sabato, marzo 16, 2013

“c’era una volta una ballerina che si chiamava stella.
venne un sette nano che la prese in braccio e la portò in casa.
lei aveva tutti i piedi fuori e le mani fuori. dal letto.
e poi invece arrivò il mostro a due teste e la ballerina stella si addormentò
e il mostro a due teste se la mangiarono.
fine della storia.”

epsilon1, figlia di Arsenio Bravuomo

Nessun commento:

Posta un commento