist.com/

mercoledì, ottobre 15, 2003

ogni volta che parlate di blogger senza cognizione di causa voi giornalisti avete semplicemente rotto il cazzo

mariemarion

martedì, ottobre 14, 2003

6. Paesaggisti e soggettisti
Studiando mi sono reso conto che ci sono due tipi di artisti: quelli che disegnano uno spazio e quelli che disegnano una figura. Li ho chiamati, per comodità, paesaggisti e soggettisti. Dopodiché, mi è sempre più sembrato di voler vivere da soggettista in un mondo di paesaggisti. Quasi tutte le persone che conoscevo ragionavano in termini di spazi, sognavano di gestirne uno. Ho partecipato anche a delle riunioni. Di solito si pensava a una rivista che fosse anche un sito internet, che fosse anche un progetto, che fosse inoltre un ambiente polivalente, un circolo, dove ognuno avrebbe espresso qualcosa, e in un angolo il bar. Questi spazi, il più delle volte, rimanevano mentali: in alcuni casi invece si sono concretizzati, per breve tempo: non perché i paesaggisti non fossero entusiasti e competenti, ma perché in quello spazio ben organizzato nessuno sapeva esattamente cosa venirci a fare, e intanto il bar aveva i suoi costi.

(che storia!! sempre leo)
E allora, solo perché io appartengo alla confraternita dei pirla, qualsiasi mio rutto o scoreggia può scatenare il dibattito? E quindi… non ho più il diritto di ruttare e scoreggiare sul mio sito personale?
Prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr!

Leonardo

SignorGufo: hey Simo vieni a darmi una mano, non funziona photoshop.
Simo: che succede?
SignorGufo: ecco io ho aperto due immagini in photoshop
Simo: Si
SignorGufo: le ho messe una di fianco all'altra, ma quando gli dico "stampa" lui me ne stampa una sola!
Simo: ?
SignorGufo: eh ma io le vorrei stampate tutte e due, una di fianco all'altra, come gliele avevo messe.

lunedì, ottobre 13, 2003

Questa signora ha chiesto e ottenuto il preventivo oscuramento del sito e del blog di Gaspar Torriero:
Paola Marraro
tecnic@dottorati.org
+39 328 #######
Paola Marraro
v. x. xxxxxxx ###
00138 Roma RM
Italy

Gaspar oscurato: illuminiamolo
manteblog, Blog-O-Sfera, Verba manent, Zu-ppa-zu-ppa--ppa, Mu, Biccio

Aggiornamento: il blog è tornato visibile. Dunque rendo illeggibili numero telefonico e indirizzo della signora.

«Politicamente, il riformista viene da sinistra e va verso il centro». Se i negozi sono aperti.
(Daniele Luttazzi)

su MicroMega, riportato da blogoltre

domenica, ottobre 12, 2003

Ho rincorso il tuo amore tutta la vita, e adesso mi fa male la milza

posted BYE-DOARDO

sabato, ottobre 11, 2003

Stamattina ho fatto colazione al Cigno, come negli ultimi venti/venticinque anni. Ho preso un danese e un cappuccino e poi sono andato a comprare i giornali. L'aria era fresca, gli uccellini cinguettavano e, mentre camminavo, non potevo distogliere il pensiero dalla cena di ieri, a base di fave di fuca. Ho quindi pensato di telefonare alla Titti per sapere quante volte era andata di corpo, ma lei ancora dormiva, stesa sul letto Flou panterato a quattro piazze fatto su misura da Caraceni. Sono salito sulla mia Ferrari gialla millesimata e ho acceso lo stereo quadrifonico.

Carlo Berardelli

venerdì, ottobre 10, 2003

Stasera il TG l'ho visto, dopo diverse settimane che lo evitavo come la peste, e devo ammettere di essere rimasto sorpreso del fatto che non mi ha detto nulla che non sapessi già grazie agli RSS.

vanz

giovedì, ottobre 09, 2003

http://www.bernardbelanger.com/computing/NaDa/index.html

http://www.georgewbush.com/blog/
Discriminazioni
Scatoletta di tonno in olio d'oliva, della Coop, 240 grammi. Noto un bollino giallo: "Dalla parte dei delfini". E i tonni, cazzi loro.

Sentenziato da Vic

mercoledì, ottobre 08, 2003

È risaputo che un firewall a protezione di una rete non basta. Il firewall costituisce una barriera ma per garantire il corretto funzionamento delle cose deve necessariamente fare passare del traffico. Quanto è sicuro il traffico che è stato lasciato passare? E se l'attacco provenisse dall'interno?
Una valida risposta è data dagli strumenti di Intrusion Detection. Le reti che devono avere un certo livello di sicurezza devono necessariamente implementare un sistema che rileva real-time le intrusioni o eventuali azioni non volute ed in maniera attiva intervenga prima che il danno sia commesso.
Scoperto un composto chimico che nelle fiale della morte non dovrebbe figurare.
[...]
la morte per asfissia diventerebbe per lui un annegamento lento, cosciente e disperante, reso ancora più insopportabile dai lancinanti dolori che l'arresto cardiaco procura anche ai comunissimi infartati di ogni giorno.
[...]
Il sospetto quindi dell'ipocrisia assoluta - il far apparire alla popolazione come accettabile una punizione che invece conserva tutta la ferocia della peggior vendetta - torna ad aleggiare sulla pena di morte più pesantemente che mai.

da Tribù ribelli
su segnalazione di mariemarion

martedì, ottobre 07, 2003

http://boingboing.net/
(via mantellini)

Macelleria a Metri 40

Dario Meoli scrive:

Alcuni giorni fa parlavo con un giornalista della rivista X
(tacero' il nome di tale rivista, diro' solo che la tiratura
media si aggira intorno alle duecentomila copie).
"Eh, ma sei davvero tu quello che cura Zeus News?"
"Si', sono io... lo conosci?"
"Certo che lo conosco! Lo consulto molto spesso e sono iscritto
alla newsletter: ci sono un sacco di notizie interessanti, che a
volte poi utilizzo per i miei articoli."

Sono contento che il giornalista legga Zeus News e lo consideri
interessante. Approfitto di questo spazio per ringraziarlo
pubblicamente per non aver mai citato Zeus News nei suoi articoli
sulla rivista X. Caro amico, se mi leggi (e so che mi leggi), ti
ringrazio di cuore!

