sabato, febbraio 25, 2006

Il film di Ron Mann Grass ci spiegò molto bene perché gli Usa, da oltre un secolo, hanno sempre avuto il terrore puritano della droga leggera non assuefante, e cioè che marjuana e hascisc conquistassero il mercato interno americano, inebriando esageratamente un popolo da addestrare alla guerra (anticomunista o antinazionalista araba...). Avrebbe arricchito troppo il pericoloso vicino sudista (Messico), da tenere il più possibile nel sottosviluppo, come avevano ben insegnato gli inglesi, santoni della perfidia liberista, in Africa e in Asia. Inoltre è molto più redditizio lucrare sulle droghe pesanti come le anfetamine, l'eroina, la cocaina (assuefanti: dunque il consumo è assicurato e pianificabile), quando è utile per tenere sotto controllo minoranze razziali e di classe troppo pericolose, e questo si può fare solo togliendo dal mercato le sostanze leggere, e criminalizzandole assai più del razionale (quello che succede anche nelle colonie, come l'Italia, su iniziativa dei servi più fedeli).

(r.s.)
Alias, supplemento settimanale de il manifesto, 11 febbraio 2006

Nessun commento:

Posta un commento