lunedì, gennaio 22, 2007

Insomma, dopo la piaga della gente che ti chiama al cellulare e chiede nei primi 5 secondi di conversazione: "dove sei?", adesso abbiamo un sito che vuol sapere "What are you doing?". Urge un servizio 2.0 che, previa iscrizione, consenta finalmente di farsi i cazzi propri.

BrodoPrimordiale

Nessun commento:

Posta un commento