Posted on 6/10/03 22:56

lunedì, ottobre 06, 2003

Libera
Mi piace ascoltare il mio desiderio.
Oggi mi sento libera di godere davvero tutto. Libera da vincoli e pensieri, libera di perdermi nei sensi, e da essi liberata. E il desiderio di esprimere e ricercare energie nel gioco dei corpi si impone prepotente.
E il "dare" piacere è anch'esso un piacere in sé. Pensare che davvero non l'immaginavo.
Posted by: FemmeFatale

sabato, ottobre 04, 2003



giovedì, ottobre 02, 2003

La spirale, segno delle involuzioni e delle evoluzioni.
La teoria dei corsi e ricorsi storici, pochi lo sanno, non torna mai sul passato, non è mai un ritorno fisso su vecchie situazioni, ma volge a spirale verso l'alto pur riconoscendo i momenti storici in cui l'uomo torna indietro, come oggi.
E', questa teoria, ancora più affascinante sol che si pensi alla nostra personale esperienza.
Noi non saremo mai più quelli di prima, una volta affrontato il percorso a spirale che volge verso l'alto.
E se anche soggetti a periodi di involuzione, di regressione o a brusche frenate non torneremo mai al punto di partenza.

(da un commento di Bea a vocenarrante)

"puoi dir di si, puoi dir di no, ma questa è la vita"

Elio e le storie tese, la terra dei cachi

mercoledì, ottobre 01, 2003

sulla credibilità delle riviste "scienza spiegata ai deficienti"

"Sulla scia di Freenet, precursore usato dai dissidenti dei regimi autoritari per le corrispondenze segrete, sono nati gli anonymizer"
dalla rivista di tecnologia "Jack"
HO SETE STANOTTE
Non importa quanta sete hai, se non bevi da appena dieci minuti o da un giorno intero.
Quando vorresti bere, ma non puoi farlo, allora tutto il mondo sembra pervaso da una opprimente arsura.
Niente acqua per te che non hai saputo vedere quanto preziosa fosse ogni singola goccia.
Nessun sollievo per il corpo disidratato, nessun rimedio per la gola chiusa in una morsa di siccità.
E si aspetta di poter bere, si attende di riprendere a vivere.
Ho sete stanotte.
...

Ardesia, L'intercapedine

martedì, settembre 30, 2003

Diceva la filastrocca: il melo fa la mela, il pero fa la pera, il fico fa... eccezione.
Ecco, questo Paese fa eccezione.

Luca ludik
Basta che le cose siano spinte fino in fondo per ottenere le cose esattamente contrarie.
(Lautréaumont)

[da Kraken di Alfredo Pasotti]

domenica, settembre 28, 2003

Madre
Padre dal capo lento
e stanco

Io sono
uno strano fiore

La notte soffocata di stelle
Il mare dall'ampio giro di nubi
Il fresco vino del cielo
inebriano
questo mio dolore
muto e profondo

Nel vostro amore distante
cogliete di me
appena
l'umido profumo.


Sil

giovedì, settembre 25, 2003

IL BLOG E' L'OVVIO DEI POPOLI

(da Herzog)

mercoledì, settembre 24, 2003

Giulio, non ti abbacchiare! In un quaderno ho questo appunto datato 1984 (età: 21 anni): "Memo per quando sarò vecchio. Ricordati che ti succedeva anche da giovane: oggi ho cercato per un'ora le chiavi di casa che avevo appoggiato in cucina per cercare la carta d'identità (che non sono ancora riuscito a trovare)".

Tiziano Scarpa

A volte ho come la sensazione di aver bisogno di 2 o forse addirittura 3 vite, per essere davvero e fino in fondo me stessa. Al momento sta vivendo solo una delle Bette che albergano qui dentro, le altre ogni tanto si fanno vive ma possono affacciarsi solo da finestrelle piccolissime; il panorama, l'aria fresca non sono per loro. Forse é un peccato. O forse no.
Probabilmente farei meglio a tornare alle pulizie di casa.

da Betta di acido folico

martedì, settembre 23, 2003

"L'amor l'è cumpagna al cagatt:
chi n'al prova n'eg crad."

Che tradotto e ammorbidito sarebbe "L'amore è come la dissenteria: chi non la sperimenta non ci crede" sottointeso che possa essere così devastante. E noi qui ad augurarcela.

clutcher

lunedì, settembre 22, 2003

Il momento di fermarsi a riflettere e il momento di osare e partire.
Capire quando, è questa la saggezza?
bea

(da un commento a Verba manent)

sabato, settembre 20, 2003

LO SCAMBIO MUTO
Prima di adesso, prima della deforestazione, dell'estrazione del coltan, della proibizione ai Pigmei della caccia all'elefante, dei massacri della guerra civile, i Bantu e il piccolo popolo della foresta hanno barattato le loro merci senza mai incontrarsi.
In un luogo convenuto per tradizione, un Bantu depositava le sue punte di ferro e se ne andava. Dopo un po' arrivava un Pigmeo, ritirava le frecce metalliche, lasciava dei frutti, della carne affumicata o, ancora meglio, del miele e se ne andava a sua volta. Senza bisogno di afferrarsi hanno attraversato il tempo.
di caracaterina

venerdì, settembre 19, 2003



La luna e marte come si vedevano da Tokyo il 9 settembre.
(Antipixel)

giovedì, settembre 18, 2003

Un esempio? «L'incredibile decisione del ministro della Salute, Girolamo Sirchia, che per la prima volta dal 1989, anno in cui è stato pubblicato il primo Rapporto sulle acque di balneazione, ha consentito l'avvio di una stagione balneare senza uno straccio d'informazione ai bagnanti sulla qualità dei nostri mari». Se il ministero della Salute tace, quello dell'Ambiente continua invece a registrare, grazie all'attività delle Regioni, dati impressionanti sulla quantità di metalli pesanti nei sedimenti costieri: cadmio, arsenico, piombo, mercurio e altre sostanze persistenti, che si accumulano fino ai livelli più elevati della catena trofica.

E in un mare dimenticato, aumentano anche i reati ambientali. Continua a crescere indisturbato, ad esempio, il fenomeno dell'abusivismo edilizio che nel 2002 torna a sfondare il «muro» delle 30mila costruzioni abusive, precisamente 30.821 con un incremento del 9% rispetto alle 28.276 del 2001, mettendo così la parola fine alla breve ma significativa stagione della lotta al cemento selvaggio nel nostro Paese. Il ritorno del «mattone selvaggio» ha alimentato una produzione di cemento illegale equivalente a 4.204.380 metri quadrati per un valore immobiliare di 2.102 milioni di euro.

il resto qui

mercoledì, settembre 17, 2003

Io sono
Ciò che davvero voglio, ottengo.
Ciò che è ragionevole perseguire, perseguo.
Libero dai desideri vacui, dalle illusioni,
dagli obiettivi che non mi appartengono.
Ci sono cause che non devo difendere,
ci sono battaglie che non combatterò,
idee in cui non è mi è concesso credere.
Sono cosciente. Sono consapevole.
Sconfiggo la distrazione, sconfiggo il dubbio.
La strada che ho davanti ora è retta.
La strada che ho davanti ora è diritta.
La volontà continua la trama dei miei giorni,
sono concentrato solo su ciò che faccio,
su ciò che è giusto che io faccia.
E' giusto perché l'ho deciso io di
comune accordo con tutto ciò che vive in me.
La mia vita è eterna. Le mie esistenze
devono insegnarmi qualcosa.
Qualcosa apprendo ogni giorno.
Il divino è con me.
Il divino è dentro di me.

martedì, settembre 16, 2003

"fidenzasede per fidenza1"
"avanti da fidenza1"
"mi date la vostra posizione?"
"stiamo caricando il primo paziente"
"siete in ritardo"
"ci avete dato le indicazioni sbagliate
e abbiamo faticato un pò a trovarlo"
"va bene ricevuto"
...

