domenica, dicembre 03, 2006

Pap-test in Turchia

Io dico: megghiu accussì.
Già, pecchè poteva andare male, malissimo, a schifìo.
E invece vincìu il senso di rresponsabilità e la vogghia santa di mettere le cose apposto.
Ci vogghiu dire ai signori slamici che il nostro Santopatre poteva fare benaltre cose.
E per altre cose intendo peresempio che per dispetto poteva trasire nella mosqea e farisi sattare in aria come un camicazze quassiasi. E farvi pigghiare il cacazzo a tutti voialtri. Ma non lo fece.
Poteva pigghiare il volante del suo aereo papamobile e sdirottarlo addosso a quacche palazzo gemello turco.
Oppure poteva secuestrare il Patriarqa, tagghiarici la barba come a un talebbano quassiasi e poi farlo nescere in strada che non lo riconosce più nessuno.

Ma tutto questo non lo fece. Se ne stese buono buono. Pecchè queste cose fussero state veramente lo scontro di inciviltà. E invece nente.
Responzabilità e senzo della misura.
Pecciò ci vogghiu fare i complimenti a Benedetto.
Bravo.
Che per tutti sei sedicesimo, ma pi mia tu sei unico.

postato da: bernardop

Nessun commento:

Posta un commento