giovedì, aprile 27, 2006

Il film aveva una sapiente regia, un'impeccabile fotografia, un'eccellente interpretazione, un'ineccepibile scansione dei tempi, un raro equilibrio tra introspezione e ricerca stilistica, peccato che poi per tornare a casa ci volesse una carriola su cui appoggiare le palle gonfie come cocomeri.

Pino Cacucci, Mastruzzi indaga

Nessun commento:

Posta un commento