venerdì, luglio 23, 2010

"Qual è il problema, non riesci ad accettare la vita così com'è? Non puoi fare a meno di inseguire chimere?"

"Se hai nutrito delle speranze, tirare avanti dopo averle perdute diventa difficile. Abbandonare i sogni non è complicato; quella è la parte facile. Qualche volta capita di doverlo fare. Ma dopo... con che cosa li sostituisci? Con niente. E il vuoto è spaventoso. Immenso. E in un modo o nell'altro assorbe tutto il resto; qualche volta è più grande del mondo intero. E cresce. Si fa infinito. Capisci di che sto parlando?"

"No."

da Svegliatevi, dormienti, di Philip K. Dick (traduzione di Simona Fefè)

1 commento:

rrr ha detto...

passano gli anni, e ha sempre la sua da dire...

Posta un commento