giovedì, marzo 29, 2007

Don Porro e il pergolato
Don Porro ha messo un pergolato in giardino e si gode il suo porro su una sdraio. Sta per addormentarsi, ma una voce gli dice all'orecchio: "che schifo. Non vorrei mai un pergolato, neanche se me lo regalassero". Don Porro si addormenta. Si sveglia per via di un frastuono pazzesco, apre gli occhi e vede delle ruspe nel cortile del suo vicino di casa, che sta montando un pergolato di cemento armato alto 20 metri. Allora don Porro riflette per un'oretta, poi si toglie gli occhiali da sole, e con tutta calma si rolla un porro di due chilogrammi netti. Lo accende, ci espira dentro con molta forza e produce una tromba d'aria che sradica il pergolato del vicino e lo disperde in corrispondenza del triangolo delle Bermude.

Nessun commento:

Posta un commento