giovedì, settembre 27, 2007

In fin dei conti noi scrittori [...] quello siamo: salvatori della patria. Il nostro scopo è estrarre dalla memoria eventi che non stanno nella memoria di nessuno, se non inquadrati in modo diverso, e portarli alla luce. E dare anche loro una sorta di dignità, di estrazione sociale, di rango: [...] alle sensazioni diamo non solo un nome ma anche una pelle, una porta d'accesso.

Ivano Porpora

Nessun commento:

Posta un commento