"fidenzasede per fidenza1"
"avanti da fidenza1"
"mi date la vostra posizione?"
"stiamo cercando il secondo paziente,
non c'è qui"
"ah, aspettate"
...

"fidenzasede per fidenza1"
"avanti da fidenza1"
"il secondo paziente vi sta aspettando
da un altra parte"
"a"
"andate a prenderlo"
"va bene"
"siete in ritardo"
"lo so, grazie"

"fidenzasede per fidenza1"
"avanti da fidenza1"
"guardate che dovete essere a fidenza
alle 8.45"
"stiamo partendo ora dall'ospedale di parma,
sono le 8.40 e siete in ritardo"
"lo so grazie"
...

"fidenzasede per fidenza1"
"avanti da fidenza1"
"la via emilia è bloccata dal traffico"
"ah"

...

"fidenzasede per fidenza1"
"avanti da fidenza1"
"la centrale operativa vi da il permesso di
utilizzare le sirene"


scritto da alle,
il 16:53 - usolimbuto
oggi non compriamo niente



Triste come una corsia d’ospedale di Ostrava, come un comico che non fa ridere, come un bosco appena bruciato, come un discorso di Frattini, come una canzone di Ramazzotti, come l’alba che segue il giorno in cui sei stato lasciato, come il bilancio della Fiat, come un pranzo ipocalorico, come gli autori di Controcampo, come il gelato al pistacchio quando è di colore marrone, come la vittoria dell’Argentina ai mondiali del ’78, come un cane abbandonato in autostrada, come Kitchen di Banana Yoshimoto, come un cappuccino freddo, come il ragazzo di Patty Pravo, come un bambino a cui si è appena rotto il giocattolo preferito, come un militare i 5 minuti dopo aver ricevuto il congedo, come il finale di Amici miei atto terzo, come un ristorante vuoto, come le ultime due tappe del Giro d’Italia del 1999.
Insomma, una cosa triste.

Franco Bellacci

lunedì, settembre 15, 2003

a guardare troppo la cartina ci si dimentica del paesaggio

Simonetta Radice

domenica, settembre 14, 2003

Il vero bloggatore
Sei un vero bloggatore quando ti presentano agli altri come URL.
...
Sei un vero bloggatore quando ti rammarichi di non avere un pc sottomano per postare immediatamente.
...
Sei un vero bloggatore quando citi agli amici pezzi dei blog.
...
Sei un vero bloggatore quando qualcuno ti ha chiesto almeno una volta “perchè hai aperto un blog?”.
...
Sei un vero bloggatore quando appena ti succede qualcosa corri a pubblicarla sul blog.
...
Sei un vero bloggatore quando le riflessioni fra te e te avvengono in forma di post.
...
Sei un vero bloggatore quando degli sconosciuti sanno tutto di te senza averti mai visto in faccia.

(Legge di Murphy sui blog)

venerdì, settembre 12, 2003

Sesso debole ::
Per una reale comprensione dei rapporti di forza tra uomini e donne è sufficiente una lunga passeggiata con scollatura quasi scapezzolante.
:: mafe

Spiritum: Perché hai aperto un blog?
Arkangel: Per lo stesso motivo di tutti gli altri: un Nocs si è calato dal mio finestrone e mi ha esortato puntandomi la semiautomatica in bocca. Il resto della serata lo taccio per orario protetto.

giovedì, settembre 11, 2003


Augusto Pinochet e Karol Wojtila, 1987

dalla gazzetta di parma

si potrebbe fare uno studio psicopatologico quasi...

se questa è la credibilità della testata più antica d'italia, andiamo bene.


prendiamo per esempio un tubo di palline da tennis. se fai il calcolo prima costava l'equivalente di 15 euro. oggi però ne costa 16. ecco se fai il calcolo l'aumento in proporzione per ogni singola pallina da tennis, capisci che l'euro è una gran inculata.

(il mio amico G)

11 settembre 1973


mercoledì, settembre 10, 2003

La gente sono ignoranti
Anonimo
posted by Edoardo

martedì, settembre 09, 2003

manichini ossibuchivori
Quando le dissi che ero di Napoli, Baby B. non ci credette da subito, mi disse che non si vedeva. Per convincerla dovetti mostrarle il vestito di Pulcinella che indossavo sotto i jeans e le dissi che avevo due chili di mozzarella di bufala in macchina.

(da Hotel Messico)

lunedì, settembre 08, 2003

Consequenzialità

La gastrite con riflusso gastroesofageo infiamma il nervo vago.
Il nervo vago infiammato altera la regolarità dei battiti cardiaci.
L'irregolarità dei battiti cardiaci accelera il giramento dei coglioni.

Eugenio Mileto, classe 1926

domenica, settembre 07, 2003

*Nemmeno l'istruttore migliore del mondo può garantirti che saprai tutto sull'equitazione dopo un anno di lezioni. O 10 anni di lezioni. O 100.

da Melanippe

mercoledì, settembre 03, 2003

"Voi non potete capire. Voi cinici, voi aridi, voi persone senza cuore. Ma voglio offendervi di più: voi individui. Cosa ne sapete dell'essere compartecipi, bifronti, financo ermafroditi? Cosa ne sapete di quando due persone si incontrano, si riconoscono, si appropriano l'uno dell'altra, si fondono insieme e sono una sola cosa, e meravigliosa, tanto da non potersi lasciare mai più, da rincorrersi, dal cercare avidamente le tracce dell'altro in ogni dove? Cara, è inutile che cerchi di nasconderti: finché non mi restituisci quei 5.000 euro, col cavolo che ti lascio in pace!"

da Herzog, aprile 2003

martedì, settembre 02, 2003

Varda, varda,varda,varda giò
Madona del Rusari
sèmm tücc lampeden
del stess lampadari.
Varda,varda,varda,varda giò
Madona del Rusari
sèmm tücc padreterni,
sèmm tücc ciulandari.

