venerdì, settembre 14, 2007

Alza il mento, se il soffitto fluttua, allora sei immerso.
E se apri bene i palmi delle mani allora l'acqua ti tocca ovunque (come l'aria fa sempre, ma con più veemenza), ogni centimetro di confine, o di limite. Avvolge e riassume.
Calzi in una forma perfetta, un giusto negativo, un ritorno che sa di assoluzione.

Mi

Nessun commento:

Posta un commento