lunedì, febbraio 09, 2004

Caro pesce che ti sei salvato anche stavolta, sei intontito, ma ancora vivo. La piantassi di mangiare merda, saremmo déi.

(dal mondo fantastico dei miei pensieri, dove parlo col pesce e lui mi ascolta)

Nessun commento:

Posta un commento