(De Sfroos, Ave Maria - da Manicomi, 1995)


Guarda, guarda, guarda, guarda giù
Madonna del Rosario
siamo tutti lampadine
dello stesso lampadario.
Guarda, guarda, guarda, guarda giù
Madonna del Rosario
siamo tutti padreterni,
siamo tutti balordi.

(traduzione a cura di Cauboi.it)

lunedì, settembre 01, 2003

domenica, agosto 31, 2003

Coming up beyond belief
On this coronary thief
More than just a leitmotif
More chaotic, no relief
I'll describe the way I feel
Weeping wounds that never heal
Can the savior be for real
Or are you just my seventh seal?


No hesitation, no delay
You come on just like special K
Just like I swallowed half my stash
I never ever want to crash
No hesitation, no delay
You come on just like special K
Now you're back with dope demand
I'm on sinking sand
Gravity
No escaping gravity
Gravity
No escaping... not for free
I fall down... hit the ground
Make a heavy sound
Every time you seem to come around

venerdì, agosto 29, 2003

Ho posato il cappello sull'erba.
Ho posato l'erba sul cappello.
Nel primo caso sono normale, nel secondo pazzo.
La differenza fra la sanità mentale e la schizofrenia è un filo d'erba.

Diego Cugia, Jack l'uomo della Folla, Mondadori 2002

mercoledì, agosto 27, 2003

Per la serie: Chicche e rarità

18.6.02
Sto bene nella mia mansarda. Sto bene. Una zanzara mi ha chiesto un paio di infradito misura 39 stasera, ma sto bene. Il caldo aiuta l'insonnia. I film polacchi senza sottotitoli conferiscono alla nottata un po' di spirito rockstar alternativo. Ho tagliato la testa a una zanzara e l'ho impalata su un bastone vicino alla finestra, che sia l'exemplum per tutti. Il Raid al massimo gli fa venire le labbra screpolate.
posted by arkangel .. at 12:30:10 AM

lunedì, agosto 25, 2003

Tyrannus frater vs Lucertola

Qual è la persona più stupida che conosci?
Tyrannus: "Beh, mi' sorella, chiaramente"
Lucertola: " Ehm... non ho capito la domanda"

Vi conoscete da una vita, secondo voi qual è il maggior pregio dell'altro?
Tyrannus:
"Pregi... Mi' sorella ha certamente delle doti nascoste. In qualcun altro però"
Lucertola: "Ogni tanto mi rivolge la parola, ergo mi riconosce come forma vivente (al pari dei vegetali)"

Qual è la tua "filosofia di vita"?
Tyrannus:
"Gnocca-soldi-gnocca"
Lucertola: "So cosa fare e quando devo farlo: niente e mai"

Il faccia a faccia termina qui per oggi, mandatevi un saluto
Tyrannus:
"Non dimentico mai una faccia, ma per te farò un'eccezione"
Lucertola: "Anche io ti voglio bene"

.:: posted by francesca

venerdì, agosto 22, 2003

Climbing up on Solsbury Hill
I could see the city light
Wind was blowing, time stood still
Eagle flew out of the night
He was something to observe
Came in close I heard a voice
Standing stretching every nerve
I had to listen had no choice
I did not believe the information
Just had to trust imagination
My heart going boom-boom-boom
Son, he said, grab your things
I've come to take you home
Eh, don't quit
La fila d'imbarco è a pochi metri. Ce la troviamo davanti troppo presto, e così restiamo qualche secondo a guardarla, unici punti fermi in quell'alveare che è il salone.
Abbiamo rimandato questo momento fino al punto in cui ci accorgiamo di averlo già oltrepassato. Non c'è tempo per dire più nulla [...]

(da Punti di fuga, di Pino Cacucci)

mercoledì, agosto 20, 2003


by dr. psyco

martedì, agosto 19, 2003

Bisognerebbe stare molto attenti quando si riceve troppo da una persona. Spesso ci si dimentica di ricambiare. E quel troppo si trasforma in niente, in un lampo, come il chiodo che si spezza.

lieveansia

lunedì, agosto 18, 2003

E allora io quasi quasi prendo il treno e vengo, vengo da te, ma il treno dei desideri, dei miei pensieri all'incontrario va.

(da Azzurro, V.Pallavicini-P.Conte)

domenica, agosto 17, 2003

L'ACQUA DEL BAGNO SI APRE DAL RUBINETTO IN BASSO VICINO AL WATER

(AAVV, Istruzioni alla domestica, Gino Tirella editore, collana Metambite)

giovedì, luglio 31, 2003



mabega.net

Rupert Murdoch si imbarca oggi nella più grande impresa che
abbia mai tentato per conquistare il pubblico televisivo: il
lancio di Sky Italia nel mercato più bloccato del mondo.
L'obiettivo a lungo termine è raggiungere i dieci milioni di
abbonati, mettendo fine al duopolio delle emittenti nazionali
Rai e Mediaset, che insieme assorbono il 90 per cento degli
spettatori italani.

ecco di cosa aveva parlato con Silvio.
si sono divisi la torta.

mi aspettavo peggio...

mercoledì, luglio 30, 2003

utile articolo
in piu, nella foto l'ultimo ritrovato dell'evoluzione umana.

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Esteri/2003/07_Luglio/16/computerspiaggia.shtml
abbiamo installato sistemi informatici precisissimi, per studiare volendo anche dove fare la nostra vacanza. E' possibile prenotare una vacanza-lavoro in danimarca, raccogliendo fragole e spendendo meno di vitto e alloggio, presso agriturismi biologici.

avrei potuto trovare una cosa tanto assurda anche solo chiacchierando con uno sconosciuto su un treno.

http://www.else-ingvar.dk/

venerdì, luglio 25, 2003

BENITO II IL SOMMO

Uno dei più grandi fake di usenet, dapprima ideato dal geniale Mauro Moroni poi passato nelle mani di altri (forse idlers). La sua presenza inquietante ha arricchito gli scenari di IDL e ha fatto sì che un fake come lui abbia fatto rosicare parecchi niubbi e anche qualche sbruffone. Purtroppo su IDL nessuno se l'è sentita di tirare fuori dai ricordi questo fake, anche perchè oggi IDL presenta molte nuove figure e nessuna di queste conosce la vecchia storia del ng.

