mercoledì, marzo 15, 2006

ormai superati i quarant'anni, Kurt è pronto per un altra svolta; abbandona il genere verista-minerario che gli ha dato successo e fama e inizia a percorrere la strada del noir sociale. Inventa così la figura di Paulette Canard, un transessuale critico d'arte a cui la polizia si rivolge per risolvere crimini nel mondo dell'arte. Con Paulette protagonista pubblica quattro romanzi: La saliva di Botticelli, Un pennello di pelo di martora, Tempera & olio e Collages di cadaveri.

(da: biografia di Kurt Randazzo)

Nessun commento:

Posta un commento