(http://www.bynoi.com/)

giovedì, luglio 24, 2003

(Genova 1821 - Acien, Sumatra, 1873). Da giovane fu marinaio e commerciante. Nel 1846 fu a Parigi, introdotto dal fratello nei gruppi di opposizione a Luigi Filippo; nel 1847, tornato a Genova, entrò in rapporto con l'ambiente mazziniano e manifestò idee repubblicane moderate. Volontario nella guerra del 1848, l'anno seguente, con Goffredo Mameli e Giuseppe Avezzana, difese militarmente la Repubblica romana. Nel 1850 svolse attività repubblicana in contatto con Mazzini a Londra; nel 1851 entrò nel consiglio direttivo dell'italia e Popolo e si trasferì a Torino. Dopo aver tentato un'impresa commerciale in Australia, fu nel 1857 a Genova dissidente da Mazzini e sostenitore dell'aggancio delle forze rivoluzionarie alla politica di Cavour. Seguì Garibaldi nella guerra del 1859; organizzò la spedizione di Sicilia e comandò il Lombardo fino allo sbarco, legando poi strettamente il suo nome all'impresa dei Mille. Ferito a Palermo (27-V-1860), attraversò l'isola per controllare la resistenza borbonica, represse con durezza la rivolta contadina a Bronte, fu promosso colonnello e, a capo della 18° divisione, passò lo stretto di Messina (19 agosto). Ebbe una parte importante nella vittoria del Volturno (10 ottobre). Accettò l'unificazione monarchica sotto il Piemonte e nutri fiducia nella politica cavouriana: fu deputato di Genova al primo parlamento italiano, sedendo a Sinistra, ma proclamandosi indipendente da ogni schieramento politico: è noto il discorso del 18- IV-1861 con cui tentò di conciliare Garibaldi e Cavour. Nel 1862 entrò nell'esercito regolare con il grado di tenente generale. Rieletto deputato di Castel San Giovanni (Piacenza) nel 1865 e nel 1867, si occupò di marina mercantile e di traffici commerciali. Partecipò alla guerra del 1866, distinguendosi a Custoza. Nominato senatore (1870) rinunciò alla politica attiva rassegnando il mandato per riprendere la via del mare: fece costruire il Maddaloni e il 6-VII-1873 partì da Messina per Batavia e Singapore. In dicembre mori di febbre gialla e solo nel 1877 la sua salma fu trasportata a Genova.

mercoledì, luglio 23, 2003

L’Ant Colony Optimization è un euristica il cui punto di forza consiste nell’essere un sistema
intelligente distribuito. Ciò significa che le scelte adottate non sono prese da un’unica intelligenza
che lavora al problema, ma da una colonia, che pensa autonomamente e grazie ai feromoni riesce
a condividere le soluzioni appena vengono trovate, adattando dinamicamente il processo di
ottimizzazione.

la tesina completa

zeus news
"Quando ti metterai in viaggio per Itaca
devi augurarti che la strada sia lunga,
fertile in avventure e in esperienze.
I Lestrigoni e i Ciclopi
o la furia di Nettuno non temere,
non sara` questo il genere di incontri
se il pensiero resta alto e un sentimento
fermo guida il tuo spirito e il tuo corpo.
In Ciclopi e Lestrigoni, no certo,
ne' nell'irato Nettuno incapperai
se non li porti dentro
se l'anima non te li mette contro..."

da un regalo
vorrei tranquillizzarti: sono un maschio. Sbriciolo noci a mani nude e mi faccio la barba con la lattina dei pomodori pelati appena aperta.
Mark

dai commenti di Tom

martedì, luglio 22, 2003

io a sara voglio bene. e la vedo sempre bella. in realtà lei è veramente bella. e infatti quando usciamo insieme io sono quella simpatica.

Ilenia

venerdì, luglio 18, 2003

Il gino perso non si faceva fregare dalle rondini.

Proprio no. Non lo preoccupavano le traiettorie dei loro voli nell'ora prima del tramonto. Ne ascoltava le grida stridule, ma a tutta la loro isteria non dava mai peso.

Non si curava se volavan basse, gettandosi in picchiate suicide verso la Terra sudicia, lo sporco mondo calpestato dagli uomini.

La pioggia era comunque inevitabile: al gino perso non importava saperlo la sera prima. Che volevan allora 'ste rondinelle stridule? Co'loro cigolii, i loro strappi improvvisi? Perché s'agitavan tanto?

Sarebbe bastato un ombrello o restarsene a casa il giorno dopo, con la faccia dietro il vetro della finestra gocciolante.

E anche la pioggia, come ogni altra cosa, sarebbe passata.

il gino perso

giovedì, luglio 17, 2003

The Boondocks

"Dopo aver saputo che bande di predoni hanno saccheggiato diversi depositi militari in Iraq, la Casa Bianca ha annunciato che il piano per togliere mortali armi nucleari dalle mani di un crudele dittatore per metterle nelle mani di un qualche sconosciuto è stato un successo trionfale..."

(da Linus)


http://www.raitre.rai.it/HPRaiTre

propaganda comunista di regime.

(c'è anche l'ultimo blob)

mercoledì, luglio 16, 2003

Manifesto del 13 luglio:

Le disavventure europee del governo Berlusconi iniziano ben prima del 3
luglio, data del faccia a faccia Schulz-Cavaliere, e da un terreno
assolutamente secondario, il web. Da alcuni anni il Consiglio europeo ha
deciso di dare ad ogni presidenza il medesimo indirizzo internet: www.eu
seguito dall'anno, il punto e le iniziali di ogni paese. È stato così fino
all'appena concluso semestre greco: www.eu2003.gr, Roma ha invece
tergiversato, dimenticando di registrare il dominio che è finito nelle mani
di uno studente belga di 23 anni, Wouter Coppens. Coppens non ha perso tempo
e nella pagina che doveva servire a presentare le iniziative del semestre ha
creato uno spazio sostanzialmente completo - storia, vicende giudiziarie,
conflitti di interesse, rapporto internazionali sul caso Italia, rassegna
stampa, sondaggi, frasi celebri... - per informare l'Europa sul pericolo
Cavaliere. Un successo chiaramente favorito dalle sparate del premier, tanto
che nel fatidico 3 luglio oltre 15 mila internauti si sono lasciati
informare dal sito di Coppens. Scippato per incapacità, il governo italiano
è ripiegato su www.ueitalia2003.it in cui appaiono anche degli sponsor,
un'altra prima volta in Europa.

Quindi guardatevi www.eu2003.it
VI
Le stalle di Augia


Napoli è una città viva e rovinata. Tutto è bello, orrendo e in disordine, niente funziona bene tranne il passato. Ma tutto è possibile.
Gli esperimenti marini più importanti del Mediterraneo, le speculazioni più colossali e fasulle, le storie più incredibili e piacevoli, le persone più nobili e declassate, le cose più inutili e intelligenti si trovano qui. Con sfondo di sole e di mare.
Anche le cose più ingenue e contorte che scendono negli abissi dell'anima prosperano qui meglio che altrove.
Se ci fosse una capitale dell'anima, a metà tra oriente e occidente, tra sensi e filosofia, tra onore e imbroglio, avrebbe sede qui.

(da una fotocopia che stava qui accanto)

martedì, luglio 15, 2003

iht

definitivamente il più bel layout per un giornale che sappia informare.
The signature

This is where the name of the organization belongs, along with the address and phone number. If you don't have an organization, then think of a name that will help reinforce the message you're trying to convey. Perhaps "Citizens for Fairness to Migrant Rutabagas Pickers" would work for the example we've been using. This isn't dishonest. Your organization doesn't have to be incorporated or registered for it to be real.

Adbusters
http://e-pistole.splinder.it

lunedì, luglio 14, 2003

A volte le persone che amiamo ci fanno involontariamente dimenticare i nostri sogni. Sta a noi non farli morire.

(citato da Mappamondo)

venerdì, luglio 11, 2003

Astronomers have detected the Methuselah of planets, a world many times older than any other known, a remarkable survivor formed in a violent, primordial setting where planets were not thought to exist.

About 800 times more massive than Earth, the planet was born around a yellow, sun-like star about 13 billion years ago. That is about 9 billion years earlier than any planet previously detected and a mere billion years after the big bang that spawned all space and time -- a time, most astronomers believe, when the universe had yet to create the raw material needed to make planets, according to researchers who revealed their findings yesterday

http://www.washingtonpost.com/
Il Popolo dei Lemuri è più vecchio dell'Homo Sapiens, molto più vecchio. Le sue origini risalgono a centosessanta milioni di anni fa, quando il Madagascar si staccò dal continente africano. Il loro modo di pensare e di sentire è fondamentalmente diverso dal nostro, non orientato verso il tempo, la sequenza, la causalità. I lemuri trovano questi concetti ripugnanti e difficili da capire.

da William S. Burroughs, La febbre del ragno rosso

mercoledì, luglio 09, 2003

Sei come una freccia in volo, Scorpione. Una pietanza mezza cotta, il quinto mese di gravidanza, la settimana prima delle elezioni. Quando ho rivolto su di te le mie visioni psichiche, ho visto l’immagine di un’ape operaia appena tornata all’alveare per danzare davanti alle sue compagne e spiegargli dove trovare un sentiero di bocche di leone in fiore.

www.internazionale.it/oroscopo

lunedì, luglio 07, 2003

da Un pomeriggio in Via del Campo nel negozio di musica

eppure a un tratto credo di sapere
che è lei che ascolta il mio piangere forte,
quello di quando amore non ti sente
o peggio ancora non ti sente più.

di Carlo Molinaro

venerdì, luglio 04, 2003

Ho osservato personalmente più di 500 casi di persone con la carnagione e l’alito cattivo, odore eccessivo, stitichezza, carenza di vitamine del complesso B, gonfiore, flatulenza, ulcere, affaticamento, occhi rossi e molti altri disturbi cronici, che ottennero risultati quasi miracolosi semplicemente aggiungendo l’acidophilus all’alimentazione quotidiana. Lo stato dell’intestino è visibile soprattutto guardando l’aspetto esteriore della persona. Questi sono i segni che indicano la mancanza di flora batterica amica: occhi spenti, pelle scadente, capelli rovinati, rughe eccessive e simili. Una volta eliminata la putrefazione interna tutto il corpo avrà uno “splendore” particolare e godrà di buona salute. Quando si sarà stabilita una quantità sufficiente di batteri intestinali amici, sarà sufficiente prendere una piccola quantità di yogurt al giorno per non perdere questo “splendore”».
Dagli archivi di Blog-O-Sfera

----- Original Message -----
From: "[biccio]"
To: "'Conversazioni tra blogger, tra il cazzeggio e la riflessione'"
Sent: Thursday, June 19, 2003 11:50 AM
Subject: RE: [Blog-a-tutti] Personalità Confusa è un uomo . Confuso.

> Acc. E i medici che dicono?

Una settimana di reclusione in una stanza imbottita con Arkangel e Brontolo che declamano antologie ragionate dei loro post saltando su un piede solo. Uhm, forse farebbe bene anche a me.

- b.

giovedì, luglio 03, 2003

http://www.dildoart.com

mercoledì, luglio 02, 2003

Il controllore le chiese il biglietto.
La ragazza di colore gli disse:"la vuoi una pompa? Dai una bella pompa"
R. faceva il controllore di notte de sei anni e da quattro era sposato con F. proprio quel giorno avevano richiesto un finanziamento per comprare il frigorifero nuovo.Lo avevano comprato in uno di quei grandi negozi della periferia che fanno la pubblicità sulle televisioni locali.Il finanziamento lo avevano accettato e con centodieci euro al mese il frigorifero era loro.Trasporto compreso.
"Allora la vuoi questa pompa?" gli disse la ragazza.
Il bus era vuoto, eccetto per un tizio che non avendo dove andare a dormire, si era alloggiato sui sedili in fondo.Era sommerso da buste legate con spaghi sfilacciati.Dormiva.
Al contario di molti suoi colleghi R. li lasciava in pace i barboni che alloggiavano nei bus dove lavorava. R. sapeva che oggi puoi comprare un frigorifero nuovo a cambiali e il giorno dopo sei con quell'uomo a dormire nei bus.Magari tua moglie ti lascia e tu vai fuori di testa, ti licenziano e tu vai fuori di testa.Era così sottile la differenza tra loro due.
R. abbassò gli occhi e vide la ragazza.Era brutta, aveva due labbra enormi e puzzava.Scappata, deportata, venduta da quale villaggio per venire a fare pompe di merda per dieci euro all'occidente ricco, a porci che si riempiono di debiti per comprarsi la fiat punto con l'aria condizionata e lo stereo che legge gli mp3 o a controllori che tra un anno quando avranno finito di pagare il frigorifero compreranno la lavatrice con lo spessore ridotto di venti centimetri che così non devono fare gli equilibristi quando vanno a cacare nei loro cessi di otto metri quadrati.
"E fammele sta' pompa che con mia moglie non ci chiavo più da quattro mesi." Pensò R. mentre lo tirava fuori ancora moscio.

da Hotel Messico

martedì, luglio 01, 2003

inquinamento luminoso vs. black out
A volte le soluzioni sono vicine ai problemi...

(da Il Tao dei blog)

lunedì, giugno 30, 2003

Mia madre, quando mi lamentavo del lavoro, mi diceva sempre: "Tesoro, nessuno va a lavorare fischiettando, tranne quei coglioni dei sette nani".

Giulia A.


domenica, giugno 29, 2003

Voglio fare quella che rompe i coglioni agli innamorati.
Da noi domenica è la festa di non so che san paolo e pietro, i patroni di Roma (due, a Roma anche i santi sono ladri e devono rubbare dippiù).
E' una festa che non ha niente di magico ma tutto di mangereccio, come sempre qua. Le vecchi escono in processione passando sotto casa mia, con Pupa le prendevamo per il culo sputando dalla finestra. Poi c'è una specie di fanfara che a ricordare la BSM viene da piangere. I banchetti degli ambulanti una volta ci sono capita per caso, cercando le sigarette. Una vergogna storica, sarà stato che non ho trovato le sigarette. La feccia umana ti si ficca dappertutto non oso dire dove lascio immaginare, ti pestano i piedi e fingono d'esser felici mangiando di tutto di più. L'unica cosa decente, la notte i fuochi d'artificio. Li vediamo con Mick e i nostri quattro occhioni spalancati finalmente s'illuminano di magia.
Ma durano poco non crediate. Se so' fregati l'urtimi sòrdi!
V'ho rotto abbastanza?
Spero di sì.
baci

bea (in un commento a Verba manent)

sabato, giugno 28, 2003

«IL RUMORE È LA VITA AL CONTRARIO»

Questa è di Paolo, il mio collega di musica. Piccola perla di saggezza spuntata da ore e ore e ore di scrutini di fine anno. È molto vera. Il rumore oggi era la voce stridula della preside che fa bocciare i ragazzini come vittime sacrificali solo per dimostrare che la SUA scuola è seria. Rumore anche le colleghe leccapiedi e quelle che usano i ragazzi per rivaleggiare tra di loro. Rumore i termini burocratici, rumore le schede di valutazione, rumore i voti per etichettare dei bambini, per svuotarli della loro personalità, della loro singolarità. Tutto al contrario, tutto! Viene voglia di urlare… chissà se anche quello sarebbe “rumore”? Forse no…

pensiero di Baggins

venerdì, giugno 27, 2003

oggi in tangenziale ovest faceva così caldo che ho visto gente incendiare copertoni per rinfrescare l'ambiente

(da cloabell)

giovedì, giugno 26, 2003

spiritum scrisse

Perché amo la Signorina Silvani

La Signorina Silvani è una delle migliori lettrici che uno possa sperare di avere. Intanto perché è deliziosa nei modi, acuta nelle osservazioni, colta nelle citazioni, sempre sul tema, con una sua precisa visione sia del blogger che degli argomenti. Poi è fedele e assidua. Soprattutto è un personaggio. Nel senso che è completamente calata nel suo personaggio, senza strafare, senza rinunciare, e pare proprio che ci si senta bene, che i panni le calzino alla perfezione. Di casa sta soprattutto da Herzog, ma anche nel Kolkhoz si è ritagliata un suo irrinunciabile spazio. Lei vive nei commenti. Da qualche tempo ho il privilegio di poter scambiare qualche mail con lei: tale e quale a quando commenta, forse addirittura più dolce e sensibile. Mi piace perché è leggera ma mai banale, acuta e persino pungente ma mai offensiva o dozzinale. Forse è una blogger che c'ha questo vezzo, forse è proprio solo una letttrice appassionata, forse è donna, forse no: per me è solo e sempre la Signorina Silvani. Grazie a lei, signorina.

In quel capolavoro di film che è "una pura formalità" di Roman Polanski, il personaggio Onoff, scrittore, recita pressappoco: "Non bisognerebbe mai conoscere i propri miti, si rischia di scoprire che hanno concepito i loro capolavori seduti in un water, in preda ad una scarica di diarrea".

Manilo in un commento a Blog Oltre

mercoledì, giugno 25, 2003

.

martedì, giugno 24, 2003

Quello che avete fra le mani non è esattamente un libro. Io, l’autore, non sono propriamente uno scrittore, ma queste non sono certezze.
Alcuni capiranno subito, dalle prime due frasi di questa premessa, quello che in questo momento intendo. Proprio per le mancanze di cui scrivevo, ho sempre alcune difficoltà ad usare le parole, sia scrivendo una lettera d’amore, sia nell’atto di comprare il pane. Ma anche questo sarà chiaro e, se non esplicitamente l’argomento, pretesto.
Chiedere il senso è cosa antica,
ma ormai siamo già troppo coinvolti.

morgan

lunedì, giugno 23, 2003

Vorrei ascoltare un fiume lento, seduto con lo sguardo basso. Vorrei avvertire il sibilo del vento sulle mani e non oppormi. Sussurro parole e collimo il pensiero, scavo nell’archeologia dei ricordi per godere di scarne immagini lenite dalle barriere del tempo. Se e ma si rincorrono, perdo la percezione che lascia posto a un vuoto. Da quei giorni in cui l’ansia divenne sintomo dell’incolmabile, mi muovo bendato. Avverto, ma distraggo la mente che pulsa; troppi i giorni che sfregano ruvidi tra di loro. La bellezza delle cose, vorrei sentirla; a dialogare al suo posto ci sono tracce di nostalgia di luoghi impercorribili, e mi ritrovo a riflettere e mi riscopro statico in un contesto che muta e avanza. Inquieti si nasce, lo si porta dentro, nessuna realtà può deviare il corso. Provo a creare scenari che mi avvolgono e proteggono, come ogni dì la bolla da cui ne sottraggo l’aria.

posted by ombra

domenica, giugno 22, 2003

Volevo dire che io la voglio, la vita, farei qualsiasi cosa per poter averla, tutta quella che c'è, tanta da impazzirne, non importa, posso anche impazzire ma la vita quella non voglio perdermela, io la voglio, davvero, dovesse anche fare un male da morire è vivere che voglio. Ce la farò, vero? Vero che ce la farò, Dottore?

oceanomare di Baricco, citato da Lady of War

sabato, giugno 21, 2003

Voila l'été

Voila l'été
Voila l'été
Voila l'été
Voila l'été

Voila l'été, j'aperçois le soleil
Les nuages filent et le ciel s'éclaircit
Et dans ma tête qui bourdonnent?
Les abeilles !
J'entends rugir les plaisirs de la vie
C'est le retour des amours
Qui nous chauffent les oreilles
Il fait si chaud
Qu'il nous poussent des envies
C'est le bonheur rafraîchi d'un cocktail
Les filles sont belles et les dieux sont ravis.

Enfin l'été
Enfin l'été
Enfin l'été
Enfin l'été

Enfin l'été.
Mais y'a déjà plus d'argent
Le tout Paris se transforme en phobie
Le métro sue, tout devient purulent
Dans ses souliers, le passager abruti
A dix doigts d'pied qui s'expriment violemment
Y'a plus d'amis les voisins sont partis
L'été Paris c'est plutôt relaxant
On rêve de plage
Et la Seine est jolie

Toujours l'été
C'est pas du superflu
Il fait trop chaud, l'soleil m'abasourdit
Rillettes sous les bras
J'avance dans la rue
J'pense a ces cons qui s'font chier dans l'midi
Tous ces torche-culs qui vont cuire dans leurs jus
Tous ces noyés, la mer quelle saloperie
Et sur les routes le danger ça vous tue
Vivement l'automne, je me sens tout aigri.

Toujours l'été
Toujours l'été
Toujours l'été
Toujours l'été

Voila l'été, j'aperçois le soleil
Les nuages filent et le ciel s'éclaircit
Et dans ma tête qui bourdonnent?
Les abeilles !
J'entends rugir les plaisirs de la vie
C'est le retour des amours
Qui nous chauffent les oreilles
Il fait si chaud
Qu'il nous poussent des envies
C'est le bonheur rafraîchi d'un cocktail
Les filles sont belles et les dieux sont ravis.

Voila l'été
Enfin l'été
Toujours l'été
Encore l'été

Les Négresses Vertes

venerdì, giugno 20, 2003

E' da quando hai 7 anni che hai problemi
di sanguinamento alle gengive?
È colpa dei tuoi astri.
Ecco perché a uno a uno capiremo i profili degli uomini del segno, come
sedurli, e perchè i dentisti girano in mercedes.

ASTRI NASCENTI (a cura di Arkangel)

Se non e' presente il vostro segno zodiacale un motivo c'e'.
Arkangel e' stata molto impegnata, ha avuto un estrazione dentistica, ha guarito tre malati terminali di vodka e ultimo ma non meno importante ha avuto una grossa perdita: Fucky il suo piccolo criceto rosa e' deceduto la scorsa settimana per colpa di un fenomeno in scooter che ha voluto provare l'ebrezza della ruota.
Di certo pero' molto presto sarete ricompensati con la descrizione del vostro segno per filo e per s....

giovedì, giugno 19, 2003

(...) Non ti preoccupare, non faccio scenate. Mi sono tranquillizzato. Oramai è passato un bel po' di tempo. «Mi piacerebbe chiacchierare tranquillamente con te». C'è poco da parlare. Tu hai commesso errori. Io il doppio dei tuoi. Tu sei andata via con i lividi in faccia e sulle braccia. Io con l'anima a pezzi. Con il terrore di aver conosciuto una parte di me che non pensavo esistesse. Hai vinto tu. C'è poco da parlare. «Vorrei sapere come stai vivendo». Come sempre, da solo. E' l'unico modo che conosco. Ma intorno mi gira tanta gente. E mi diverto ad osservarla, a scoprire tic e tabù. Così mi rilasso, così mi rivedo negli altri. Sì, certo, al matrimonio di Luca ci sarò. Ma non sognarti di venire a salutarmi. Già mi tremano le ginocchia a sentirti. Se ti vedo è peggio. Il tuo odore, la tua pelle, i tuoi occhi. Sai l'effetto che mi fanno. Vaffanculo tu, il passato e il mio fottuto egoismo. Sono stato tutta la notte a vomitare. Sono uno che somatizza.

postato da fuorimargine

mercoledì, giugno 18, 2003

Una mia amica ha ricevuto una rosa per S.Valentino dall'uomo sposato con cui ha una relazione. Erano in macchina e, quando lui gliel'ha data, lei gli ha chiesto di aprire il bagagliaio per vedere se per caso ne aveva comprata una anche alla moglie... Lui si e' molto incazzato, ma il bagagliaio non l'ha mica aperto.

postato da severine

martedì, giugno 17, 2003

• A wholesome self-discipline takes many forms, from sleeping regular hours to working regularly to exercising regularly, and has a cumulative, strengthening effect. Since it comes from yourself, a healthy self-discipline is not contrary to your freedom or individuality. On the other hand, sensuality, excessive sexual experiences, alcohol, drugs, sleep, or fantasizing have a debilitating effect on you, as you already know. Therefore, practice healthy self-discipline and stay with it.

• Avoid lengthy conversations in your imagination, particularly if they are negative, resentful, or even excessively romantic. These conversations are essentially unreal and at best only rehearsals for action—although, as you know, you almost never say or do what you imagine you will. Instead of spending time imagining your life and relationships, begin to live them.
per me l'originale è sempre meglio del bla bla bla su di esso. Per dirla terra terra: preferisco mangiare un gelato al leggere la descrizione su quanto sia buono.

Mim*mina (in un commento a Squonk)

lunedì, giugno 16, 2003

Raggruppo tutte le mie cose sul tavolo della cucina.Materiale per il suicidio, come lo chiamo io.Quel che resta di quella sensazione bella che mi faceva suonare, scrivere, leggere all'infinito.Qualche cassetta dei Led Zeppelin, Black Sabbath,Lou Reed.Ok, divento patetico.Stop.Ritorniamo a ieri.A quando, uscito da lavoro, sentivo il vento che entrava nella macchina e mi sbatteva in faccia.La radio che si era finalmente agganciata a una frequenza buona, che sembrava che l'autoradio me l'avesse montato Dio, e io conteso tra il sole e l'asfalto di una asse mediano assolato e vuoto delle due del pomeriggio.Fluire, scorerre, rotolare, nella pece bollente dell'autostrada.La pressione che si abbassa e il piacevole stordimento che ne consegue.Resto un drogato.Mi faccio di tutto anche di caldo.Che tanto non si paga.

(hotel messico)

sabato, giugno 14, 2003

I pazienti si lamentano spesso di insonnia o sonno insufficiente, credendo che la durata del sonno ottimale debba essere di 8 ore.
...
i casi di insonnia non risultavano associati ad un eccesso di rischio di mortalità.

(da Insonnia.net)

venerdì, giugno 13, 2003

Messaggio arrivato tramite la Zonker's Zone:
"Sono in baita, sotto le stelle, e sto facendo freneticamente l'amore.
Con l'altra mano ti sto inviando questo SMS."

giovedì, giugno 12, 2003

----- Original Message -----
From: Zu
To: Arkangel
Sent: Sunday, January 26, 2003 3:50 PM
Subject: ammirazione

Che altro dire di fronte agli sprazzi di pura genialità?

ciao
Zu


----- Original Message -----
From: Arkangel
To: Zu
Sent: Tuesday, January 28, 2003 1:59 AM
Subject: Re: ammirazione

che adoro l'iperbole, ma la stai dilatando:)
grazie, ricambio l'ammirazione con incremento del 50,5%

ciao
Ark